Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Approfondimenti Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.070
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamento del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E' possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Approfondimenti - Documento

Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
di Paolo Camanzi (revisore legale, co-fondatore di analisiaziendale.it)
Febbraio 2002


Si definisce regime di capitalizzazione (o finanziario) l'insieme dei principi e delle convenzioni che regolano lo svolgimento delle operazioni finanziarie, vale a dire quelle operazioni che presuppongono l'impiego di un capitale (non necessariamente una somma di denaro, ma qualcosa di esprimibile numericamente con il denaro).
Fondamentale presupposto è che l'uso del denaro per un determinato periodo di tempo ha un prezzo, anche se in matematica finanziaria non ha senso fare il confronto diretto tra due capitali: se il capitale A è di 50.000 Euro ed il capitale B è di 10.000 Euro, non ha senso dire che il capitale A è maggiore del capitale B; lo ha solo se, ad esempio, si riferiscono i due capitali al momento attuale (valuta).
Nei contratti che vengono stipulati con gli istituti di credito viene stabilito il regime di capitalizzazione a cui fare riferimento ed il compenso per il capitale prestato; la misura di tale compenso è regolata dal tasso unitario di interesse, definito come la misura del compenso relativo ad una unità di capitale riferita ad una unità di tempo. Il periodo di riferimento del tasso è definito come l'unità di tempo cui si riferisce il tasso unitario, mentre il periodo di impiego rappresenta la durata dell'operazione che deve essere effettuata. Infine, il periodo di capitalizzazione indica il periodo di tempo al termine del quale è disponibile l'interesse, così definito perché se l'interesse non viene pagato diventa capitale, producendo a sua volta interessi.
Nel regime di capitalizzazione semplice il periodo di capitalizzazione coincide con il periodo di impiego. Questo comporta il fatto che gli interessi non vengono mai capitalizzati e sono disponibili solo alla fine dell'operazione. Nella pratica, questo regime di capitalizzazione è poco utilizzato e solo per periodi brevi di tempo, generalmente inferiori all'anno.
Molto diffuso è invece il regime di capitalizzazione composta, nel quale il periodo di capitalizzazione è minore del periodo di impiego, per cui gli interessi si capitalizzano ogni volta che termina un periodo di capitalizzazione all'interno del periodo di impiego. A titolo di precisazione, occorre dire che se il periodo di impiego è un multiplo del periodo di capitalizzazione, si segue il regime di capitalizzazione composta. Se il periodo di impiego non è un multiplo del periodo di capitalizzazione, si segue il regime di capitalizzazione mista.
Relativamente al tasso d'interesse, si definisce tasso di interesse effettivo quel tasso nel quale il periodo di capitalizzazione coincide con quello di riferimento e si definisce tasso di interesse nominale quel tasso per il quale questa coincidenza non si verifica. Il tasso effettivo relativo ad 1/k di anno si indica con ik. Ad esempio, i2 = 0,04 indica che il tasso di interesse effettivo è relativo ad 1/2 di anno, vale a dire ad un semestre. Con jk si indica il tasso annuo nominale convertibile k volte. In questo tasso, il periodo di riferimento è l'anno, ma il periodo di capitalizzazione è 1/k di anno; l'interesse che si rende disponibile è 1/k del tasso.
In definitiva, con i si indica il tasso annuo effettivo, con ik il tasso effettivo relativo ad 1/k di anno e con jk il tasso annuo nominale convertibile k volte (divisibile k volte).
Due tassi effettivi si dicono equivalenti se applicati allo stesso capitale per lo stesso periodo di tempo forniscono lo stesso montante (valore equivalente del capitale ad un tempo posteriore alla sua valuta).
Le relazioni esistenti tra i, ik e jk sono le seguenti vedi formulario):

(1) i = (1 + ik)k - 1
(2) ik = (1 + i)1/k - 1
(3) jk = k*ik

Queste relazioni sono utili per determinare il tasso equivalente di alcune operazioni, come nel caso ad esempio di sottoscrizione di un contratto di mutuo con un istituto di credito per il quale sia indicato un tasso annuo effettivo (ad esempio, 4.5%) ed una rata semestrale.
Sulla base di quanto in precedenza indicato, possiamo dire che i = 0.045 e k = 2 (un semestre è uguale ad ½ di anno). Operando in regime di capitalizzazione composta non è possibile affermare che ik = i2 = i/2 = 0.045 / 2 = 0.0225, ma dovremo applicare la formula (2) con i = 0.045 e k = 2:

ik = (1 + i)1/k - 1 ==>
i2 = (1 + 0.045)1/2 - 1 ==>
i2 = 0.0222524

In regime di capitalizzazione composta, il tasso annuo effettivo del 4.5% equivale quindi ad un tasso semestrale del 2.22524% (inferiore alla metà del tasso noto, dato che come si è detto il periodo di capitalizzazione è minore del periodo di impiego).

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", quinto aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
La crisi d'impresa è in stallo
Strumento "Analisi società di calcio", quinto aggiornamento
Continuità aziendale e impairment test: due aspetti...
Falso in bilancio senza sconti per i sindaci
Il commercialista Arlecchino servitore di due padroni
Gestione feudale e prestiti agli amici: i crac bancari si...
Il monitoraggio parte dal bilancio e dalla tesoreria
Perché il nuovo Codice della crisi e dell'insolvenza imporrà...
Quante partite Iva può avere la stessa persona?
Codice della crisi, i benefici superano i costi
Indici di crisi a misura d'impresa. Controlli ogni tre mesi
E se le costose procedure di allerta fossero un'occasione...
Revisori e sindaci per le Srl, la miniguida alla scadenza del...
Buttati! I 4 rimedi contro l'ossessione del perfezionismo
Amministratore di società: cosa c'è da sapere?
Amministratori di società: la responsabilità diventa illimitata
Crisi d'impresa al primo test per sindaci e revisori
L'Inrl al tavolo con la nuova Ue
Scoperto di conto corrente: cosa succede
Modifiche alla norma sugli organi di controllo nelle srl non...
Crisi d'impresa, vi spiego perché la parola fallimento non...
La governance delle società alla luce del codice della crisi
Quando serve la Scia?
Business plan: che cos'è e come redigerlo
Come provare un contratto verbale
Srl, in ordine sparso sui collegi
Crisi d'impresa: la riforma discrimina sull'obbligo assetto!
Gli indicatori gestionali critici della continuità aziendale
La rappresentazione in bilancio delle commesse pluriennali
Il piano aziendale quale strumento di governance e...
Spa italiane, i cda sotto esame: più donne, ma pochi...
Strumento Analisi società di calcio, secondo aggiornamento
Il successo della riforma dipende dall'OCRI: un accorato...
Il codice della crisi; gli "indicatori significativi": la...
Troppo socialista per la City, ascesa e caduta di una ceo...
Riforma Bcc e la paura del "too small to fail"
Anatocismo, agire con i conti correnti aperti
Sulle finanze ti aiuta il revisore
Lo Stato controllore impunito per i danni agli enti controllati
Cda bancari, la stretta della Cassazione
Grant Thornton: «La scuola si prepari, il lavoro di oggi...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)