Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.012
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

S&P rivede Basilea 2: «Troppi punti deboli»
di Isabella Bufacchi
Il Sole 24 Ore
Martedì 22 aprile 2008

I nuovi criteri Basilea 2 per il calcolo dei requisiti patrimoniali di banche e intermediari sono stati "assolti" dall'ultimo rapporto del Financial Stability Forum, in quanto migliorano l'impianto di Basilea 1: ma restano perfettibili. Il documento FSF sollecita il rafforzamento del trattamento prudenziale previsto da Basilea 2, soprattutto per gli strumenti strutturati e le attività fuoribilancio. E apre un fronte di valutazione sulla «pro-ciclicità di Basilea 2». Standard&Poor's ha fatto tutto questo e non solo: è andata oltre. Per il rating di banche e intermediari finanziari, a partire da questa estate, inizierà a utilizzare un sistema di misurazione dei rischi indipendente, più puntuale e più uniforme su scala mondiale rispetto a Basilea 2 ma anche più gravoso in termini di accantonamento di riserve di capitale.
L'agenzia di rating S&P ha pubblicato nei giorni scorsi questa speciale metodologia di "risk adjusted capital ratio", sollecitando commenti e reazioni da parte degli addetti ai lavori, molti dei quali in Italia sono riuniti oggi a Roma per una due-giorni organizzata dall'Associazione Bancaria Italia su "Basilea 2 alla prova dei fatti". La fase propositiva di dialogo di S&P con il mercato durerà due mesi. Entro questa estate i ratios S&P inizieranno a essere applicati. «Nutriamo dubbi importanti su Basilea 2 - sostengono - Riteniamo che vi siano diversi punti deboli in fatto di coerenza e comparabilità con un trattamento inadeguato di alcune tipologie di rischio importanti». L'obiettivo di S&P è di rendere i capital ratios comparabili tra istituti diversi e di garantire lo stesso campo di gioco per tutti: «La nostra è una opinione indipendente sui requisiti di capitale delle banche - precisano - e non un sostituto di Basilea».
I criteri S&P mirano a spuntare la prociclicità di Basilea 2. Come ha spiegato al Sole 24 Ore Bernard de Longevialle, managing director di S&P, «Basilea 2, pur dopo le ultime modifiche che hanno appiattito la curva tra i rating "BBB" e "B", resta un metodo pro-ciclico: spinge l'economia quando va bene, incoraggia le banche a dare più credito, a correre più rischi, ad accantonare meno capitale quando c'è crescita mentre restringe il credito quando ce n'è più bisogno, quando l'economia va male. L'impostazione dei criteri S&P è diversa, passa attraverso il ciclo: incoraggia le banche a mettere da parte riserve di capitale quando il ciclo economico è buono, per prepararsi per i momenti bui e i tempi duri. Il nostro criterio è meno pro-ciclico, non aspetta la recessione per aumentare il capitale, ed è coerente a livello globale».
Ma quali e quanti sono gli interventi più rilevanti di S&P per perfezionare Basilea 2? L'agenzia di rating armonizza i criteri, rendendoli uguali per tutte le banche su scala mondiale. I sistemi interni di calcolo del rischio di credito introdotti da Basilea 2, infatti, cambiano da banca a banca (sono fatti-in-casa) e lasciano alle banche centrali nazionali un buon grado di discrezionalità. «Il calcolo del capitale di vigilanza su un portafoglio di mutui residenziali può differire molto tra sistemi diversi di rating interni sotto il cappello di Basilea 2 - sostiene Bernard de Longevialle - perché il calcolo della probabilità del default e del recupero del credito cambia da banca a banca». Un altro fronte di intervento è il trading book: secondo S&P, Basilea 2 non assegna un peso adeguato al rischio di default nel calcolo del Var (value at risk). Le carenze del Var, che prevede bene i rischi in tempi tranquilli ma funziona male in periodi di alta tensione, si riflettono su Basilea 2: per questo S&P prevede un accantonamento di capitale di vigilanza per il rischio di mercato nel trading pool triplo rispetto a Basilea 2.
Infine, il tempismo. Il metodo Basilea 2 viene adottato su scala globale con enormi gap temporali: il periodo di transizione, secondo gli addetti ai lavori, potrebbe durare più di dieci anni. Negli Usa questo sistema è stato circoscritto alle investment bank più grandi a partire dal 2009; intanto il sistema bancario giapponese è già operativo mentre in Europa solo alcune banche (nei Paesi nordici e in Germania) hanno applicato i primi due pilastri di Basilea 2 dal 2007 e quest'anno introdurranno il Terzo Pilastro sulle informazioni. In Italia solo Unicredit ha ottenuto l'approvazione del suo sistema di rating interno. L'avvio è dunque in ordine sparso: i ratios di S&P invece verranno usati a partire da questa estate per tutte le banche con rating, basandosi sulle informazioni provenienti dal Terzo Pilastro attese tra l'estate 2008 e il primo trimestre 2009.

* * *

Le novità

Il rischio disparità di metodo. Per i mutui residenziali di prima qualità (non subprime), S&P sostiene che l'uso di una stima di recupero credito al 90% piuttosto che all'85% nel caso di default si trasforma in un aumento della ponderazione del rischio del 50 per cento. L'uniformità del metodo di calcolo è dunque importante per confrontare l'affidabilità creditizia delle banche.
Il metodo S&P. Per i mutui ipotecari il risk weight S&P (ponderazione del rischio), nei Paesi industrializzati dovrebbe risultare al 19% circa, più alto rispetto a quello delle grandi banche che potrebbe oscillare attorno al 10 per cento. Quindi per S&P il capitale allocato dovrebbe essere quasi doppio rispetto a quello di Basilea 2.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Il monitoraggio parte dal bilancio e dalla tesoreria
La felicità sul posto di lavoro non è un lusso e non va...
Soggetti non quotati e principi contabili internazionali
Perché il nuovo Codice della crisi e dell'insolvenza imporrà...
Guadagna di più l'imprenditore o il dipendente? Svelato il...
Nuovo codice della crisi d'impresa, occasione per le Pmi
Assonime: la riforma del fallimento è già fallita
La determinazione dello "stato di avanzamento" delle...
L'Inrl al tavolo con la nuova Ue
Il fallimento non c'è più le parole dell'economia cambiano...
Modifiche alla norma sugli organi di controllo nelle srl non...
Fisco, i 15 trucchi per nascondere l'Iva: caccia a 36 miliardi
Fisco, controlli selettivi sui conti delle persone fisiche
Per intercettare la crisi preferibile scegliere il sindaco
Prelievo dal conto in banca: il creditore può revocarlo?
Quando serve la Scia?
Come provare un contratto verbale
Allerta, c'è la crisi: le aziende da salvare e i dubbi sul...
Indici della crisi derogabili con attestazione
Ferrero sempre più forte, anche grazie a queste 17 regole...
Da contabile a stratega: così cambia il ruolo del Cfo in...
Srl: atto costitutivo o statuto da modificare, ma non sempre
Chi di indipendenza ferisce, di indipendenza perisce
Revisione delle piccole e piccolissime imprese, l'attività da...
Se vuoi pensare come un leader, devi agire come un leader
Le 5 abilità più richieste dai datori di lavoro per Linkedin
Società in house un ibrido mal riuscito
Riforma legge fallimentare: quali soglie per il regime di...
Anatocismo, agire con i conti correnti aperti
I revisori legali presentano proposta di legge sulla...
«Per le imprese sane rischi limitati: le banche fanno la fila...
Azienda Italia, il vertice non cambia al timone meno...
Cda bancari, la stretta della Cassazione
Società quotate, i commercialisti spingono per...
Direct lending, così fondi ed enti previdenziali saltano le...
Strumento "Analisi società di calcio", primo aggiornamento
I controlli sul no profit setacciano utili e attività
Il D.Lgs. 81/2008 "Testo Unico sulla Salute e Sicurezza...
Perché gli avvocati sono pagati sempre meno? Una...
A guardia ci sono i lupi: ecco perché l'Europa non batte...
Whistleblowing, tutte le incognite per chi denuncia un...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)