Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.966
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Srl: atto costitutivo o statuto da modificare, ma non sempre
di Luciano De Angelis
Italia Oggi
Venerdì 11 gennaio 2019

Entro il 2019 molte srl dovranno modificare il proprio atto costitutivo o statuto per prevedere la nomina del sindaco unico, del collegio sindacale o del revisore. Tale obbligo riguarderà anche molte coop che, nella forma di srl, fino ad oggi potevano essere esentate dai controlli ma che vi saranno attratte in relazione alle nuove norme.
Sono alcuni degli effetti degli artt. 379 e 389 nel nuovo codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza, approvato ieri, definitivamente dal consiglio dei ministri (si vedano Italia Oggi del 9 e del 10 gennaio 2019; ndr: non disponibili).
I presumibili tempi tecnici della riforma
Il comma 3 dell'art. 379 regolamenta le disposizioni transitorie attinenti alle necessarie modifiche statutarie e la tempistica per la prima nomina dei controllori.
In merito alle modifiche statutarie le società a responsabilità limitata e le società cooperative costituite alla data di entrata in vigore dell'articolo dianzi citato (30 giorni dopo la pubblicazione del decreto in G.U., ai sensi dell'art. 389 delle nuove norme), avranno nove mesi di tempo per modificare l'atto costitutivo e lo statuto adeguandolo alle nuove disposizioni (si veda Italia Oggi del 9 Gennaio; ndr: non disponibile).
A riguardo, ipotizzando la pubblicazione del decreto in G.U. nel mese di febbraio gli statuti dovranno essere modificati, presumibilmente entro il dicembre 2019.
L'obbligo di modifica statutaria
A questo punto bisognerà capire se e come gli statuti delle srl dovranno essere modificati.
Fino alla scadenza dell'obbligo per le modifiche, peraltro, viene previsto che le previgenti disposizioni dell'atto costitutivo o statuto conservino la loro efficacia anche se non sono conformi alle nuove regole.
Appare da ritenersi che molto dipenderà dalle clausole attraverso le quali l'atto costitutivo (o lo statuto) prevedono, nella srl la disciplina della nomina dell'organo di controllo o del revisore e se tale nomina è contemplata.
Nel caso in cui lo statuto preveda ad esempio: «La nomina dell'organo di controllo o del revisore avviene nei casi in cui la legge renda tale nomina obbligatoria», oppure «La nomina dell'organo di controllo o del revisore si rende obbligatoria al superamento dei parametri previsti dall'art. 2477 c.c.» o espressioni analoghe, le modifiche potrebbero non essere necessarie, essendo l'atto costitutivo e statuto già in linea con le nuove regole.
Diversamente, qualora lo statuto prevedesse, ad esempio, che «La nomina dell'organo di controllo o del revisore è obbligatoria al superamento dei parametri di cui all'art. 2435-bis c.c. e negli altri casi previsti dall'art. 2477 c.c. (o dizioni equivalenti)», il contratto sociale dovrà essere modificato per tener conto dei nuovi parametri di nomina. Obblighi di modifica, scatteranno, evidentemente, anche nei casi in cui l'atto costitutivo o lo statuto sociale nulla prevedessero in tema di controlli.
La nomina dell'organo di controllo o del revisore
A questo punto si pone l'obbligo di nominare il nuovo sindaco unico o revisore, che diverrà obbligatorio quando, nei due esercizi che antecedono quello in cui si rendono necessarie le modifiche statutarie (quindi presumibilmente l'esercizio 2017 e l'esercizio 2018), si superino i parametri di cui al novellato articolo 2477 c.c. Pur nella chiara intenzione del legislatore di accelerare le nomine nella seconda parte del 2019 (tale volontà traspare d'altro canto con chiarezza sia nella relazione di accompagnamento ove si legge che il legislatore «fissa in nove mesi il termine entro il quale le società interessate dovranno provvedere alla nomina dell'organo di controllo» e sia nell'aver fissato agli esercizi 2017 e 2018 quelli di osservazione ai fini della valutazione del superamento delle nuove soglie dimensionali) tali tempistiche creano notevoli perplessità. In considerazione della circostanza che le modifiche statutarie potrebbero essere completate a dicembre (e quindi in epoca di chiusura del bilancio 2019), parrebbe a riguardo più ragionevole consentire che tale nomina possa avvenire non in tale mese in cui non vi sarebbero neppure i tempi tecnici per la conoscenza dell'azienda e della sua attività e per effettuare la pianificazione dei lavori sul bilancio 2019, ma con le assemblee che approvano detto bilancio e quindi nell'aprile/giugno 2020. D'altro canto sarebbero tempi pur sempre idonei a consentirebbe all'organo di controllo e al revisore di assolvere ai nuovi compiti che verranno ad essi demandati (in particolare nelle nuove procedura di allerta) quando, nel mese di luglio/agosto 2020 (18 mesi dalla pubblicazione in Gazzetta del nuovo articolato) l'integrale riforma della crisi d'impresa sarà operativa.
Le cooperative
Nelle cooperative attualmente l'obbligo di controllo legale dei conti si determina quando la società, superando i parametri di cui all'art. 2519 del codice civile, deve necessariamente organizzarsi nella forma di spa. Ciò in virtù dell'applicabilità in questi casi dell'art. 2409-bis c.c. Ulteriore situazione in cui la società dovrà provvedere alla nomina del collegio sindacale o del revisore, ai sensi dell'art. 2543 c.c. si verifica al superamento dei parametri dell'art. 2477, che ora anche per le coop devono intendersi modificati. Da ciò consegue che, con le nuove norme, l'obbligo di nominare l'organo di controllo o il revisore nelle coop scatterà (molto più frequentemente che in passato) quando verranno superati i limiti più bassi fra quelli dell'art. 2477 c.c e 2519 c.c. Anche per dette società, in forma di srl, potrebbe rendersi obbligatorio provvedere alle relative modifiche statutarie.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Strumento Analisi società di calcio, secondo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
ReportCalcio 2019 della Figc
Srl, raddoppiano i limiti per l'organo di controllo
Da contabile a stratega: così cambia il ruolo del Cfo in...
Crisi d'impresa: la riforma discrimina sull'obbligo assetto!
Come creare start up innovative
Il Codice della crisi di impresa e dell'insolvenza: i nuovi...
Se divento socio di una snc rispondo dei debiti anteriori?
Il piano aziendale quale strumento di governance e...
Revisione delle piccole e piccolissime imprese, l'attività da...
Una spinta a Pir e venture capital
Lavoro e disabilità: guida pratica per l'azienda
Controllo di gestione: come si svolge la metamorfosi da...
Troppo socialista per la City, ascesa e caduta di una ceo...
Amore e passione in ufficio per un lavoratore su due
Mifid II, le opportunità per il private banking
I revisori legali presentano proposta di legge sulla...
Società quotate, i commercialisti spingono per...
Calcio europeo, alta finanza all'assalto per dividersi una...
Grant Thornton: «La scuola si prepari, il lavoro di oggi...
Dal Vice Presidente del Parlamento UE diretto sostegno ai...
Se in Italia tanto risparmio viene sprecato la colpa è anche...
Il differimento dei termini per l'approvazione del bilancio...
OIC 11 - Finalità e postulati del bilancio d'esercizio...
Una società di capitali può essere nominata...
La correzione degli errori di bilancio
Categorie al fotofinish sul Gdpr
Consulenti e revisori insieme
Fatturazione elettronica obbligatoria, l'allarme dei...
Dirigenti d'azienda: dove e come si guadagna di più
Novità per le srl nella Riforma del fallimento
Juve, Roma, Udinese, Sassuolo: la guerra all'ultimo stadio...
Professionisti, le spine dell'equo compenso: sono più i casi...
«Lobby medioevali vogliono l'oligopolio, ma una soluzone...
L'impresa teme più la mancanza di talenti che di soldi
L'allerta salva azienda chiede competenze forti
OK ai commercialisti specialisti
Commercialisti, la svolta
I giovani bocciano la formazione scolastica
Riforma del non profit sotto esame: aspettando i decreti...
La persona torna al centro, la tecnologia fa da supporto...
Legge fallimentare, arrivano gli allerta pre-crisi. Ecco le...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2019  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)