Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Approfondimenti Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.024
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamento del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E' possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Approfondimenti - Documento

Soggetti non quotati e principi contabili internazionali
di Gennaro Napolitano
Maggio 2019

Pubblicato sul sito www.ecnews.it in data 13 maggio 2019.

* * *

La legge di bilancio 2019 ha introdotto la facoltà, in luogo dell'obbligo, per taluni soggetti non quotati, di applicare i principi contabili internazionali Ias/Ifrs (articolo 1, commi 1070–1071, L. 145/2018). In particolare, il legislatore è intervenuto sul D.Lgs. 38/2005 (recante norme per l'esercizio delle opzioni previste dall'articolo 5 Regolamento (CE) 1606/2002 in materia di principi contabili internazionali), inserendovi il nuovo articolo 2-bis.
Prima di esaminare le novità recate dalla Legge di bilancio, è opportuno brevemente ricordare che, a livello europeo, nel corso degli ultimi anni, è stato perseguito con decisione l'obiettivo dell'armonizzazione delle regole contabili.
In passato, infatti, il disallineamento di tali regole impediva di mettere a confronto i bilanci predisposti dalle imprese appartenenti a Stati membri diversi con il risultato di ostacolare la crescita dei mercati.
Proprio per superare questa situazione, da diversi anni l'Unione europea ha intrapreso la strada dell'armonizzazione, introducendo all'interno di ciascuno Stato i principi contabili internazionali Ias/Ifrs, elaborati dall'International Accounting Standards Board (Iasb), organismo indipendente la cui mission è sviluppare e implementare gli standard IFRS con l'obiettivo di assicurare trasparenza, responsabilità ed efficienza nei mercati finanziari e di favorire la fiducia, la crescita e la stabilità finanziaria a lungo termine nell'economia globale. I principi Ias/Ifrs, quindi, rappresentano un sistema di regole contabili coordinato e riconosciuto a livello internazionale.
Il Regolamento (CE) 1606/2002 ha come obiettivo l'adozione e l'utilizzazione di principi contabili internazionali nella Comunità per armonizzare l'informazione finanziaria presentata dalle società, al fine di garantire un elevato livello di trasparenza e comparabilità dei bilanci e, quindi, l'efficiente funzionamento del mercato europeo dei capitali e del mercato interno.
Nell'ambito dell'ordinamento nazionale, è il D.Lgs. 38/2005 a prevedere, a partire dal 1° gennaio 2005, l'applicazione dei principi contabili internazionali.
Ciò premesso, il nuovo articolo 2-bis del citato decreto legislativo, rubricato appunto "Facoltà di applicazione", espressamente prevede che "i soggetti di cui all'articolo 2 i cui titoli non siano ammessi alla negoziazione in un mercato regolamentato hanno facoltà (in luogo dell'obbligo) di applicare i principi contabili di cui al presente decreto".
L'articolo 2 D.Lgs. 38/2005, sulla base della disciplina di matrice europea, elenca i soggetti cui si applicano i principi Ias/Ifrs. A tal proposito, si ricorda che l'articolo 4 del già richiamato Regolamento UE 1606/2002 dispone che le società s oggette al diritto di uno Stato membro redigono i loro conti consolidati conformemente ai principi contabili internazionali, qualora, alla data del bilancio, i loro titoli siano ammessi alla negoziazione in un mercato regolamentato di un qualsiasi Stato membro. Peraltro, il successivo articolo 5 fa salva la possibilità per gli Stati membri di estendere l'applicazione di detti principi anche ad altre società, sebbene non quotate.
Sulla base di quanto stabilito dall'articolo 5, il legislatore italiano, con il ricordato articolo 2 D.Lgs. 38/2005, ha esteso l'applicazione dei principi contabili internazionali a un numero di soggetti ben più ampio delle società quotate. La disposizione in esame, infatti, prevede che sono assoggettati all'obbligo di redazione del bilancio secondo i principi Ias/Ifrs:

- le società che emettono strumenti finanziari ammessi alla negoziazione in mercati regolamentati di qualsiasi Stato membro dell'Unione europea (società quotate);
- le società che emettono strumenti finanziari diffusi tra il pubblico in misura rilevante, sebbene non quotati in mercati regolamentati;
- le banche, le società finanziarie italiane e le società di partecipazione finanziaria mista italiane che controllano banche o gruppi bancari; le società di intermediazione mobiliare (Sim), le società di gestione del risparmio (Sgr), gli istituti di moneta elettronica e gli istituti di pagamento;
- le società consolidate da quelle assoggettate all'obbligo di adozione dei principi contabili internazionali, eccezion fatta per le società minori che possono redigere il bilancio in forma abbreviata;
- le imprese di assicurazione quotate, ovvero quelle che redigono il bilancio consolidato del gruppo assicurativo (cfr. articolo 95 D.Lgs. 209/2005, recante il Codice delle assicurazioni private).

Per effetto delle novità previste dalla Legge di bilancio 2019, quindi, le società non quotate (ovvero i cui titoli non sono ammessi a negoziazione su un mercato regolamentato) applicano i principi contabili internazionali su base facoltativa; esse, di conseguenza, possono scegliere di redigere il bilancio facendo ricorso ai principi contabili nazionali.
Tali società, in base alla disciplina previgente, risultavano invece incluse nel novero dei soggetti che obbligatoriamente devono adottare gli Ias/Ifrs.
Le società in esame possono avvalersi della facoltà a decorrere dall'esercizio precedente all'entrata in vigore della Legge di bilancio (avvenuta il 1° gennaio 2019).

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Analisi di bilancio società di calcio
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Il virus della crisi d'impresa
Fallimento e Crisi d'Impresa 2020
Gestione feudale e prestiti agli amici: i crac bancari si...
Formazione revisori, il fisco va in fuorigoco
La felicità sul posto di lavoro non è un lusso e non va...
Divieto di contanti e pagamenti elettronici: nuove regole
Quante partite Iva può avere la stessa persona?
Nuovo codice della crisi d'impresa, occasione per le Pmi
Controllo delle situazioni contabili trimestrali da chiarire
Alert, i debiti tributari ora fanno paura
Assonime: la riforma del fallimento è già fallita
Procedure di allerta, sei mesi in più per le nano imprese
Sedata la crisi d'impresa
Srl: dal revisore unico al collegio, i dubbi su nomina e...
Revisori e sindaci per le Srl, la miniguida alla scadenza del...
Errori fiscali: conseguenze e rimedi
Gli adeguati assetti obbligatori della srl
L'Inrl al tavolo con la nuova Ue
Garavaglia: via l'obbligo dei revisori nelle srl più piccole
Riuscirà il Fisco a farci investire una parte dei 1500...
Ferrero sempre più forte, anche grazie a queste 17 regole...
Sempre più scomoda la poltrona dei cda nelle società
Addio profitto, scopo dell'impresa è la felicità di chi ne fa...
Da contabile a stratega: così cambia il ruolo del Cfo in...
Licenziate i lecchini. I dirigenti competenti non hanno...
Nelle imprese c'è posto per 193mila super-tecnici. Ma uno...
Il piano aziendale quale strumento di governance e...
Lavoro, le quattro competenze che fanno la differenza e...
Spa italiane, i cda sotto esame: più donne, ma pochi...
Il successo della riforma dipende dall'OCRI: un accorato...
Le agenzie di rating: chi sono, cosa fanno e perché il loro...
Lo Stato controllore impunito per i danni agli enti controllati
Cda bancari, la stretta della Cassazione
Scartati nei colloqui di lavoro perché troppo qualificati...
La riforma che verrà: il ruolo determinante dei sindaci e...
Lo Z-Score di Altman: 5 cose da conoscere per usarlo meglio
La correzione degli errori di bilancio
Privacy, rischi da valutare subito
Banche, multa da 11 milioni a Bnl, Intesa e Unicredit...
Novità per le srl nella Riforma del fallimento
10 motivi per assumere un manager cinquantenne
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)