Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.012
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Sana gestione in banca? E' anzitutto patrimonio
di Marina Brogi (Economia e tecnica dei mercati finanziari, Università La Sapienza di Roma)
Il Sole 24 Ore
Giovedì 26 novembre 2009

Lo studio instancabile dell'economia delle aziende di credito ha portato Tancredi Bianchi a focalizzare fin dagli anni 60 la centralità del patrimonio come fattore strategico. Patrimonio, risparmio e credito sono, nel suo pensiero, dimensioni inscindibili di una gestione bancaria «che consegue e può mantenere posizioni di equilibrio economico, finanziario e patrimoniale solo se la consistenza della raccolta e degli impieghi volge all'accrescimento». Dunque: la banca è vitale se favorisce lo sviluppo dell'economia e in quel pattern la banca stessa progressivamente si rafforza. E' per questo che, già nel 2007, Bianchi avverte la gravità di «una crisi bancaria diffusa, con un comune peggioramento della qualità degli attivi»; e subito segnala: «La patrimonializzazione e i criteri antichi di sana e prudente gestione tornano di moda». Al centro della sue riflessioni critiche, non a caso, sono «l'obiettivo della massima redditività nel breve termine e l'ampio ricorso all'effetto leva e alla securitization per "risparmiare" mezzi propri».
Il progressivo indebolimento della capitalizzazione ha interessato anche le banche italiane, ancorché in misura minore rispetto all'estero. Sebbene le diverse componenti del patrimonio siano aumentate e il "patrimonio di vigilanza" sia quasi raddoppiato, tale trend non ha migliorato i ratio. Questi ultimi - a livello aggregato - hanno registrato un andamento oscillante e risultano più contenuti per i gruppi maggiori. Qui l'aumento della dimensione (principalmente per vie esterne) non si è accompagnato a un aumento della solidità.
In presenza di livelli di redditività elevati, fino al 2008 le banche italiane, soprattutto le maggiori, hanno preferito adottare politiche di dividendo molto generose, limitando gli accantonamenti a riserva. Gli incrementi patrimoniali, necessari per accompagnare l'aumento degli asset ponderati per il rischio, non sono avvenuti per mezzo di aumenti di capitale bensì principalmente tramite prestiti subordinati o a altri strumenti tier 2.
L'introduzione di Basilea 2, maggiormente prociclico, e degli Ias (essi pure prociclici perché, di fatto, collegano la patrimonializzazione all'andamento dei mercati) può favorire e amplificare tensioni di liquidità, propagandole nel sistema economico. L'illiquidità dei mercati può a sua volta ripercuotersi negativamente sulla dotazione patrimoniale delle banche, spingendole alla vendita di attività e al rientro dei prestiti (con rischio di credit crunch) in alternativa all'aumento di capitale. E' per contrastare questa degenerazione della crisi che il Financial Stability Board, presieduto da Mario Draghi, è passato negli ultimi mesi dall'auspicio di un sistema con regole diverse e più efficaci, alla sollecitazione di una regulation più stretta e articolata. Ma nel sistema bancario, già molto regolato, sarebbe già un passo importante rendere davvero operative le regole esistenti.
Riguardo agli Ias, il principio del mark-to market illude che sul mercato si possa reperire liquidità in caso di bisogno: ma questo, in tempi di crisi, si è rivelato possibile solo a valori di pesante realizzo. La modifica dello Ias 39 ha consentito alle banche di riclassificare le attività, secondo i principi della sana e prudente gestione pare una scelta corretta: ma lo sarebbe anche la possibilità di effettuare accantonamenti per le perdite attese (e non solo contabilizzate secondo gli Ias).
Per quanto riguarda Basilea 2 occorre invece prevedere un aumento nei coefficienti minimi patrimoniali. L'utilizzo standard di rating esterni fa sì che la banca perda tendenzialmente le competenze di analisi del merito di credito delle imprese clienti. I modelli interni, pur validati dalla Vigilanza, possono risultare meno trasparenti. Il terzo pilastro di Basilea 2 è probabilmente non del tutto interpretato: un buon rapporto con il mercato è un buon presupposto per relazioni più solide con gli investitori attuali e potenziali (in vista di aumenti di capitale). Al contrario, il mercato sembra aver spinto i banchieri verso pay-out elevati e verso l'espansione degli strumenti tier 2 nel patrimonio di vigilanza.
Forse la crisi segnerà il ritorno a principi antichi cari a Tancredi Bianchi. Nel frattempo, occorre che siano le authority a imporre un graduale innalzamento nei requisiti minimi patrimoniali sapendo che il mercato, per sua natura, potrebbe di nuovo interpretarli come dotazioni massime.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Analisi di bilancio società di calcio
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Il monitoraggio parte dal bilancio e dalla tesoreria
La felicità sul posto di lavoro non è un lusso e non va...
Soggetti non quotati e principi contabili internazionali
Perché il nuovo Codice della crisi e dell'insolvenza imporrà...
Guadagna di più l'imprenditore o il dipendente? Svelato il...
Nuovo codice della crisi d'impresa, occasione per le Pmi
Assonime: la riforma del fallimento è già fallita
La determinazione dello "stato di avanzamento" delle...
L'Inrl al tavolo con la nuova Ue
Il fallimento non c'è più le parole dell'economia cambiano...
Modifiche alla norma sugli organi di controllo nelle srl non...
Fisco, i 15 trucchi per nascondere l'Iva: caccia a 36 miliardi
Fisco, controlli selettivi sui conti delle persone fisiche
Per intercettare la crisi preferibile scegliere il sindaco
Prelievo dal conto in banca: il creditore può revocarlo?
Quando serve la Scia?
Come provare un contratto verbale
Allerta, c'è la crisi: le aziende da salvare e i dubbi sul...
Indici della crisi derogabili con attestazione
Ferrero sempre più forte, anche grazie a queste 17 regole...
Da contabile a stratega: così cambia il ruolo del Cfo in...
Srl: atto costitutivo o statuto da modificare, ma non sempre
Chi di indipendenza ferisce, di indipendenza perisce
Revisione delle piccole e piccolissime imprese, l'attività da...
Se vuoi pensare come un leader, devi agire come un leader
Le 5 abilità più richieste dai datori di lavoro per Linkedin
Società in house un ibrido mal riuscito
Riforma legge fallimentare: quali soglie per il regime di...
Anatocismo, agire con i conti correnti aperti
I revisori legali presentano proposta di legge sulla...
«Per le imprese sane rischi limitati: le banche fanno la fila...
Azienda Italia, il vertice non cambia al timone meno...
Cda bancari, la stretta della Cassazione
Società quotate, i commercialisti spingono per...
Direct lending, così fondi ed enti previdenziali saltano le...
Strumento "Analisi società di calcio", primo aggiornamento
I controlli sul no profit setacciano utili e attività
Il D.Lgs. 81/2008 "Testo Unico sulla Salute e Sicurezza...
Perché gli avvocati sono pagati sempre meno? Una...
A guardia ci sono i lupi: ecco perché l'Europa non batte...
Whistleblowing, tutte le incognite per chi denuncia un...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)