Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Approfondimenti Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.052
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamento del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E' possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Approfondimenti - Documento

Remote working: 4 aspetti positivi del lavorare da casa
a cura della Redazione del sito centodieci.it
Aprile 2019

Pubblicato sul sito www.centodieci.it in data 30 aprile 2019.

* * *

Che cosa si intende per remote working? La possibilità di lavorare da remoto, a prescindere di essere o meno nella sede di quello che è il nostro luogo di lavoro. Complice la tipologia delle mansioni, in questi anni molto più slegata dalle dinamiche d'ufficio e le nuove tecnologie, che permettono di lavorare anche allo stesso foglio di lavoro anche da migliaia di chilometri di distanza – a patto di sveglie improbabili se il fuso orario è differente – oggi lo smart work è sempre più comune. Di conseguenza, spesso si tende a credere che il lavoratore "nomadico" viva una vita di privilegi. Come sempre, questo è vero solo in parte ed è anch'esso soggetto ad alcune regole ben precise, come tutti gli altri lavori.
Il remote working si inserisce all'interno del concetto più ampio di smart working, ed è fortemente legato all'innovazione dei modelli di lavoro. Una modalità che secondo l'Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano è adottabile solo se vengono soddisfatti tre parametri: la dotazione tecnologica, la predisposizione delle persone e le caratteristiche dei compiti. Il remote worker infatti, anche se da remoto, deve trovarsi nelle condizioni di lavorare come e quanto i suoi colleghi: a livello pratico i compiti devono essere ugualmente portati a termine, sia che uno sia seduto alla sua postazione in ufficio sia che stia lavorando dal divano di casa.
Dalla classifica delle prime 100 aziende più orientate a queste modalità di lavoro, rilasciata da Flexjobs, una società americana che si occupa di annunci di lavoro flessibili (tra cui part-time, telelavoro e freelance), il podio del 2018 è composto da Vipkid, Appen e Conduent, ma ci sono anche nomi come Amazon e Humana.
Le opportunità di lavoro flessibile – anche solo in parte, ad esempio un giorno a settimana – sono in costante aumento perché avviano un percorso virtuoso che coinvolge i dipendenti, l'azienda e anche l'ambiente. Ma non ci sono soltanto lati positivi: ci sono dei lati oscuri nel lavorare da remoto, come il senso di isolamento, la mancanza di contatto umano e il rischio di non staccare mai. Per chi però ha introiettato (o ha naturalmente questa predisposizione) l'organizzazione, il metodo e la responsabilità, ci sono quattro evidenti vantaggi:
1) Essere più produttivi. Lavorare in un ambiente comodo porta ad avere un team più concentrato e produttivo, innescando un processo che insegna a lavorare in modo organizzato e per obiettivi. Il bilanciamento tra il lavoro in ufficio e quello virtuale è fondamentale. Gli strumenti in questo caso sono cruciali e imparare a usare quelli giusti può aiutare a risparmiare tempo e chilometri. Documenti, presentazioni, meeting non richiedono più la presenza fisica grazie a strumenti concepiti ad hoc. I grandi colossi del mondo digitale hanno tutti la loro proposta di applicazioni, a partire da Google e Dropbox. Conoscerne le potenzialità può aiutare a concepire la gestione dei progetti in modo diverso fin dall'inizio.
2) Non ci si deve spostare. Oltre a risparmiare tempo perché non si devono scegliere i vestiti, non ci si deve assicurare di aver preso tutto il necessario prima di chiudere la porta di casa e non si deve percorrere il tragitto da casa al lavoro, si risparmiano anche carburante, ticket, e abbonamenti ai mezzi. Se si decide di lavorare da casa è consigliabile però crearsi un piccolo rituale che vi faccia entrare nel mood lavorativo, ad esempio rimanere in pigiama potrebbe ostacolare la vostra produttività. Vestirsi e scegliere un luogo organizzato per lavorare potrebbe farvi concentrare meglio e prima.
3) Si può lavorare ovunque. Pur sottostando ai vincoli dei normali orari stabiliti per il lavoratore, il remote working non deve essere necessariamente svolto da casa. Potenzialmente si può essere dovunque, in qualunque posto del mondo e si può scegliere una scrivania di una stanza, il salotto di casa o una terrazza vista mare, basta rispettare le consegne e accertarsi che il luogo scelto non comprometta l'efficacia nella vostra operatività. É meglio quindi non scegliere luoghi troppo affollati e prediligere quelli in cui ci si può connettere con facilità ad un Wi-fi o al vostro hotspot, cercando di prevedere eventuali imprevisti che potrebbero non rendervi reperibili quando richiesto.
4) Si lavora con più serenità. Se si lavora tra le mura domestiche è più facile ridurre i fattori esterni di stress come il traffico, i colleghi fastidiosi e cartellini da timbrare. C'è un particolare beneficio per quella categoria di lavoratori che hanno l'esigenza di una maggiore flessibilità, ad esempio i genitori con figli molto piccoli, le famiglie che devono provvedere alla cura di anziani, i professionisti diversamente abili, che si possono così dividere meglio tra vita privata e vita professionale. Sollevare i dipendenti o i collaboratori dalla preoccupazione di dover organizzare logisticamente la gestione di bambini o anziani da assistere potrebbe aiutare a lavorare con la giusta tranquillità.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", quarto aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
«Troppi debiti con le banche, le imprese cerchino capitali...
Revisione legale nelle nano imprese. Chiarita la...
Assemblea di bilancio da convocare entro il 28 giugno 2020
Rischio bancarotta con il ricorso al credito dello stato
«Dl liquidità da cambiare: niente istruttoria delle banche...
Pmi, come evitare il rischio di contenziosi da coronavirus
Il commercialista e la crisi: «Lavoro, ma nessuno paga...
Responsabilità amministratori e riforma della crisi d'impresa
Codice della crisi d'impresa: le modifiche al codice civile...
Il commercialista Arlecchino servitore di due padroni
Gestione feudale e prestiti agli amici: i crac bancari si...
Indici allerta, doppio binario per il calcolo del Dscr
Sindaco o revisore unico, questo è il problema. Perché non...
La felicità sul posto di lavoro non è un lusso e non va...
Divieto di contanti e pagamenti elettronici: nuove regole
Quante partite Iva può avere la stessa persona?
Nuovo codice della crisi d'impresa, occasione per le Pmi
Controllo delle situazioni contabili trimestrali da chiarire
Partite le segnalazioni alle società tenute alla nomina del...
Alert, i debiti tributari ora fanno paura
Buttati! I 4 rimedi contro l'ossessione del perfezionismo
ReportCalcio 2019 della Figc
Quattro errori dei manager che fanno fallire le aziende
Riuscirà il Fisco a farci investire una parte dei 1500...
Fallimento e crisi d'impresa: uno strumento per essere...
Come creare start up innovative
Srl: atto costitutivo o statuto da modificare, ma non sempre
Rinuncia dei soci ai crediti verso la partecipata
Come investire i risparmi senza rischi
Se vuoi pensare come un leader, devi agire come un leader
Le 5 abilità più richieste dai datori di lavoro per Linkedin
Le 5 regole indispensabili per dare un feedback davvero...
Spa italiane, i cda sotto esame: più donne, ma pochi...
Lo smart working in Italia non cresce perché manca la...
Anatocismo, agire con i conti correnti aperti
Le agenzie di rating: chi sono, cosa fanno e perché il loro...
Società quotate, i commercialisti spingono per...
Confidi al rilancio con la riforma del fondo
Valutazione dell'azienda in crisi con analisi preliminare
Indice di allerta nelle crisi di impresa: esiste, funziona...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)