Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.024
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamento del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E' possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Rating fragili per l'azienda Italia
di Claudio Pasqualetto
Il Sole 24 Ore
Venerdì 9 febbraio 2007

La solvibilità delle aziende del sistema Italia è in lento miglioramento, legata anche alla ripresa economica, ma restano ancora molto alte le percentuali delle imprese che, alla luce dei criteri di Basilea 2, sono giudicate vulnerabili, il 69,1%, o in situazione ad alto rischio di default, il 5,16 per cento.
Lo rileva l'indagine annuale di Eu-Ra, unico istituto italiano di rating nato da uno spin off dell'Università di Trieste con la partnership, tra gli altri, di Banca Generali. L'analisi ha preso in esame un campione di poco meno di 220mila aziende avendo come base i bilanci depositati presso le Camere di commercio. Nel triennio di confronto 2003-2005 le aziende a più alto tasso di affidabilità, con rating tripla A, sono salite dallo 0,58 allo 0,72%; quelle a doppia B, primo gradino di vulnerabilità, sono scese dal 22,67 al 22,56%; mentre quelle a tripla C, dove la situazione è già di pericolosità, sono salite dal 21,61 al 22,07 per cento. Nella media le "Investment grade" sono passate dal 25,64 al 25,74%; le "Non investment grade" dal 69,27 al 69,1%; le "Distressed" dal 5,09 al 5,16 per cento. Nelle proiezioni sul 2006 e 2007 il recupero continua, sia pure in misura molto limitata, con un certo dinamismo soprattutto nella categoria a medio rischio in migrazione verso posizioni più sicure. «Gli elementi di debolezza delle imprese italiane sono quelli ampiamente noti - spiega Maurizio Fanni, coordinatore della ricerca - e vanno dalla sottocapitalizzazione alla fragilità strutturale, nel triennio però si registra una generale ripresa positiva del fatturato con l'Ebitda che diventa positivo nel 2005. Riprende anche l'Ebit anche se il tasso di crescita rimane ancora negativo. Risultano stazionari sia la redditività degli investimenti che quella delle vendite mentre il Roe, l'indicatore della redditività del capitale proprio investito, ha superato in termini di valori mediani nel 2005 il Roi e contemporaneamente il tasso free risk nel periodo».
L'analisi geografica vede il Nord-Ovest, seguito dal Nord-Est, nelle posizioni di maggiore stabilità, mentre Sud ed Isole danno i risultati più preoccupanti. Non mancano nella ricerca di Eu-Ra alcune conferme a situazioni già evidenziate dagli analisti economici: più l'azienda è grande, più aumenta il suo tasso di solvibilità. Se appena il 24,55% delle imprese con fatturato fino a 5 milioni entra fra le "Investment grade", la percentuale sale al 29,96% per la classe di fatturato fra i 5 ed i 50 milioni e schizza al 37,27% per chi supera la soglia dei 50 milioni nei ricavi.
Ci sono anche alcune curiosità. Il Trentino Alto Adige, ad esempio, è la regione leader per numero di imprese 'sicure' con il 30,85% nel 2005, ma vanta anche il primato in negativo lo stesso anno con il 6,88% di aziende "Distressed".
Quanto ai singoli settori a dormire i sonni più tranquilli sono quanti operano nelle intermediazioni finanziarie ed immobiliari ma anche tutto il mondo dei servizi e soprattutto delle utilities. Chi sta peggio, invece, ed ha il primato negativo di solvibilità, sono albergatori e ristoratori. «Il miglioramento segue in verità più i ritmi della ripresa che quelli dettati da comportamenti più virtuosi - precisa Fanni - ma in ogni caso c'è. E' impossibile fare un confronto con altri Paesi europei, ma le aziende sembrano essere sensibili al problema e cominciano a tradurre in atti concreti questa sensibilità».

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Il virus della crisi d'impresa
Formazione revisori, il fisco va in fuorigoco
Guadagna di più l'imprenditore o il dipendente? Svelato il...
Quante partite Iva può avere la stessa persona?
Nuovo codice della crisi d'impresa, occasione per le Pmi
Controllo delle situazioni contabili trimestrali da chiarire
Alert, i debiti tributari ora fanno paura
Sedata la crisi d'impresa
Indici di crisi a misura d'impresa. Controlli ogni tre mesi
Cassa mutua per i professionisti
Errori fiscali: conseguenze e rimedi
Fisco, i 15 trucchi per nascondere l'Iva: caccia a 36 miliardi
Crisi d'impresa, vi spiego perché la parola fallimento non...
Una società è responsabile?
Sempre più scomoda la poltrona dei cda nelle società
Adeguati assetti della srl con obbligo del piano industriale...
ISA 2018, le modifiche
Pianificazione e controllo di gestione: ora giù la maschera!
Gli indicatori gestionali critici della continuità aziendale
Rinuncia dei soci ai crediti verso la partecipata
Strumento Analisi società di calcio, secondo aggiornamento
Controllo di gestione: come si svolge la metamorfosi da...
Bilancio successivo a quello nullo, tribunali discordi sui...
Riforma Bcc e la paura del "too small to fail"
Lo Stato controllore impunito per i danni agli enti controllati
Ecco le aziende che pagano meglio. Così la competenza...
Cda bancari, la stretta della Cassazione
Direct lending, così fondi ed enti previdenziali saltano le...
Grant Thornton: «La scuola si prepari, il lavoro di oggi...
L'intelligenza artificiale rivoluzionerà la banca
I controlli sul no profit setacciano utili e attività
Bonus piccoli stadi con sconti limitati alle ristrutturazioni
Definita dal CNDCEC la metodologia comune per i...
Legge 155/2017 applicazioni pratiche
Lo Z-Score di Altman: 5 cose da conoscere per usarlo meglio
Consulenti e revisori insieme
Aziende sedute su una montagna di debiti. Peggio che...
Elenco dei cattivi pagatori: cos'è e conseguenze per gli...
Dirigenti d'azienda: dove e come si guadagna di più
Juve, Roma, Udinese, Sassuolo: la guerra all'ultimo stadio...
Una chance per risollevarsi dalle crisi, le aziende chiedono...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)