Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.024
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Profumo: cambiate Basilea 3
di Morya Longo
Il Sole 24 Ore
Sabato 11 settembre 2010

«Dear Mr. Trichet». Il tono è cordiale, quasi amichevole. Ma dopo i convenevoli, Alessandro Profumo, amministratore delegato di UniCredit, lancia l'allarme: così com'è la riforma di Basilea 3 rischia di produrre più danni che benefici. In una lettera scritta ieri, nella veste di numero uno della federazione bancaria europea (Ebf), Profumo esprime infatti «forti preoccupazioni» per la piega presa dalla riforma di Basilea 3 sul capitale delle banche. La missiva è stata inviata ai presidenti della Bce e della Commissione Ue, Trichet e Barroso, al responsabile al mercato interno Barnier e a tutti i governatori delle banche centrali. E già il titolo va subito al centro del problema: «L'European Banking Federation è preoccupata per la riforma sul capitale regolamentare».
Profumo non è il primo banchiere che protesta. Nata per rafforzare le "fondamenta" delle banche, che hanno dimostrato durante la crisi finanziaria di avere in molti casi i piedi d'argilla, la riforma allo studio secondo molti osservatori rischia di andare all'eccesso opposto. Il rischio è di imporre alle banche un'eccessiva capitalizzazione, fino a costringerle a ridurre il credito a imprese e famiglie. Ma è il tempismo di Profumo l'elemento più significativo di queste lettere: domani si terrà infatti la riunione dei governatori, che dovrà ratificare la bozza di Basilea 3 elaborata dal Comitato per le autorità di vigilanza. Domani, insomma, sulla riforma potrebbe essere detta l'ultima parola. E Profumo, proprio in vista di questo appuntamento «che avrà un effetto significativo sull'erogazione del credito in Europa», ha messo nero su bianco le preoccupazioni del mondo bancario. Non lo scrive esplicitamente, ma il messaggio sembra chiaro: ripensateci.
Nella lettera, il numero uno di UniCredit punta il dito su varie problematiche. Il primo tema è proprio quello del credito: «Gli associati della European Banking Federation - scrive Profumo - sono molto preoccupati per gli effetti che una normativa troppo stringente produrrebbero sull'erogazione del credito al settore pubblico e a quello privato». Insomma: se le banche dovranno mettere da parte troppo capitale - è il senso della lettera - avranno meno capacità di prestare soldi a imprese e famiglie. Dovranno quantomeno alzare i tassi d'interesse. Così una normativa pensata per rendere più stabili le banche, finirebbe paradossalmente per penalizzare l'economia reale. Per questo Profumo suggerisce di tenere conto, elaborando la riforma, «della situazione europea» e «del fondamentale ruolo che le banche hanno» nel tessuto economico del Vecchio continente.
Questa problematica emerge anche dai primi risultati dell'analisi sull'impatto di Basilea 3. L'associazione delle banche tedesche pochi giorni fa ha fatto circolare una stima, secondo cui i primi 10 istituti del paese avranno bisogno di 105 miliardi di euro di aumenti di capitale per adeguarsi a Basilea 3. Le cifre sulle banche italiane, elaborate da Deloitte, sono simili: i nuovi accordi potrebbero moltiplicare anche fino a 19 volte la quantità di capitale necessaria per far fronte al solo rischio di controparte. Insomma: le banche dovranno rafforzarsi in modo consistente, a danno - lamentano i banchieri - del credito. A danno delle imprese. Delle famiglie. Dell'economia. Della crescita.
Ma i problemi, secondo Profumo, sono anche altri. La European Banking Federation teme per esempio che i mercati abbiano la percezione che la riforma di Basilea 3 «venga applicata immediatamente». Questo - lamenta Profumo - «potrebbe vanificare ogni effetto stabilizzante di un adeguato periodo transitorio». Non solo. Il rischio è che a furia di prevedere cuscinetti di capitale per molteplici rischi, si arrivi alla «duplicazione dei cuscinetti». «Noi crediamo invece che un singolo cuscinetto di capitale variabile possa essere il modo migliore per gestire il problema della prociclicità senza distorcere il libero mercato». Infine Profumo esprime perplessità anche sulla misura del «leverage ratio» (la leva finanziaria delle banche): «Questo dovrebbe restare un indicatore supplementare di discussione tra le banche e le Autorità di vigilanza». Nulla di più.
La palla passa ora ai governatori, che si riuniranno domani. La bozza attuale in discussione - secondo quanto anticipato dal Sole 24 Ore mercoledì scorso - dovrebbe prevedere un requisito di capitale Tier 1 al 6%, più un ulteriore 3% come "cuscinetto" da mettere da parte nei periodi di crescita economica e da utilizzare nei momenti di crisi. Il documento che sarà approvato domani verrà poi sottoposto ai capi di stato del G20, che si riuniranno a novembre a Seul. Ma su questo meeting pesano le proteste dei banchieri.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Responsabilità amministratori e riforma della crisi d'impresa
Codice della crisi d'impresa: le modifiche al codice civile...
Gestione feudale e prestiti agli amici: i crac bancari si...
Una bomba a orologeria contro gli amministratori
Soggetti non quotati e principi contabili internazionali
Quante partite Iva può avere la stessa persona?
Controllo delle situazioni contabili trimestrali da chiarire
Perdita di continuità aziendale, crisi e insolvenza
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Start up a caccia di «angeli» capaci di innovare: la...
ReportCalcio 2019 della Figc
Riforma diritto fallimentare. Istituzione dell'organo di...
Quando serve la Scia?
Come provare un contratto verbale
Come creare una start up
Aprire partita Iva, quali sono i costi?
Crisi d'impresa, la riforma in 7 volumi
Remote working: 4 aspetti positivi del lavorare da casa
Srl, in ordine sparso sui collegi
Addio profitto, scopo dell'impresa è la felicità di chi ne fa...
Adeguati assetti della srl con obbligo del piano industriale...
Come creare start up innovative
Nelle imprese c'è posto per 193mila super-tecnici. Ma uno...
Srl: atto costitutivo o statuto da modificare, ma non sempre
Il calcio perdona l'insensibilità verso il razzismo
Se divento socio di una snc rispondo dei debiti anteriori?
Come investire i risparmi senza rischi
Le 5 regole indispensabili per dare un feedback davvero...
Spa italiane, i cda sotto esame: più donne, ma pochi...
Le agenzie di rating: chi sono, cosa fanno e perché il loro...
Lo Stato controllore impunito per i danni agli enti controllati
«Per le imprese sane rischi limitati: le banche fanno la fila...
Calcio europeo, alta finanza all'assalto per dividersi una...
Dal Vice Presidente del Parlamento UE diretto sostegno ai...
Se in Italia tanto risparmio viene sprecato la colpa è anche...
OIC 11 - Finalità e postulati del bilancio d'esercizio...
Una società di capitali può essere nominata...
Categorie al fotofinish sul Gdpr
Consulenti e revisori insieme
L'impresa familiare brilla più dei rivali
Più tempo per la formazione
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)