Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.012
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Pmi e Basilea 2, prova di fiducia
di Pellegrino Capaldo
Il Sole 24 Ore
Mercoledì 27 settembre 2006

Pubblichiamo uno stralcio della relazione introduttiva al convegno su «Finanza e Industria in Italia», organizzato da Aidea, che si svolgerà domani e venerdì alla Sapienza di Roma.
Le piccole e medie imprese costituiscono l'ossatura del nostro apparato industriale. Qui il ruolo della finanza e delle banche merita di essere attentamente analizzato. Nella struttura dei rapporti banca-impresa o, più in generale, finanza-industria vi è un aspetto che colpisce ed è la divaricazione netta tra le caratteristiche del fabbisogno d'impresa e le caratteristiche delle forme di finanziamento per la sua copertura.
Le Pmi possono contare sostanzialmente solo sugli intermediari finanziari, banche in primo luogo. L'accorciamento della durata del debito e la rinuncia alla correlazione tra piano di rimborso del debito e dinamica del capitale investito accentuano la dipendenza delle imprese dalle banche. Questo problema è all'origine di alcune debolezze del nostro apparato industriale.
Il rapporto di sostanziale, diffusa sudditanza porta in genere l'impresa a guardare alla banca come a una controparte della quale bisogna prudentemente diffidare e alla quale bisogna dare le informazioni con grande circospezione. Di qui la pratica degli affidamenti multipli, anche in imprese di minuscola dimensione; pratica adottata nel tentativo di non dipendere solo da una banca e di mettere varie banche in concorrenza tra loro per spuntare condizioni meno onerose. Ma questa pratica non sempre dà risultati felici.
Molta fiducia si ripone, ora, nella prossima adozione delle regole di Basilea 2. Effettivamente Basilea 2 può costituire una svolta, ma solo se le banche entreranno nell'ordine di idee che alle imprese occorrono forme di finanziamento di lunga durata e, soprattutto, forme di finanziamento caratterizzate da grande stabilità nel tempo, come stabile è il fabbisogno che esse sono destinate a fronteggiare. L'impresa dunque ha bisogno, di norma, di stabili e durevoli finanziamenti, come stabile e durevole è il suo fabbisogno di capitale.
A questo proposito, ritengo che sarebbe particolarmente utile una forma di finanziamento a tempo indeterminato revocabile con un preavviso non inferiore a due anni. Perché due anni? Perché questo è un arco di tempo sufficiente affinché un'impresa possa studiare e attuare qualsiasi tipo di operazione straordinaria: aumento di capitale con ingresso di nuovi soci, fusioni, scissioni, scorpori con vendita di rami d'azienda e così via. Ed è un tempo sufficiente perché, all'occorrenza, i proprietari dell'impresa ne possano addirittura decidere e realizzare la cessione. Con questo tipo di finanziamento, che naturalmente dovrebbe avere dimensione non simbolica ma tale, invece, da coprire una parte significativa del capitale investito (tra il 20% e il 30%) l'impresa tenderebbe a ridurre i consueti prestiti a breve e quelli soggetti a revoca con preavviso di pochi giorni e a contenerli nei limiti delle normali fluttuazioni di breve periodo del fabbisogno finanziario. Ne uscirebbero imprese con strutture finanziarie meno vulnerabili e con amministratori meno assorbiti dalla cura e dagli assilli delle questioni finanziarie e più impegnati nella gestione degli affari in una prospettiva di maggior chiarezza e stabilità.
Con forme di finanziamento come quella qui delineata si potrebbe aprire una fase nuova capace di sprigionare tutte le potenzialità di Basilea 2. Ed è probabile che si metterebbe in moto un processo virtuoso suscettibile di produrre, sia pur lentamente, una serie di effetti positivi come: aumentare l'attitudine delle banche a valutare l'impresa per quello che essa è, indipendentemente dalla forza finanziaria delle famiglie retrostanti; promuovere la separazione tra l'impresa e i propri soci, riducendo la commistione tra l'economia della prima e l'economia dei secondi, commistione fatta di rilascio di fideiussioni, depositi a garanzia, patrimoni personali dati in gestione, uso di beni aziendali a fini familiari; stimolare una governance più spersonalizzata e, dunque, una gestione dell'impresa sorretta da maggior professionalità.
Ad esito di questo processo potremmo gradualmente avere imprese meno padronali e perciò più inclini alla crescita, anche quando essa imponesse un cambio nell'assetto proprietario; aziende meno riottose all'approdo in Borsa e capaci di affrontare, senza particolari traumi, i passaggi di generazione o l'uscita di alcuni soci. Circostanze, queste, che oggi sono assai spesso causa di profonda destabilizzazione e declino di aziende che pur avrebbe ottime prospettive di sviluppo.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Il monitoraggio parte dal bilancio e dalla tesoreria
La felicità sul posto di lavoro non è un lusso e non va...
Soggetti non quotati e principi contabili internazionali
Perché il nuovo Codice della crisi e dell'insolvenza imporrà...
Guadagna di più l'imprenditore o il dipendente? Svelato il...
Nuovo codice della crisi d'impresa, occasione per le Pmi
Assonime: la riforma del fallimento è già fallita
La determinazione dello "stato di avanzamento" delle...
L'Inrl al tavolo con la nuova Ue
Il fallimento non c'è più le parole dell'economia cambiano...
Modifiche alla norma sugli organi di controllo nelle srl non...
Fisco, i 15 trucchi per nascondere l'Iva: caccia a 36 miliardi
Fisco, controlli selettivi sui conti delle persone fisiche
Per intercettare la crisi preferibile scegliere il sindaco
Prelievo dal conto in banca: il creditore può revocarlo?
Quando serve la Scia?
Come provare un contratto verbale
Allerta, c'è la crisi: le aziende da salvare e i dubbi sul...
Indici della crisi derogabili con attestazione
Ferrero sempre più forte, anche grazie a queste 17 regole...
Da contabile a stratega: così cambia il ruolo del Cfo in...
Srl: atto costitutivo o statuto da modificare, ma non sempre
Chi di indipendenza ferisce, di indipendenza perisce
Revisione delle piccole e piccolissime imprese, l'attività da...
Se vuoi pensare come un leader, devi agire come un leader
Le 5 abilità più richieste dai datori di lavoro per Linkedin
Società in house un ibrido mal riuscito
Riforma legge fallimentare: quali soglie per il regime di...
Anatocismo, agire con i conti correnti aperti
I revisori legali presentano proposta di legge sulla...
«Per le imprese sane rischi limitati: le banche fanno la fila...
Azienda Italia, il vertice non cambia al timone meno...
Cda bancari, la stretta della Cassazione
Società quotate, i commercialisti spingono per...
Direct lending, così fondi ed enti previdenziali saltano le...
Strumento "Analisi società di calcio", primo aggiornamento
I controlli sul no profit setacciano utili e attività
Il D.Lgs. 81/2008 "Testo Unico sulla Salute e Sicurezza...
Perché gli avvocati sono pagati sempre meno? Una...
A guardia ci sono i lupi: ecco perché l'Europa non batte...
Whistleblowing, tutte le incognite per chi denuncia un...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)