Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.906
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Perché i commercialisti non ci saranno più
di Valerio Malvezzi
Pagine web panorama.it
Giovedì 16 novembre 2017

Ci sono due scenari che portano a una probabile scomparsa del commercialista.
Il primo è l'orientamento del Governo: con la bozza di legge di Bilancio 2018 si è posata una prima pietra che farà scomparire decine di migliaia di studi di contabilità in Italia, semplicemente perché non più necessari.
È stato infatti introdotto l'obbligo di fatturazione elettronica; pertanto l'Agenzia delle Entrate fornirà alle imprese in contabilità semplificata i modelli precompilati per la dichiarazione Iva e per la dichiarazione dei redditi. È facile immaginare quale sarà il risultato: dal momento che moltissimi professionisti e micro imprese non vedono attualmente il commercialista come una risorsa, bensì come un costo, approfitteranno della novità per ridurre tale spesa.
Moltissimi studi saranno pertanto travolti da questa novità, che rappresenta un primo step di riduzione del fatturato. Con l'avvento della digitalizzazione, infatti, sempre più servizi potranno essere svolti in remoto o a distanza, ed il processo di data entry andrà scomparendo con lo sviluppo delle tecnologie informatiche.
D'altra parte rimarranno in capo ai commercialisti servizi a scarso valore aggiunto, con regole dettate dall'alto, senza che sia possibile fare una qualsiasi programmazione. Il sistema burocratico e fiscale risulta infatti spesso contraddittorio, e spetta al professionista il compito di interpretare i dati per risolvere il problema al contribuente, senza che sia riconosciuto un corrispettivo per questo carico di lavoro aggiuntivo e non giustificato.
Di recente il tilt del sistema informatico Sogei ha causato un vero e proprio allarme per i commercialisti impegnati con l'invio dello spesometro, senza che qualcuno abbia fatto chiarezza sulla vicenda. Le proroghe rappresentano l'ordine del giorno ad ogni scadenza, e difficilmente il problema potrà essere risolto in modo strutturale.
Il secondo è il tema di cui tratta questa rubrica: il cambiamento epocale in atto nel sistema bancario.
Le regole della finanza stanno cambiando in modo talmente repentino da richiedere alle piccole e medie imprese una conoscenza del sistema dei finanziamenti d'azienda che non può essere più trascurata. La compilazione del "bilancio" a fine anno diventerà sempre più – lo è già – qualcosa di assolutamente insufficiente al corretto soddisfacimento del fabbisogno finanziario aziendale, che si sposterà su ben altre qualifiche professionali e comportamentali, prima tra tutte la valutazione di flussi di cassa prospettici (UCFs, unlevered cash flows).
I consulenti che saranno in grado di fornire ai propri clienti consulenza altamente specialistica in questo ambito, cioè nei finanziamenti d'azienda con capitale di rischio, di debito o ibrido, faranno l'interesse dell'impresa; gli altri, perderanno l'opportunità di prestare consulenza professionale a un mercato che diventerà progressivamente più significativo e bisognoso.
Come suggerisce quindi il presidente dell'ordine Miani, è necessario che i soggetti si specializzino ed investano per fornire assistenza verso settori più alti e qualificanti. Non si vede un futuro per quella che una volta era la professione del Commercialista tanto ambita, e che da qualche anno non dà nemmeno le soddisfazioni economiche di un tempo: come emerge dal "Rapporto 2017 sull'Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili", infatti, i redditi sono scesi del 13,9% dal 2007 al 2015. Una discesa che certo non giustifica il sempre crescente impegno ed adempimenti ai quali devono sottostare.
Sempre meno giovani decidono di iscriversi all'albo, consci di quello che spetterebbe loro. Ma non è troppo tardi per cambiare nemmeno per chi è già iscritto, magari da svariati anni, scegliendo di specializzarsi in settori di consulenza ad alto valore aggiunto, come ad esempio, dato il cambiamento del sistema bancario in atto, proprio nella finanza aziendale.
Prima che la professione scompaia davvero.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Analisi di bilancio società di calcio
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Strumento Analisi società di calcio, secondo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Le 5 regole indispensabili per dare un feedback davvero...
Il successo della riforma dipende dall'OCRI: un accorato...
Revisione contabile: quasi l'intero mercato è nelle mani...
Anatocismo, agire con i conti correnti aperti
Le agenzie di rating: chi sono, cosa fanno e perché il loro...
I revisori legali presentano proposta di legge sulla...
«Per le imprese sane rischi limitati: le banche fanno la fila...
Calcio europeo, alta finanza all'assalto per dividersi una...
Grant Thornton: «La scuola si prepari, il lavoro di oggi...
I controlli sul no profit setacciano utili e attività
Bonus piccoli stadi con sconti limitati alle ristrutturazioni
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
La valutazione civilistica delle commesse pluriennali
Perché gli avvocati sono pagati sempre meno? Una...
Fatturazione elettronica obbligatoria, l'allarme dei...
Approccio basato sul rischio anche per i sindaci-revisori
Borsa e crowdfunding: così il credito è alternativo
L'allerta salva azienda chiede competenze forti
Ma il gig worker guadagna spiccioli
«Ridurre scadenze e adempimenti così si semplifica la...
7 cose da fare per rilanciare la tua carriera
Il futuro è l'economia circolare e l'Europa premia chi investe
Tra brevetti e diritti d'autore Italia bocciata sulla tutela...
Così cambia il lavoro: in banca pronti allo smartworking...
Sogei e il flop dello spesometro: ecco tutti i buchi nella...
I nuovi lavori? Un'occasione, a volte una necessità
La persona torna al centro, la tecnologia fa da supporto...
Legge fallimentare, arrivano gli allerta pre-crisi. Ecco le...
Pir, non solo bonus ma anche costi; costruire una rendita...
Banche, l'anno zero dopo la tempesta: la crisi del credito...
L'ufficio è più bello se gli impiegati aiutano i designer
Dai condoni dimenticati un tesoretto da 20 miliardi
Mettersi in proprio: idee e segreti. Lavoro autonomo o...
Società 50-50: come superare il problema
Piccole imprese: come tirarsi fuori dai debiti con 6 consigli...
Crowdfunding per tutti i gusti, la nuova frontiera è l'equity
Pagamenti frazionati vietati se la fattura cumulativa...
Quanto contante si può prelevare in banca dopo il 2016?
Collegio sindacale: procedure di controllo della liquidità...
Cet1 ratio: cos'è, cosa indica e perché è essenziale per...
Report di sostenibilità alla prova dei numeri
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2019  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)