Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.012
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Per sopravvivere è necessario un «kit»
di Claudio Devecchi (Università Cattolica di Milano - Asam)
Il Sole 24 Ore
Lunedì 29 agosto 2005

Il problema del merito creditizio per le Pmi (molto piccole, sotto i 5 milioni di euro di fatturato) non deve presentare false soluzioni o soluzioni inappropriate perché troppo onerose.
Una soluzione è "falsa" se sostiene che "non cambierà assolutamente nulla". Una soluzione "inappropriata" è acquistare un software da 10mila euro per svolgere l'autodiagnosi. Queste soluzioni appartengono ai "catastrofisti" o agli "ottimisti". Allora è meglio prendere le distanze da entrambi. Siamo abbastanza convinti che Basilea 2 non penalizzerà le micro-imprese se queste saranno in grado di allestire un "kit di sopravvivenza" entro dicembre 2006. Tale kit consentirà un dialogo imprenditore-banca con buoni risultati attesi. in quanto tiene conto delle tre categorie fondamentali di informazioni: quantitative, qualitative e andamentali.
• Sopravvivenza. Le componenti di questo kit minimo per affrontare gli effetti di Basilea 2 sono sette. Primo: occorre predisporre un triennio di bilanci riclassifciati (2003-2004-2005, meglio se 2004-2005 e pro forma 2006), dove nel conto economico si mostri come si è formato il reddito netto (utile o perdita che sia) e nello stato patrimoniale si evidenzi la composizione sia dell'asset allocation che delle fonti di finanziamento. Secondo: si predispongano semplici ma essenziali sistemi di indicatori che "raccontino" come si sono andate evolvendo la solidità aziendale, la redditività, lo sviluppo e la liquidità. Terzo: costruire un prospetto delle entrate e uscite finanziarie, ma soprattutto monetarie (budget di tesoreria, rolling) in cui si mostra l'andamento stimato dei fabbisogni/eccedenze di liquidità. Quarto: costruire una mappa semplice ma completa che posizioni la propria aziende e i suoi principali concorrenti in termini di prezzi unitari di vendita comparati per famiglie di prodotto, quote di mercato relative, volumi venduti. Quinto: individuazione dei propri punti di forza (massimo tre) e di debolezza (massimo tre) rispetto al concorrente pià pericoloso e indicazione di come si intende irrobustire i primi e ridurre i secondi. Sesto: mappa dei rapporti creditizi in essere con le banche attive e sintesi storica (anamnesi) che faccia comprendere il tipo e la qualità del rapporto sottostante. Settimo: formalizzare per iscritto (massimo in una pagina) la propria strategie (attuale e prospettica), scegliendo tra questi tre modelli: strategia dello sviluppo (crescere: come, quando, dove, come finanziare tale sviluppo); stretegia dello status quo (sopravvivere: come, quando, dove, in attesa di "cosa", come finanziare questa sopravvivenza); strategia della crisi (come affrontarla, quando risolverla, dove intervenire, quali prospettive concrete, come finanziare questa crisi).
• Informazioni. I primi tre elementi soddisfano il minimo dell'informativa quantitativa; il quarto e il quinto sono il minimo per dare conto di informazioni qualitative; gli ultimi due soddisfano le richieste di informazione andamentale.
E chi non farà tutto questo? Verrà automaticamente collocato dalla banca in una classe di rischio ad alta probabilità di insolvenza, con la conseguenza di un maggiore prezzo del credito. Si apre, allora, la convenienza ad avere rapporti con più banche: sentire il parere di diversi finanziatori consente di ricercare la migliore soluzione presente sul mercato, ma non bisogna attendersi sostanziali variazioni tra il giudizio di istituti diversi. Però attenzione: un comportamento "finanziariamente schizofrenico" (in altre parole, cambiare spesso banca, chiudere finanziamenti accendendone altri da un'altra parte e così via) incide in misura negativa sulla valutazione del cliente e peggiora il rating.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
AAA revisore cercasi. Inutilmente
Sindaco o revisore unico, questo è il problema. Perché non...
La fine di un mito: il lavoro sicuro in banca
Partite le segnalazioni alle società tenute alla nomina del...
E se le costose procedure di allerta fossero un'occasione...
Revisori e sindaci per le Srl, la miniguida alla scadenza del...
Perdita di continuità aziendale, crisi e insolvenza
La determinazione dello "stato di avanzamento" delle...
Buttati! I 4 rimedi contro l'ossessione del perfezionismo
L'importanza di dotarsi di un sistema di controllo di gestione
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Scoperto di conto corrente: cosa succede
Fisco, i 15 trucchi per nascondere l'Iva: caccia a 36 miliardi
Crisi d'impresa, vi spiego perché la parola fallimento non...
Prelievo dal conto in banca: il creditore può revocarlo?
Quando serve la Scia?
Fallimento e crisi d'impresa: uno strumento per essere...
Crisi d'impresa: la riforma discrimina sull'obbligo assetto!
Gli indicatori gestionali critici della continuità aziendale
Revisione delle piccole e piccolissime imprese, l'attività da...
Se vuoi pensare come un leader, devi agire come un leader
Fattura elettronica al test dei piccoli negozi e dei benzinai
Le 5 regole indispensabili per dare un feedback davvero...
Revisori in rete con il progetto Sol
Il successo della riforma dipende dall'OCRI: un accorato...
Troppo socialista per la City, ascesa e caduta di una ceo...
Società in house un ibrido mal riuscito
Riforma legge fallimentare: quali soglie per il regime di...
Lehman, il crac degli "altri" che piegò le banche italiane
Società quotate, i commercialisti spingono per...
Confidi al rilancio con la riforma del fondo
Valutazione dell'azienda in crisi con analisi preliminare
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Perché gli avvocati sono pagati sempre meno? Una...
L'impresa familiare brilla più dei rivali
Novità per le srl nella Riforma del fallimento
Borsa e crowdfunding: così il credito è alternativo
L'Italia hi-tech: aziende troppo piccole crescono ma...
Negli Usa cresce il disagio dei 50enni, la "Generazione...
A guardia ci sono i lupi: ecco perché l'Europa non batte...
«Lobby medioevali vogliono l'oligopolio, ma una soluzone...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)