Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.024
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Per la finanza più che nuove regole servono i controlli
di Giuseppe Chiellino
Il Sole 24 Ore
Martedì 20 aprile 2010

«La revisione delle regole di Basilea è una fonte di preoccupazione per le banche e per le imprese perchè un'applicazione troppo rigida di questi principi potrebbe avere impatti su una ripresa che al momento appare fragile». E' l'allarme lanciato dal direttore generale dell'Abi, Giovanni Sabatini, a margine del primo forum Banca & Impresa organizzato dal Gruppo 24 Ore. «In questa congiuntura - ha aggiunto Sabatini analizzando i mesi più duri della crisi - tre elementi hanno maggiormente supportato il sistema italiano: il risparmio delle famiglie, la solidità del sistema bancario e la capacità del governo di tenere sotto controllo i conti pubblici». «Le banche - ha rivendicato - non hanno assorbito risorse, ma hanno sostenuto il sistema continuando a erogare credito e continueranno a sostenere l'economia».
Sulle nuove regole per la finanza, in discussione in Europa e negli Stati Uniti, i numerosi ospiti del forum sono tornati più volte nel corso delle quattro sessioni in cui si è articolata la giornata. E' stato posto l'accento soprattutto sulla necessità di accompagnare le regole con i controlli: «Il problema - ha detto lo stesso Sabatini - è forse l'eccesso di regolamentazione. Più che le regole è mancata la vigilanza e l'efficienza della vigilanza». «E' molto probabile - gli ha fatto eco Federico Imbert, ex Jp Morgan e oggi Ceo di Credit Suisse in Italia - che se le regole dei mercati fossero state rispettate la crisi non ci sarebbe stata». E le regole senza controlli - ha sottolineato il consigliere di Borsa italiana , Massimo Capuano, «sono assolutamente inutili».
Ancora più netto è stato Antonio Vigni, direttore generale di Banca Monte dei Paschi di Siena, il quale ha chiesto «una prova di forza su Basilea 3, nell'interesse non solo delle banche. Il sistema italiano ha retto meglio degli altri alla crisi per i motivi che conosciamo. Ora questo non può diventare un handicap. Le regole di Basilea 3 devono recepire queste particolarità perchè sotto il profilo del rischio non siamo tutti sullo stesso piano».
Mario Nava, responsabile dell'unità banche e conglomerati finanziari della Dg Mercato interno della Ue ha ricordato che proprio venerdì scorso si è chiusa la consultazione comunitaria sulle nuove regole bancarie il cui obiettivo «è trovare un equilibrio tra regole stringenti ed efficienza economica», calibrando regole diverse, l'efficacia nel tempo e nei diversi paesi. Obiettivi messi pesantemente in discussione da Donato Masciandaro, direttore del dipartimento di economia della Bocconi.«È stato solo creato un terzo livello di burocrazia europea - ha detto il docente universitario - su cui tutti i governi sono stati d'accordo perchè tutti hanno ottenuto qualche poltrona». Replica di Nava: «Abbiamo individuato regole comuni, tenendo conto delle esigenze degli operatori di mercato».
Gregorio De Felice, responsabile dell'ufficio studi e ricerche di Intesa San Paolo ha posto l'interrogativo se sia questo il momento giusto per irrigidire il sistema di regole per i mercati finanziari e per le banche, con il rischio di produrre un nuovo blocco del sistema del credito. In ogni caso, ha detto, «oggi si riparte con regole nuove e alla droga del credito si deve sostituire l'efficienza di sistema, intesa come giustizia, logistica, infrastrutture... Banche, imprese e governo devono rimboccarsi le maniche e lavorare per questo obiettivo».
La tassa sulle banche. Nel forum, infine, si è parlato anche dell'ipotesi di introdurre una tassa sulle banche a livello europeo. Il direttore generale dell'Abi, Sabatini, ha sottolineato che «una tassazione che vada a finanziare i deficit pubblici non ha alcun senso. Se stiamo invece discutendo di un prelievo volto a finanziare un fondo che possa contribuire a contenere rischi sistemici - ha notato - è un'ipotesi che può essere valutata ma nell'ambito di un sistema di regole per la disciplina delle crisi e in chiave europea, per evitare che una situazione come quella di Lehman Brothers debba essere gestita in un fine settimana. La preoccupazione - ha concluso - nasce dal fatto che c'è una continua sovrapposizione di proposte e misure che non consentono di pianificare il futuro. C'è una pressione sul quadro regolamentare che lascia, nonostante i lavori del Financial stability board, ampi margini di incertezza e questa incertezza è negativa».

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Analisi di bilancio società di calcio
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Il commercialista Arlecchino servitore di due padroni
Perché il nuovo Codice della crisi e dell'insolvenza imporrà...
Discriminazioni nel mondo del lavoro: ecco le più diffuse
Partite le segnalazioni alle società tenute alla nomina del...
Assonime: la riforma del fallimento è già fallita
Codice della crisi, i benefici superano i costi
Come fanno le aziende a pagare meno tasse
Quando l'evasione fiscale diventa reato
Buttati! I 4 rimedi contro l'ossessione del perfezionismo
Amministratore di società: cosa c'è da sapere?
Start up a caccia di «angeli» capaci di innovare: la...
L'Inrl al tavolo con la nuova Ue
Quattro errori dei manager che fanno fallire le aziende
Revisori solo nelle grandi srl
Il fallimento non c'è più le parole dell'economia cambiano...
Modifiche alla norma sugli organi di controllo nelle srl non...
Fisco, controlli selettivi sui conti delle persone fisiche
Crisi d'impresa, vi spiego perché la parola fallimento non...
Fatture elettroniche: come si annullano?
Una società è responsabile?
Allerta, c'è la crisi: le aziende da salvare e i dubbi sul...
Aprire partita Iva, quali sono i costi?
ISA 2018, le modifiche
Crisi d'impresa: la riforma discrimina sull'obbligo assetto!
Pianificazione e controllo di gestione: ora giù la maschera!
Nelle imprese c'è posto per 193mila super-tecnici. Ma uno...
Se divento socio di una snc rispondo dei debiti anteriori?
Come investire i risparmi senza rischi
Le 5 regole indispensabili per dare un feedback davvero...
Una spinta a Pir e venture capital
Il successo della riforma dipende dall'OCRI: un accorato...
Controllo di gestione: come si svolge la metamorfosi da...
Amore e passione in ufficio per un lavoratore su due
I revisori legali presentano proposta di legge sulla...
Lo Stato controllore impunito per i danni agli enti controllati
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Lezione giapponese: così gli Yes Men affossano le aziende
Procedure d'allerta con incognita i «parametri finanziari»
Approccio basato sul rischio anche per i sindaci-revisori
Bancarotta fraudolenta distrattiva per il pagamento del...
Il 2018 porta in dote retribuzioni in salita per dirigenti e...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)