Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.012
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Nel primo bimestre frena la caduta dei finanziamenti
di E. Sc.
Il Sole 24 Ore
Giovedì 3 aprile 2014

Finisce la picchiata del credito al consumo. Dopo cinque anni di perdite miliardarie, nel primo bimestre del 2014 le erogazioni di banche e finanziarie per gli acquisti di beni di consumo si stabilizzano. Il dato è negativo solo dello 0,9% a 7,34 miliardi di finanziamenti erogati. E a trainare la ripresa sono soprattutto le auto, seguite dai prestiti per gli acquisti di mobili ed elettrodomestici (entrambi incentivati da bonus fiscali).
«È presto per sostenere che sia cambiato il vento – esordisce Chiaffredo Salomone, presidente di Assofin e amministratore delegato di Findomestic – ma non possiamo non sottolineare che l'auto è uscita dal tunnel: il 75% delle auto nuove sono finanziate dalle compagnie. Inoltre le banche sono tornate a concedere i mutui e, soprattutto, i prestiti personali. Certo, sono piccoli segnali e non sappiamo se si tratta davvero di un'inversione di tendenza, ma mi sento di essere ottimista».
In dettaglio, secondo l'Osservatorio di Assofin, l'associazione del credito al consumo, nel primo bimestre del 2014 il valore delle operazioni per il finanziamento di autoveicoli e motocicli è cresciuto del 3,4% a 1,54 miliardi; i prestiti personali sono calati "solo" dell'1,5% a 2,5 miliardi mentre le erogazioni per le carte rateali sono rimaste ferme a circa 2 miliardi.
Nel complesso il numero di operazioni finanziate sono aumentare dell'1,6% a 23,37 milioni. Il prestito medio è di poco superiore ai 314 euro.
Eppure la crisi è passata come un ciclone: nel 2008, anno dell'inizio della recessione, il credito al consumo valeva 60,65 miliardi mentre nel 2013 è precipitato a 45,4 miliardi: in 5 anni si sono persi per strada oltre 15 miliardi di erogazioni. Con riflessi pesanti anche sull'occupazione delle reti commerciali.
«Perché il credito al consumo si rilanci – aggiunge Salomone – servirebbero almeno un paio di condizioni: un clima di fiducia favorevole delle famiglie italiane e una ripresa dei consumi». Negli ultimi anni l'alto livello di disoccupazione e l'erosione del potere d'acquisto, da un lato, ha inciso sulla fiducia delle famiglie e, dall'altro, ha aumentato il tasso di rifiuto dei finanziamenti. Poi le stesse compagnie, alle prese con gli adeguamenti patrimoniali imposti da Basilea 3, hanno tagliato i finanziamenti.
Il rilancio dei consumi però passa dalle variabili macroeconomiche del Sistema Italia. «Certo – conclude Salomone – ed è certamente positivo che il Governo voglia mettere dei soldi nelle tasche delle famiglie e, in particolare, dei lavoratori meno fortunati. La ripresa può ripartire da qui».

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
AAA revisore cercasi. Inutilmente
Il monitoraggio parte dal bilancio e dalla tesoreria
Soggetti non quotati e principi contabili internazionali
Procedure di allerta, sei mesi in più per le nano imprese
E se le costose procedure di allerta fossero un'occasione...
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Buttati! I 4 rimedi contro l'ossessione del perfezionismo
Amministratore di società: cosa c'è da sapere?
Necessarie competenze a tutto campo per far fronte alle...
Srl, raddoppiano i limiti per l'organo di controllo
L'Inrl al tavolo con la nuova Ue
Srl, si può attendere fine anno per nominare sindaci e...
Prelievo dal conto in banca: il creditore può revocarlo?
Business plan: che cos'è e come redigerlo
Come provare un contratto verbale
Crisi d'impresa, la riforma in 7 volumi
Fallimento e crisi d'impresa: uno strumento per essere...
Ferrero sempre più forte, anche grazie a queste 17 regole...
ISA 2018, le modifiche
Lo stage è sempre retribuito?
Srl: atto costitutivo o statuto da modificare, ma non sempre
Come investire i risparmi senza rischi
Lavoro, le quattro competenze che fanno la differenza e...
Revisori in rete con il progetto Sol
Lo smart working in Italia non cresce perché manca la...
Riforma legge fallimentare: quali soglie per il regime di...
Mifid II, le opportunità per il private banking
Revisione contabile: quasi l'intero mercato è nelle mani...
Sulle finanze ti aiuta il revisore
Ecco le aziende che pagano meglio. Così la competenza...
Cda bancari, la stretta della Cassazione
Calcio europeo, alta finanza all'assalto per dividersi una...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
La riforma che verrà: il ruolo determinante dei sindaci e...
La correzione degli errori di bilancio
Consulenti e revisori insieme
Aziende sedute su una montagna di debiti. Peggio che...
Lezione giapponese: così gli Yes Men affossano le aziende
Fatturazione elettronica obbligatoria, l'allarme dei...
Procedure d'allerta con incognita i «parametri finanziari»
Imprese familiari fatturato in crescita, ma visione "a breve"
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)