Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Approfondimenti Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.986
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Approfondimenti - Documento

Lo stage è sempre retribuito?
di Noemi Secci
Aprile 2019

Pubblicato sul sito www.laleggepertutti.it in data 19 aprile 2019.

* * *

Lo strumento più utilizzato per l'inserimento e il reinserimento nel mercato del lavoro è costituito dallo stage, o tirocinio: non si tratta di un vero rapporto di lavoro, ma un periodo di formazione, orientamento o riqualificazione che si svolge all'interno di un'azienda, di un ente (come l'Università) o di uno studio professionale.
Non esiste un'unica forma di rapporto, ma vi sono più tipologie di tirocinio, con regole differenti: si va dal tirocinio extracurricolare, solitamente svolto in azienda, al tirocinio formativo, o curriculare, svolto presso un istituto di formazione, o presso la scuola superiore o l'Università. I praticanti, cioè coloro che devono svolgere il periodo di pratica obbligatorio per affrontare l'esame di Stato ed iscriversi a un albo, devono svolgere il tirocinio professionale. Ci sono poi tirocini dedicati a particolari categorie svantaggiate, come i disabili e gli stranieri.
Ma lo stage è sempre retribuito?
Non trattandosi di un rapporto di lavoro, nel rapporto di stage, o tirocinio, non c'è un vero e proprio datore di lavoro, ma abbiamo tre parti: il tirocinante, l'ente promotore e il soggetto ospitante. Di conseguenza, non essendo prevista una vera e propria prestazione lavorativa, non è prevista una retribuzione, come per i lavoratori dipendenti.
Per alcune tipologie di tirocinio, tuttavia, è prevista un'indennità, o possono essere corrisposti dei rimborsi spese.
Per ogni tirocinio extracurricolare, ad esempio, le linee guida sui tirocini prevedono un'indennità minima da corrispondere allo stagista, pari a 300 euro lordi mensili.
Questo compenso può essere aumentato dalla normativa delle singole regioni e affiancato ad altri incentivi. Ma procediamo per ordine, e facciamo innanzitutto il punto della situazione sulle tipologie di stage esistenti.

Tirocinio formativo e di orientamento extracurricolare
Il tirocinio formativo e di orientamento extracurricolare è un contratto finalizzato alla formazione ed all'orientamento professionale, solitamente destinato a praticanti che si sono diplomati e laureati da poco. La durata minima, in basi alle recenti modifiche normative, è di 2 mesi, e la durata massima di 12 mesi.
Nel dettaglio, per attivare il tirocinio è necessaria una convenzione tra l'ente che promuove lo stage ed il soggetto che ospita il tirocinante (può essere un'impresa, un ente, un'associazione o uno studio professionale). Deve essere poi redatto un progetto formativo specifico, che azienda e stagista devono rispettare, ed assegnato al tirocinante un tutor interno all'ente ospitante ed un referente nell'ente promotore.

Il tirocinio extracurricolare è retribuito?
Lo stagista che svolge tirocinio extracurricolare ha diritto al rimborso spese minimo previsto dalle linee guida sui tirocini.
In particolare, le linee guida prevedono un'indennità minima da corrispondere allo stagista, pari a 300 euro lordi mensili.
Questo compenso può essere aumentato dalla normativa delle singole regioni e affiancato ad altri incentivi:

• Abruzzo e Piemonte, ad esempio, hanno stabilito che il compenso minimo per lo svolgimento del tirocinio extracurricolare (per 40 ore settimanali), è pari a 600 euro mensili;
• Sicilia, Veneto, Umbria, Molise e Friuli-Venezia e la Provincia di Trento riconoscono invece un compenso minimo di 300 euro, ma a fronte di 20 ore settimanali di tirocinio; in Veneto assieme a questo compenso minimo sono dovuti anche i buoni pasto;
• Lombardia, Campania e Lazio riconoscono 400 euro mensili;
• Toscana e Friuli-Venezia Giulia riconoscono 500 euro mensili per 40 ore settimanali di stage;
• la Puglia riconosce un compenso minimo mensile di 450 euro e prevede incentivi all'assunzione per le aziende, al termine del percorso.

L'indennità può però essere riconosciuta per intero solo a fronte di una partecipazione minima ai tirocini del 70% su base mensile.
Inoltre, quando il tirocinio è organizzato nell'ambito di un bando pubblico, l'indennità può essere direttamente a carico dell'ente organizzatore del progetto, esonerando l'azienda ospitante dal dover corrispondere compensi.

Tirocinio curriculare
Il tirocinio curricolare è un contratto finalizzato all'apprendimento ed alla formazione degli studenti, durante un percorso di studi.
Per questo motivo, possono sottoscrivere il tirocinio curriculare solo gli studenti delle scuole superiori, dell'Università, o di scuole o corsi di specializzazione convenzionati con enti pubblici.

Il tirocinio curriculare è retribuito?
Il tirocinio curriculare non dà solitamente diritto a rimborsi spese o indennità, ma è salva la possibilità, nel contratto sottoscritto, di un trattamento di miglior favore. Questo tirocinio attribuisce però dei crediti formativi allo studente, se la convenzione è stipulata con un'Università, una scuola secondaria superiore o un istituto convenzionato.

Tirocinio di reinserimento o inserimento lavorativo
Il tirocinio di inserimento o reinserimento lavorativo è uno stage rivolto a disoccupati o inoccupati, compresi i lavoratori in mobilità o cassaintegrazione: la finalità del contratto, che non può durare più di 12 mesi, è evitare l'espulsione di queste persone svantaggiate dal mercato del lavoro, formandole o riqualificandole.
La disciplina dei contratti varia a seconda della regione. Spesso sono previsti fondi pubblici a carico dei quali è riconosciuta un'indennità ai tirocinanti: i bandi sono pubblicati a livello locale, anche nel caso in cui facciano parte di un unico progetto nazionale.

Tirocini per categorie svantaggiate
Possono essere previsti appositi stage promossi a favore di persone particolarmente svantaggiate, come tossicodipendenti, alcolisti, persone con problemi psichiatrici o condannate a misure alternative di detenzione. La finalità di questi tirocini non è solo l'inserimento nel mercato del lavoro, ma soprattutto il recupero psicologico di queste persone ed il loro reinserimento nella società.
Lo stage non può durare oltre 12 mesi. Anche per questi tirocini può essere prevista l'erogazione dell'indennità allo stagista da parte di enti pubblici.

Tirocinio per extracomunitari
I tirocini per extracomunitari sono spesso finanziati da enti pubblici nell'ambito di particolari progetti legati ai decreti flussi: sono promossi a favore degli immigrati e finalizzati alla loro integrazione ed inserimento nella società.

Tirocinio per disabili
I tirocini di formazione e orientamento a favore di persone disabili sono suddivisi in tre categorie:

• convenzione di inserimento lavorativo;
• convenzione di integrazione lavorativa;
• convenzione di programma.

Il tirocinio per disabili può avere una durata massima di 24 mesi. Nella tipologia di stage per disabili più utilizzata, il soggetto ospitante prepara i tirocinanti al lavoro, in vista dell'assunzione presso un'azienda.

Tirocinio professionale
Il tirocinio professionale, o pratica professionale, non ha delle regole uguali per tutti, ma è disciplinato dalla normativa di settore relativa ai diversi ordini professionali.
Il codice deontologico dei consulenti del lavoro, ad esempio, prevedere che, dopo i primi sei mesi di tirocinio, il consulente ha l'obbligo di corrispondere al praticante un rimborso spese forfettariamente concordato.
Nel caso in cui la normativa di settore non preveda diversamente, i rimborsi spese sono a discrezione dello studio ospitante e non obbligatori.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Analisi di bilancio società di calcio
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento Analisi società di calcio, secondo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Più costi che interessi: i conti correnti sono già in rosso...
Quando l'evasione fiscale diventa reato
Gli adeguati assetti obbligatori della srl
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Il professionista come coach rimotiva l'azienda in bilico
ReportCalcio 2019 della Figc
Quattro errori dei manager che fanno fallire le aziende
Scoperto di conto corrente: cosa succede
Prelievo dal conto in banca: il creditore può revocarlo?
Come creare una start up
Srl, in ordine sparso sui collegi
Sempre più scomoda la poltrona dei cda nelle società
Addio profitto, scopo dell'impresa è la felicità di chi ne fa...
Da contabile a stratega: così cambia il ruolo del Cfo in...
Adeguati assetti della srl con obbligo del piano industriale...
Lo stage è sempre retribuito?
Pianificazione e controllo di gestione: ora giù la maschera!
Licenziate i lecchini. I dirigenti competenti non hanno...
Nelle imprese c'è posto per 193mila super-tecnici. Ma uno...
Il piano aziendale quale strumento di governance e...
Revisione delle piccole e piccolissime imprese, l'attività da...
Spa italiane, i cda sotto esame: più donne, ma pochi...
Troppo socialista per la City, ascesa e caduta di una ceo...
Riforma Bcc e la paura del "too small to fail"
Le agenzie di rating: chi sono, cosa fanno e perché il loro...
Direct lending, così fondi ed enti previdenziali saltano le...
Il D.Lgs. 81/2008 "Testo Unico sulla Salute e Sicurezza...
Procedure d'allerta con incognita i «parametri finanziari»
Bancarotta fraudolenta distrattiva per il pagamento del...
Dirigenti d'azienda: dove e come si guadagna di più
Una chance per risollevarsi dalle crisi, le aziende chiedono...
Tamburi: banche troppo generose, gli Npl una lezione
Imprese familiari fatturato in crescita, ma visione "a breve"
Negli Usa cresce il disagio dei 50enni, la "Generazione...
A guardia ci sono i lupi: ecco perché l'Europa non batte...
L'impresa teme più la mancanza di talenti che di soldi
«Il direttore finanziario è cambiato ora deve fare i conti...
Commercialisti, la svolta
Piccolo è ancora bello purché però sia 4.0
Pagamenti, la rivoluzione nel portafoglio: Apple e Google...
Il factoring corre più veloce della ripresa
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2019  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)