Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.872
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Le banche centrali spiazzate di fronte all'enigma Bitcoin
di Marcello Esposito
Affari & Finanza - La Repubblica
Lunedì 9 ottobre 2017

È indubbio che il Bitcoin, il cui valore è passato in un anno da 600 dollari agli attuali 4.316, e le altre criptovalute, presentino caratteristiche strutturali che le rendono vulnerabili al rischio di bolla speculativa. Ad esempio, la limitazione algoritmica nella produzione di nuova criptovaluta, pensata per evitare manipolazioni dal lato dell'offerta, non consente alcun adattamento alle oscillazioni della domanda. Con le conseguenze sulla volatilità dei rapporti di cambio che sono sotto gli occhi di tutti. Ma ridurre il fenomeno del Bitcoin alla passione maniacale per i tulipani nell'Olanda del XVII secolo è un errore madornale. Così come è un errore madornale pensare che il Bitcoin sia la moneta della criminalità organizzata o di chi vuole nascondere le proprie ricchezze al fisco. Le criptovalute, infatti, sono solo la punta dell'iceberg di una nuova rivoluzione digitale. La tecnologia "blockchain", che anima l'ecosistema del Bitcoin e delle altre criptovalute, rappresenta l'alternativa decentralizzata all'apparato istituzionale creato per garantire la massima "fiducia" nella possibilità di attestare l'identità personale e di conservare nel tempo la proprietà di un bene o trasferirla ad un altro soggetto. Questo è il lato rivoluzionario del Bitcoin, non l'andamento esplosivo del suo rapporto di cambio con il dollaro o l'euro. Così come è rivoluzionario che tale tecnologia stia consentendo di sperimentare e di prefigurare un mondo dove le transazioni economiche tra persone, anche se residenti in Stati diversi, possano avvenire direttamente, senza intermediari finanziari, e attraverso una moneta la cui offerta è dettata da algoritmi matematici, trasparenti e liberi dal controllo di istituzioni nazionali o sovranazionali.
Per apprezzare la portata del fenomeno, bisogna ricordare che la moneta è un oggetto sociale, cioè l'espressione di una collettività organizzata con proprie leggi ed istituzioni, la cui adozione, essendo fino ad ora sempre stata esclusiva, condiziona il comportamento di tutti gli operatori economici. Quello che distingue una moneta da un qualsiasi altro strumento di scambio e conservazione del valore è il non poter essere rifiutata come mezzo di pagamento all'interno di un determinato territorio, in genere coincidente con i confini dello Stato-nazione. Se un cittadino europeo vuole pagare le tasse con l'euro può farlo. Se vuole pagarle in Bitcoin o in dollari, no. Il fatto che il Bitcoin sia un oggetto puramente digitale o che non sia convertibile in alcunchè di materialmente tangibile lo distingue dall'oro o dalle "vecchie" monete, ma non certo dall'euro o dal dollaro. Il nostro conto corrente o i nostri Btp non sono altro che bit, registrazioni contabili su libri mastri elettronici, proprio come le criptovalute. Il concetto legale e quindi sociale della moneta è stato espresso dal presidente della Bce, Mario Draghi, nel corso della sua ultima conferenza stampa. Alla domanda di un giornalista su cosa ne pensasse della decisione dell'Estonia di varare una valuta digitale sul modello del Bitcoin, egli ha risposto seccamente: «Nessun paese può introdurrre una propria moneta: la moneta dell'eurozona è l'euro». Forse il presidente Draghi voleva in realtà rispondere indirettamente a chi, anche in Italia, pensa di reintrodurre le vecchie monete nazionali, a fianco dell'euro. Sta di fatto che viene da chiedersi se non sia più lungimirante da parte dei banchieri centrali iniziare ad immaginare un futuro di coabitazione tra le monete che rappresentano le istituzioni di uno spazio fisico delimitato e le monete che non rappresentano alcuna istituzione e i cui confini sono solo quelli imposti dalla diffusione di Internet. Ed iniziare ad immaginarlo subito. Viste le dimensioni contenute, la rivoluzione del "blockchain" può essere ancora indirizzata lungo linee evolutive che risparmino all'economia mondiale le conseguenze di un sistema monetario caotico. Oggi, il totale delle 1.154 criptovalute censite capitalizza 141 miliardi di dollari. È vero che in due mesi di quantitative easing la Bce immette nel sistema bancario europeo un quantitativo analogo di euro. Però, non bisogna trascurare il fatto che a maggio la capitalizzazione era pari a 60 miliardi di dollari, un anno fa 10 miliardi e nel 2013 poco più di un miliardo. Da quando nel 2009 Satoshi Nakamoto, il misterioso padre delle criptovalute, ha coniato il blocco genesis di 50 bitcoin, è stato emesso nei primi otto anni di vita il 76% della quantità massima teorica, pari a 21 milioni di pezzi. Trattandosi di algoritmi matematici, una bella sfida per gli economisti potrebbe essere quella di immaginare la funzione ideale di creazione di moneta. Milton Friedman non avrebbe avuto dubbi in proposito: un saggio costante proporzionale al tasso di crescita dell'economia mondiale. I banchieri centrali preferirebbero forse una crescita parametrizzata all'andamento ossservabile di variabili macroeconomiche come la disoccupazione o l'inflazione. In ogni caso, l'idea dell'Estonia di sperimentare l'Estcoin, più che essere liquidata con una battuta, andrebbe studiata attentamente a Francoforte. D'altro canto, allargando lo sguardo oltre lo spazio delle economie e dei mercati finanziari immersi in un contesto democratico e di sostanziale libertà di movimento dei capitali, la percezione sul valore e la diffusione delle criptovalute cambia parecchio. Chi se la sentirebbe di consigliare ad un risparmiatore venezuelano di lasciar perdere il Bitcoin e investire in Bolivar?

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Analisi di bilancio società di calcio
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Strumento "Analisi società di calcio", primo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Dal Vice Presidente del Parlamento UE diretto sostegno ai...
Valutazione dell'azienda in crisi con analisi preliminare
La valutazione civilistica delle commesse pluriennali
Definita dal CNDCEC la metodologia comune per i...
Privacy, rischi da valutare subito
Consulenti e revisori insieme
Lezione giapponese: così gli Yes Men affossano le aziende
L'impresa familiare brilla più dei rivali
Fatturazione elettronica obbligatoria, l'allarme dei...
Banche, multa da 11 milioni a Bnl, Intesa e Unicredit...
Novità per le srl nella Riforma del fallimento
Juve, Roma, Udinese, Sassuolo: la guerra all'ultimo stadio...
Professionisti, le spine dell'equo compenso: sono più i casi...
Borsa e crowdfunding: così il credito è alternativo
Tamburi: banche troppo generose, gli Npl una lezione
A guardia ci sono i lupi: ecco perché l'Europa non batte...
Whistleblowing, tutte le incognite per chi denuncia un...
«Lobby medioevali vogliono l'oligopolio, ma una soluzone...
Massiah: «Sbagliato svendere le sofferenze»
Tasso variabile, finita l'età dell'oro: dietro l'angolo la...
Pagamenti, la rivoluzione nel portafoglio: Apple e Google...
7 cose da fare per rilanciare la tua carriera
Bollette più leggere, arriva l'energy manager
La ripresa c'è ma non si vede: «Vanno sostenuti i sogni...
I cigni neri che hanno cambiato il mondo della finanza
Come si è evoluto il dizionario del controllo di gestione?
Quando in banca c'è conflitto di interesse
Prestito sociale, si stringe sulla riforma
In Italia il credito si incassa in 85 giorni
Sinai: «Attenti agli eccessi del liberismo»
Consulenti finanziari autonomi al via
Pagamenti frazionati vietati se la fattura cumulativa...
Con quale frequenza si può prelevare dal conto?
Quanto contante si può prelevare in banca dopo il 2016?
Cet1 delle banche italiane: la classifica 2017
Quando, e perché, gli esseri umani iniziarono a usare il...
Il risparmio gestito corre ma non basta
Money transfer, banche e giganti web a caccia di un...
Una valanga di ricorsi sull'arbitro finanziario
Stare insieme non è un tabù, avvocati e commercialisti...
Atlante, la fase 3 parte con Cerved. Sfiderà la Sga...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2018  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)