Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.012
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

La Ue modifica Basilea2: dal 2010 vigilanza speciale
di Enrico Brivio
Il Sole 24 Ore
Giovedì 7 maggio 2009

Semaforo verde all'Europarlamento e un giro di vite su requisiti patrimoniali delle banche, supervisione ed emissioni ad alto rischio. Con 454 voti favorevoli, 106 contrari e 25 astensioni, l'Assemblea di Strasburgo ha avallato il compromesso raggiunto con i Governi Ue, per minimizzare l'eventualità di ulteriori terremoti finanziari che coinvolgano gli istituti di credito.
Le nuove norme, che si applicheranno dal dicembre 2010 correggendo i criteri fissati dalla cosiddetta Basilea 2, impediscono a una banca di impegnare oltre il 25% dei fondi propri nei confronti di un solo cliente o gruppo di clienti (il limite potrà essere superato solo per le esposizioni tra gli enti creditizi ma nel limite di 150 milioni di euro). Viene imposto poi a un istituto che lanci un'operazione di cartolarizzazione di mantenere in prima persona un'esposizione di almeno il 5% sul rendimento dell'investimento proposto. Un deterrente, insomma, alla promozione di rischi da parte dei clienti, che l'istituto emittente non sarebbe disposto ad accollarsi. «E' una regola che ha una sua logica - ha osservato il commissario europeo al Mercato interno, Charlie McCreevy, intervendo di fronte all'Europarlamento - e applica il semplice buon senso comune».
Vedono poi la luce i collegi di supervisione formati dalle autorità nazionali di vigilanza per promuovere la cooperazione tra le autorità incaricate della sorveglianza delle banche transfrontaliere. In caso di conflitto tra i membri del collegio viene previsto un sistema di mediazione a livello comunitario.
La Commissione europea è stata poi chiamata a presentare una proposta legislativa che miri in un secondo momento ad accrescere ulteriormente l'integrazione della supervisione entro il 31 dicembre 2009, nella prospettiva di creare, entro il 31 dicembre 2011, un vero sistema di sorveglianza su scala europea.
Secondo il relatore del provvedimento, il democratico-cristiano austriaco Othmar Karas, la revisione della direttiva sui requisiti patrimoniali degli istituti di credito costituisce una pietra miliare per ristabilire la credibilità e l'affidabilità del sistema. «Ci saranno a maggiore attenzione controllo e trasparenza - ha fatto presente Karas - le fondamenta per dare maggiore stabilità ai mercati».
Non sono per passati gli emendamenti socialisti a favore di criteri più stretti, portando dal 5% al 15% o al 10% la partecipazione dell'istituto emittente nell'emissione di prodotti strutturati, che si sono scontrati con la fiera opposizione della Gran Bretagna, portabandiera della posizione della City di Londra e anche della Federazione bancaria europea.
I deputati hanno per ottenuto una clausola di revisione molto esigente che affida alla Commissione il mandato di proporre, entro il 31 dicembre 2009, un eventuale aumento del 5% dopo aver consultato il comitato delle autorità europee di vigilanza bancaria e tenendo conto degli sviluppi internazionali. «Dobbiamo mandare un segnale ai mercati finanziari - ha sostenuto Elisa Ferreira, portoghese socialista - che tutto non può continuare come prima, "business as usual". La presidenza ceca dell'Unione europea ha sostenuto che la riforma costituisce una risposta sensata e proporzionata alla crisi finanziaria.
La Commissione è stata poi invitata a presentare entro fine anno proposte legislative per aumentare la trasparenza del mercato over the counter e istituire una stanza di compensazione unica per i credit default swaps in Europa. Un impegno ad aumentare la trasparenza nelle trasanzioni di strumenti derivati finora spesso oggetto di operazioni non pubbliche tra istituti finanziari, e considerate uno dei detonatori, che ha amplificato la crisi.

* * *

La supervisione. Nascono i collegi di supervisione formati dalle autorità nazionali di vigilanza per promuovere la cooperazione.
I rischi. Una banca non potrà pi esporsi per più del 25% dei suoi fondi propri nei confronti di un cliente o di un gruppo di clienti. Questo limite potrà essere superato solo per le esposizioni tra gli enti creditizi ma nel limite di 150 milioni di euro.
Cartolarizzazioni. Un istituto che lancia una operazione di cartolarizzazione deve mantenere un interesse reale sul rendimento dell'investimento proposto pari almeno al 5% del valore totale.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
AAA revisore cercasi. Inutilmente
Sindaco o revisore unico, questo è il problema. Perché non...
La fine di un mito: il lavoro sicuro in banca
Partite le segnalazioni alle società tenute alla nomina del...
E se le costose procedure di allerta fossero un'occasione...
Revisori e sindaci per le Srl, la miniguida alla scadenza del...
Perdita di continuità aziendale, crisi e insolvenza
La determinazione dello "stato di avanzamento" delle...
Buttati! I 4 rimedi contro l'ossessione del perfezionismo
L'importanza di dotarsi di un sistema di controllo di gestione
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Scoperto di conto corrente: cosa succede
Fisco, i 15 trucchi per nascondere l'Iva: caccia a 36 miliardi
Crisi d'impresa, vi spiego perché la parola fallimento non...
Prelievo dal conto in banca: il creditore può revocarlo?
Quando serve la Scia?
Fallimento e crisi d'impresa: uno strumento per essere...
Crisi d'impresa: la riforma discrimina sull'obbligo assetto!
Gli indicatori gestionali critici della continuità aziendale
Revisione delle piccole e piccolissime imprese, l'attività da...
Se vuoi pensare come un leader, devi agire come un leader
Fattura elettronica al test dei piccoli negozi e dei benzinai
Le 5 regole indispensabili per dare un feedback davvero...
Revisori in rete con il progetto Sol
Il successo della riforma dipende dall'OCRI: un accorato...
Troppo socialista per la City, ascesa e caduta di una ceo...
Società in house un ibrido mal riuscito
Riforma legge fallimentare: quali soglie per il regime di...
Lehman, il crac degli "altri" che piegò le banche italiane
Società quotate, i commercialisti spingono per...
Confidi al rilancio con la riforma del fondo
Valutazione dell'azienda in crisi con analisi preliminare
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Perché gli avvocati sono pagati sempre meno? Una...
L'impresa familiare brilla più dei rivali
Novità per le srl nella Riforma del fallimento
Borsa e crowdfunding: così il credito è alternativo
L'Italia hi-tech: aziende troppo piccole crescono ma...
Negli Usa cresce il disagio dei 50enni, la "Generazione...
A guardia ci sono i lupi: ecco perché l'Europa non batte...
«Lobby medioevali vogliono l'oligopolio, ma una soluzone...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)