Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.012
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

La rivincita della «banca ombra»
di Donato Masciandaro
Il Sole 24 Ore
Sabato 31 luglio 2010

Dopo l'affondamento dei requisiti di liquidità, Basilea 3 rischia di divenire un epocale fiasco nella storia della regolamentazione finanziaria, di cui trarranno vantaggi le banche americane e costi le banche europee. E' il risultato dell'incapacità dell'Europa di sganciare il disegno delle regole dalla convenienza della lobby finanziaria statunitense, che ricompenseranno Obama e il Partito democratico con laute donazioni, così come hanno fatto finora.
Nei giorni scorsi è stato annunciato l'ennesimo annacquamento del progetto che dovrebbe portare a una nuova definizione del sistema mondiale dei controlli bancari, il cosidetto Basilea 3. Già l'ennesima variazione nella definizione e nell'attuazione di una riforma delle regole bancarie è una pessima notizia, perché alimenta l'incertezza. Ma, soprattutto, l'indebolimento delle proposte sui requisiti di liquidità e il loro slittamento al 2010 è allarmante, perché conferma l'incapacità ad affrontare la radice dei problemi: il sistema bancario ombra. Il fatto che mercati e analisti hanno brindato rafforza le preoccupazioni.
La crisi ha mostrato che cosa significa avere un buon sistema di regole in banca e finanza. Occorre che ogni attore, e in particolare i banchieri, siano responsabilizzati. Questo significa che gli effetti di ogni scelta che un intermediario fa in termini di allocazione o di gestione del rischio - positiva o negativa - dovrebbe ricadere innanzitutto sull'intermediario stesso. In tal modo i rischi di esternalità sull'industria e sul sistema economico, che hanno la loro manifestazione più eclatante ma non unica nell'instabilità aziendale e sistemica, vengono ridotti, e comunque si aumenta la capacità di riconoscerli e governarli. Occorre perseguire il cosiddetto allineamento degli incentivi delle banche agli obiettivi generali di sano e regolare sviluppo degli scambi.
Sappiamo tutti che l'attuale sistema delle regole crea un macroscopico non allineamento degli incentivi. Le regole consentono agli intermediari, se vogliono, di assumersi rischi sproporzionati rispetto alla loro capacità di far fronte agli impegni, in caso di eventi sfavorevoli. Sappiamo che occorre definire regole che perseguano almeno due obiettivi: riducano la capacita d'indebitarsi; a parità di capacità d'indebitamento, riducano la possibilità di trasformare debiti a breve tempo in investimenti rischiosi a lungo termine. Il controllo della quantità e della qualità della leva finanziaria è la strada maestra.
Ma nulla finora è accaduto. La ragione è semplice: un controllo efficace della leva finanziaria colpirebbe soprattutto il sistema finanziario americano. Il sistema bancario ombra nasce e si sviluppa negli Stati Uniti, grazie al combinato disposto di più fattori: accondiscendenza dei criteri contabili, non regolamentazione degli strumenti derivati, frammentazione della vigilanza, cattura dei controllori, a partire dalla Fed, politica monetaria inclusa.
Dopo la crisi, la sopravvivenza del sistema bancario ombra era minacciata da tre eventi, legati alla riforma della legge americana, ai criteri di Basilea, alle regole europee. Su tutt'e tre i fronti i protagonisti della finanza irresponsabile hanno di che essere soddisfatti.
La legge Obama è stata una mera dichiarazione di principi, in cui si rinvia di almeno un anno la regolamentazione dei derivati, che verrà attuata dalle stesse autorità che hanno pessimamente vigilato finora, la Sec e la Cftc (quest'ultima guidata da un ex Goldman Sachs). Ci aspettiamo che Wall Street riprenda a finanziare Obama e il partito Democratico, come ha fatto prima e durante la crisi. Durante la campagna presidenziale le donazioni delle banche di Wall Street a favore di Obama hanno raggiunto la cifra record di 15 milioni di dollari; in assoluto, il primo finanziatore di Obama è stato Goldman Sachs, in forme diverse. Anche durante il 2008 Goldman Sachs, attraverso i suoi professionals, ha donato un milione di dollari al Partito democratico.
Riguardo agli altri due fronti Basilea 3 è ferma; allo stesso tempo la riforma della vigilanza europea è anch'essa ferma, per di più su un pessimo progetto. In questa situazione quello che più colpisce è l'ignavia della classe politica europea. La necessità di affermare e applicare i principi dei limiti alla leva finanziaria è coerente con un sistema d'intermediazione basato sulla banca commerciale.
Correggere i difetti del modello di banca universale è soprattutto nell'interesse dell'Europa continentale. Ma evidentemente anche in Europa la parte peggiore del sistema bancario ha interesse a mantenere incertezza e opacità sui mercati; senza far nomi, le banche tedesche, i suoi politici e i suoi regolatori. Non a caso è l'autorità finanziaria tedesca il soggetto che si è distinto nel rallentare il procedere di decisioni comuni su Basilea 3.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Analisi di bilancio società di calcio
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
La felicità sul posto di lavoro non è un lusso e non va...
Soggetti non quotati e principi contabili internazionali
Discriminazioni nel mondo del lavoro: ecco le più diffuse
Partite le segnalazioni alle società tenute alla nomina del...
Revisori e sindaci da scegliere in 154mila aziende
Srl, i criteri per scegliere se nominare un revisore o un...
La determinazione dello "stato di avanzamento" delle...
Più costi che interessi: i conti correnti sono già in rosso...
Scoperto di conto corrente: cosa succede
Garavaglia: via l'obbligo dei revisori nelle srl più piccole
La governance delle società alla luce del codice della crisi
Business plan: che cos'è e come redigerlo
Come provare un contratto verbale
Allerta, c'è la crisi: le aziende da salvare e i dubbi sul...
Autovalutazione per il collegio sindacale
Addio profitto, scopo dell'impresa è la felicità di chi ne fa...
Adeguati assetti della srl con obbligo del piano industriale...
Lo stage è sempre retribuito?
Licenziate i lecchini. I dirigenti competenti non hanno...
Come creare start up innovative
Rinuncia dei soci ai crediti verso la partecipata
Le 5 abilità più richieste dai datori di lavoro per Linkedin
Le 5 regole indispensabili per dare un feedback davvero...
Revisori in rete con il progetto Sol
Spa italiane, i cda sotto esame: più donne, ma pochi...
Una spinta a Pir e venture capital
Lo smart working in Italia non cresce perché manca la...
Lavoro e disabilità: guida pratica per l'azienda
Il codice della crisi; gli "indicatori significativi": la...
Bilancio successivo a quello nullo, tribunali discordi sui...
Riforma legge fallimentare: quali soglie per il regime di...
Strumento "Analisi società di calcio", primo aggiornamento
La riforma che verrà: il ruolo determinante dei sindaci e...
La correzione degli errori di bilancio
Consulenti e revisori insieme
Lezione giapponese: così gli Yes Men affossano le aziende
Approccio basato sul rischio anche per i sindaci-revisori
Più tempo per la formazione
Piccole e medie imprese migliore crescita in Europa: il...
A guardia ci sono i lupi: ecco perché l'Europa non batte...
«Lobby medioevali vogliono l'oligopolio, ma una soluzone...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)