Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.012
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

L'impatto di Basilea sulle banche italiane
di Ettore Pastore (Partner A.T. Kearney)
Il Sole 24 Ore
Mercoledì 10 marzo 2010

La recente proposta del presidente Obama di varare una tassa sull'esposizione delle banche e di reintrodurre logiche da Glass-Stegall Act (separazione tra attività di banca commerciale da quelle di banca di investimento) nasce da motivazioni condivisibili: rendere meno conveniente l'attività di trading proprietario per favorire l'attività a sostegno delle imprese, quindi della crescita economica e dell'occupazione. Emergono tuttavia interrogativi sostanziali, legati alla difficoltà di mettere in atto questa proposta in un settore ormai globalizzato - soprattutto l'investment banking - e da 20 anni a questa parte sempre più consolidato.
Procedono intanto i lavori su Basilea 3, che imporrà limiti più stringenti alla composizione del capitale delle banche, con un effetto di rafforzamento della base patrimoniale. Un recente studio di Credit Suisse ha stimato per l'Europa impatti di ricapitalizzazione pari a 139 miliardi di euro entro il 2012, anno dell'entrata in vigore di Basilea 3. Inevitabili le ricadute negative sul ROE, a parità di livello di rischi e portafogli di business. A fronte di cambiamenti potenziali così rilevanti, è auspicabile l'azione concordata tra governi e regulator dei diversi paesi per evitare disequilibri competitivi.
Capire l'impatto che questi cambiamenti avranno sulle nostre banche e imprese è particolarmente rilevante per un paese che più degli altri in Europa è dipendente dal credito bancario, presenta il numero e la rilevanza maggiore di piccole e medie imprese (oltre 4 milioni), ha un sistema bancario con livelli di Tier 1 mediamente più bassi, pur essendosi dimostrato più solido perché meno propenso alla speculazione.
Per le imprese, quasi completamente dipendenti dalle banche, l'afflusso di nuovi crediti sarà minore a causa del maggior costo del rischio, ma anche di quello legato al rafforzamento dei limiti patrimoniali, soprattutto come esito di Basilea 3. Alle Pmi in particolare è di fatto precluso l'accesso al mercato dei capitali di cui hanno invece largamente beneficiato nel 2009 le imprese più grandi, che hanno emesso bond per 34 miliardi di euro.
Le banche, in attesa che si chiarisca il quadro, saranno comunque spinte a una maggior prudenza nelle scelte dei profili di rischio, con conseguente minore redditività a parità di spread e livello di domanda, a una maggior focalizzazione sul commercial banking, con conseguente cessione degli asset non più strategici e a un aumento della patrimonializzazione.
Gli operatori italiani peraltro hanno già anticipato le direttrici del mercato. Diversi gli esempi recenti: Intesa Sanpaolo ha ceduto le attività di banca depositaria; UniCredit ha effettuato un aumento di capitale da 4 miliardi; Mps ha finalizzato l'uscita parziale dal settore del risparmio gestito; le alleanze della bancassicurazione vita sono state profondamente riviste (con la ricerca di minori impegni di capitale da parte della banche); il business della raccolta diretta ha acquisito un ruolo sempre più strategico, anche con l'ingresso di nuovi attori (es. Che Banca, Gruppo Mediobanca).
La struttura industriale del settore bancario sarà ridisegnata nei prossimi anni. L'Italia, come altri paesi europei, all'inizio degli anni '90 scelse la strada della Banca Universale di matrice germanica, contrapposta al modello del Gruppo Polifunzionale, più vicino a logiche di specializzazione strategico-organizzativa tipiche del mondo anglosassone. Il modello ha resistito anche di fronte alla recente crisi, ma necessita di importanti revisioni. La recente scelta di UniCredit di creare una banca unica, pur preservando una logica di specializzazione per mercati, è un primo esempio di evoluzione del modello.
Riteniamo che le banche grandi saranno sempre più concentrate sulle attività di banca commerciale e, pur divisionalizzate, cercheranno di massimizzare l'integrazione tra i diversi segmenti di clientela. Realizzeranno anche strutture specializzate per prodotto (es. sistemi di pagamento), che offriranno anche alle banche di dimensioni minori. Proseguirà il consolidamento delle banche medie, con l'obiettivo di realizzare leadership regionali su territori contigui, riducendo l'attuale dispersione geografica. Le banche piccole dovranno concentrarsi ancora di più sulla relazione con il cliente, realizzando centralmente le economie di scala su prodotti e processi condivisibili.
Si assisterà inoltre a una ripresa degli approcci di partnership relativi a "fabbriche" di servizi o prodotti comuni.
La maggiore focalizzazione in corso consentirà l'emergere di nuove aree di eccellenza su cui concentrare le risorse: pensiamo ad esempio all'attività di corporate banking ad alto livello, dove è particolarmente agguerrita la concorrenza internazionale.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Guadagna di più l'imprenditore o il dipendente? Svelato il...
Divieto di contanti e pagamenti elettronici: nuove regole
Revisori e sindaci da scegliere in 154mila aziende
Credito del socio compensabile con l'aumento di capitale...
La determinazione dello "stato di avanzamento" delle...
Più costi che interessi: i conti correnti sono già in rosso...
Quando l'evasione fiscale diventa reato
Necessarie competenze a tutto campo per far fronte alle...
ReportCalcio 2019 della Figc
Quattro errori dei manager che fanno fallire le aziende
Per intercettare la crisi preferibile scegliere il sindaco
Quando serve la Scia?
Una società è responsabile?
Autovalutazione per il collegio sindacale
Sempre più scomoda la poltrona dei cda nelle società
ISA 2018, le modifiche
Crisi d'impresa: la riforma discrimina sull'obbligo assetto!
Codice della crisi d'impresa: ok dall'esecutivo
Rinuncia dei soci ai crediti verso la partecipata
Se vuoi pensare come un leader, devi agire come un leader
Fattura elettronica al test dei piccoli negozi e dei benzinai
Lavoro, le quattro competenze che fanno la differenza e...
Le 5 regole indispensabili per dare un feedback davvero...
Il codice della crisi; gli "indicatori significativi": la...
Ecco le aziende che pagano meglio. Così la competenza...
Cda bancari, la stretta della Cassazione
Se in Italia tanto risparmio viene sprecato la colpa è anche...
Valutazione dell'azienda in crisi con analisi preliminare
Il D.Lgs. 81/2008 "Testo Unico sulla Salute e Sicurezza...
Scartati nei colloqui di lavoro perché troppo qualificati...
Privacy, rischi da valutare subito
Consulenti e revisori insieme
Fatturazione elettronica obbligatoria, l'allarme dei...
Banche, multa da 11 milioni a Bnl, Intesa e Unicredit...
Più tempo per la formazione
Borsa e crowdfunding: così il credito è alternativo
Negli Usa cresce il disagio dei 50enni, la "Generazione...
Borse, è la festa più lunga. Gli Usa macinano record e...
Whistleblowing, tutte le incognite per chi denuncia un...
Troppi lacci frenano il credito in Europa
«Lobby medioevali vogliono l'oligopolio, ma una soluzone...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)