Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.012
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

I Confidi entrano in scena come mediatori
di Francesca Brunori (Segretario di Fedeconfidi)
Il Sole 24 Ore
Lunedì 18 luglio 2005

La revisione dell'Accordo di Basilea sulla capitalizzazione minima delle banche, percepita come un evento con forte valenza di cambiamento sia per il sistema creditizio sia per quello produttivo, appare destinata a incidere in misura significativa anche sul mercato delle garanzie e, in particolare, sul sistema dei consorzi e cooperative di garanzia collettiva fidi, i Confidi. Organismi di garanzia, questi ultimi, che - costituiti da Pmi e, in prevalenza, promossi dalle associazioni imprenditoriali - hanno rivestito, negli ultimi quaranta anni, un ruolo preminente nell'accesso al credito delle stesse piccole imprese.
Basilea 2 collega l'accantonamento di capitale che le banche sono tenute ad effettuare a fronte dei crediti concessi - che per esse rappresenta un costo e, conseguentemente, una delle componenti del prezzo del credito - all'effettiva rischiosità degli stessi crediti ovvero, più semplicemente, al rating delle imprese affidate. Ma Basilea 2 e la Direttiva comunitaria che lo recepirà e che è attualmente in corso di definizione, prevedono anche che la presenza di idonee garanzie determini un effetto di mitigazione del rischio di credito consentendo, a parità di altre condizioni, una riduzione dell'accantonamento di capitale.
• La trasformazione. Se, da un lato, le condizioni dettate per il riconoscimento delle garanzie sono estremamente rigorose, sostanziandosi in precisi requisiti, oggettivi e soggettivi, di "ammissibilità", dall'altro lato, la gamma di strumenti di mitigazione del rischio potenzialmente ammissibili è estremamente ampia: ne fanno parte garanzie reali, garanzie personali, derivati di credito; in tal senso Basilea 2 consente di attribuire un ruolo ai Confidi le cui garanzie erano sostanzialmente estranee al rigido schema regolamentare di Basilea 1 oggi in vigore.
È, quindi, prevedibile il formarsi di un ampio mercato di garanzie "ammissibili", caratterizzato da dinamiche competitive crescenti, le cui regole del gioco saranno dettate dai requisiti per il riconoscimento delle garanzie e da variabili patrimoniali e organizzative che da questi deriveranno. Dall'analisi delle condizioni di ammissibilità delle garanzie si evince, in particolare, che per essere competitivi i Confidi - oggi in prevalenza prestatori di garanzie sussidiarie basate sui fondi rischi monetari depositati presso le banche - saranno spinti ad affrontare una radicale trasformazione divenendo, preferibilmente, prestatori di garanzie personali, basate sul loro patrimonio e "a prima richiesta", ma, soprattutto, trasformandosi in intermediari finanziari e/o creditizi.
In questa stessa direzione va la recente riforma del sistema dei Confidi (articolo 13 del decreto legge 269/2003), che, ideata con l'intento di favorire e orientare il processo di evoluzione e di concentrazione degli stessi, ne promuove la graduale trasformazione in intermediari finanziari ovvero, alternativamente, in banche di credito cooperativo.
Regole e mercato, dunque, che si combinano tra loro attribuendo enfasi crescente al necessario momento evolutivo dei confidi, da realizzarsi attraverso una trasformazione di ruolo, forma giuridica e caratteristiche delle garanzie prestate. In particolare, la trasformazione in intermediari finanziari e creditizi non è certo un passaggio di poco conto: essa imporrà dimensioni patrimoniali, risorse economiche, organizzative e professionali maggiori di quelle di norma presenti nel sistema. Ciò non tanto e non solo per raggiungere i requisiti di capitale e patrimonio minimi richiesti dalla normativa di vigilanza agli intermediari finanziari e alle banche, quanto piuttosto per sostenere il peso degli obblighi e adempimenti che alla stessa normativa di vigilanza si associano.
• Dimensioni maggiori. Ai "nuovi" Confidi verranno richieste solidità patrimoniale, puntuali procedure di controllo interno, elevata capacità di governance e di monitoraggio dei rischi assunti. Serviranno massicci investimenti, non solo economici ma anche "culturali", ai quali potranno collegarsi - grazie anche all'innescarsi di significative economie di scala - benefici quali la possibilità di riconoscimento delle garanzie prestate ai fini di Basilea 2, la crescita del potere contrattuale, il rafforzamento strutturale e organizzativo e il potenziamento di funzioni cruciali per lo sviluppo dei confidi quali quelle "marketing" e "commerciale".
La via più efficiente per affrontare consapevolmente la trasformazione in intermediari finanziari e creditizi e, più in generale, un percorso evolutivo finalizzato ad accrescere la capacità di servizio alle Pmi appare quella dello sviluppo e del completamento dei processi di aggregazione che già oggi si osservano e che costituiscono condizione necessaria per il raggiungimento di adeguati standard dimensionali, strutturali, organizzativi.

* * *

L'identikit
Attività dei confidi associati a Federconfidi (Federazione di rappresentanza dei confidi industriali). Dati al 31/12/2003

Numero Confidi 79
Numero Pmi associate 48.014
Ammontare fondi garanzia 688 milioni di euro
Crediti accolti alla costituzione 36120 milioni di euro
Crediti in essere 6.858 milioni di euro
    di cui a breve 2.372 milioni di euro
    di cui a m/lungo 4.485 milioni di euro


Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Analisi di bilancio società di calcio
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Controllo delle situazioni contabili trimestrali da chiarire
Partite le segnalazioni alle società tenute alla nomina del...
Alert, i debiti tributari ora fanno paura
Più costi che interessi: i conti correnti sono già in rosso...
Quando l'evasione fiscale diventa reato
Amministratore di società: cosa c'è da sapere?
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Garavaglia: via l'obbligo dei revisori nelle srl più piccole
Fisco, controlli selettivi sui conti delle persone fisiche
Per intercettare la crisi preferibile scegliere il sindaco
Prelievo dal conto in banca: il creditore può revocarlo?
Business plan: che cos'è e come redigerlo
Come provare un contratto verbale
Allerta, c'è la crisi: le aziende da salvare e i dubbi sul...
Aprire partita Iva, quali sono i costi?
Autovalutazione per il collegio sindacale
Sempre più scomoda la poltrona dei cda nelle società
Da contabile a stratega: così cambia il ruolo del Cfo in...
Lo stage è sempre retribuito?
Come creare start up innovative
Spa italiane, i cda sotto esame: più donne, ma pochi...
Una spinta a Pir e venture capital
Il successo della riforma dipende dall'OCRI: un accorato...
Società in house un ibrido mal riuscito
Riforma Bcc e la paura del "too small to fail"
Società quotate, i commercialisti spingono per...
Grant Thornton: «La scuola si prepari, il lavoro di oggi...
Bonus piccoli stadi con sconti limitati alle ristrutturazioni
Società in crisi, scissione e bad company
Il differimento dei termini per l'approvazione del bilancio...
Categorie al fotofinish sul Gdpr
Banche, multa da 11 milioni a Bnl, Intesa e Unicredit...
Dirigenti d'azienda: dove e come si guadagna di più
Novità per le srl nella Riforma del fallimento
Più tempo per la formazione
Professionisti, le spine dell'equo compenso: sono più i casi...
Crisi aziendali, da gennaio si cambia: ecco le nuove...
L'Italia hi-tech: aziende troppo piccole crescono ma...
Borse, è la festa più lunga. Gli Usa macinano record e...
«Lobby medioevali vogliono l'oligopolio, ma una soluzone...
L'impresa teme più la mancanza di talenti che di soldi
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)