Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.894
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Grant Thornton: «La scuola si prepari, il lavoro di oggi sparirà»
di Eugenio Occorsio
Affari & Finanza - La Repubblica
Lunedì 2 luglio 2018

«Bisogna guardare in faccia la realtà: la metà dei posti di lavoro attualmente esistenti è messa a repentaglio dall'automatizzazione, e due terzi dei ragazzi che oggi studiano alle scuole elementari e medie faranno in futuro lavori che oggi non esistono». Peter Bodin è il ceo globale di Grant Thornton International, società che riunisce più di 50.000 professionisti, presente in 135 paesi, e che offre servizi di consulenza alle imprese negli ambiti della fiscalità, revisione contabile, advisory, outsourcing, il tutto per un fatturato che ha raggiunto i 5 miliardi di dollari nel 2017. Bodin, 51 anni, svedese di nascita, è ceo dal gennaio 2018 - dopo essere stato per quasi vent'anni a capo della filiazione di Stoccolma - di questo glorioso gruppo che affonda le sue radici in una società di consulenza e contabilità nata a Chicago quasi un secolo fa (Alexander Grant & Co, 1924) ed è cresciuto poi con acquisizioni e diversificazioni. L'attuale denominazione l'ha assunta nel 1986 dopo la fusione con la Thornton Baker di Londra, dove è stato anche insediato il quartier generale del gruppo.

Se lo scenario è quello da lei delineato all'inizio, come devono fare i capi azienda da un lato e i futuri lavoratori dall'altro per orientarsi in modo corretto nel mondo del lavoro?
«La strategia varia da caso a caso, e proprio questo è il nostro lavoro: aiutare gli imprenditori a comprendere in quali direzioni il loro business si muove e rafforzare l'impegno in quella direzione. Insomma, mai come in questo periodo il mondo il mondo degli affari è fatto di distruzione e innovazione, e tutte le aziende del mondo, che noi visitiamo continuamente, sono di fronte allo stesso dilemma: come far parte della "distruzione" che interessa ogni settore senza essere vittime di essa. Noi vogliamo focalizzarci sul guidare questo cambiamento, continuando a rafforzare le nostre capacità nei mercati strategici in tutto il mondo e a trasformare la nostra capacità di innovazione e tecnologia, nonché di promozione di essa presso le aziende nostre clienti, adeguandola alle necessità per trarre vantaggio dalle opportunità che il cambiamento offre a chi ha la volontà e il coraggio di coglierle».

Qualche caratteristica comune tra i vari settori esiste?
«Potrei dirle che uno degli elementi centrali per far sì che la vostra azienda possa acquisire un vasto raggio di opzioni e che tutti i punti di vista siano coperti, è poter disporre di un team di leadership il più possibile diversificato e bilanciato quanto a genere. Deve comprendere personalità di più etnie, razze, generazioni, religioni, orientamenti sessuali, formazione, esperienze. Solo così lo staff vivrà in un ambiente vitale e innovativo. Quanto più è diversificato il team dirigenziale, è stato provato, tanto più prenderà decisioni opportune e durature sul lungo termine. Tutto questo non è filosofia, è pratica concreta di business. La nostra società per prima applica questa metodologia all'interno e ha creato da anni l'Office of Diversity & Inclusion».

Quando dice "distruzione" intende solo la naturale estinzione di attività improvvisamente diventate obsolete o anche la distruzione fisica provocata da comportamenti dolosi?
«Certo, anche questa è una delle nostre specializzazioni. Il più tipico caso è la criminalità informatica. Nel 2017 il nostro gruppo si è munito di un "global cybersecurity programme" che tutela i nostri clienti dai rischi degli attacchi informatici con un mix di misure tecniche, legali e funzionali. Ancora una volta, queste stesse tutele le applichiamo alle nostre funzioni interne, perché anche noi dobbiamo essere protetti».

Una società di consulenza internazionale è anche un buon osservatorio per tastare il polso al mondo del business. Quali segnali avete riscontrato ultimamente?
«Beh, inutile dire che in giro per il mondo c'è una crescente preoccupazione per le guerre commerciali che si stanno scatenando. In Europa, in particolare, le maggiori preoccupazioni sono per la Brexit da un lato e per il crescere dei movimenti populisti dall'altro, che poi sono due facce della stessa medaglia. Intendiamoci, l'Europa in quanto istituzione regge e continuerà probabilmente a farlo, anzi riscontriamo un ottimismo presso gli uomini d'affari europei che è così alto da segnare livelli da record. Il 60% per la precisione degli imprenditori dell'Ue, stando ai nostri sondaggi, si dice ottimista ed è la percentuale più alta di tutti i 15 anni che facciamo rilevazioni del genere. Con dei picchi fino al 75% di ottimisti in Francia, un marcato effetto-Macron se pensiamo che alla vigilia dell'elezione del presidente il tasso di ottimismo non superava il 19%. L'ottimismo esiste anche sulle capacità di tenuta: in Gran Bretagna non più del 22% degli imprenditori identifica la Brexit come una delle prime cinque barriere alla crescita, e il 47% di questi crede che comunque ce la farà a superare questi limiti. Poi però se vai a scandagliare un po' più in profondità, scopri una sottile inquietudine che cresce: un quinto dei capitani d'industria è preoccupato dei movimenti nazionalisti che crescono, secondo un nostro sondaggio peraltro realizzato in primavera prima dell'insediamento del nuovo governo italiano che verosimilmente avrà fatto alzare questa quota. Però, chissà. Le aziende sono resistenti, abbiamo visto».

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Strumento "Analisi società di calcio", primo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Riforma Bcc e la paura del "too small to fail"
Mifid II, le opportunità per il private banking
Revisione contabile: quasi l'intero mercato è nelle mani...
Le agenzie di rating: chi sono, cosa fanno e perché il loro...
L'intelligenza artificiale rivoluzionerà la banca
Lo Z-Score di Altman: 5 cose da conoscere per usarlo meglio
La correzione degli errori di bilancio
Consulenti e revisori insieme
Lezione giapponese: così gli Yes Men affossano le aziende
Perché i commercialisti non ci saranno più
Procedure d'allerta con incognita i «parametri finanziari»
Approccio basato sul rischio anche per i sindaci-revisori
Dirigenti d'azienda: dove e come si guadagna di più
Juve, Roma, Udinese, Sassuolo: la guerra all'ultimo stadio...
Tamburi: banche troppo generose, gli Npl una lezione
A guardia ci sono i lupi: ecco perché l'Europa non batte...
Borse, è la festa più lunga. Gli Usa macinano record e...
Troppi lacci frenano il credito in Europa
L'impresa teme più la mancanza di talenti che di soldi
L'allerta salva azienda chiede competenze forti
Massiah: «Sbagliato svendere le sofferenze»
Bancarotta, estesa la non punibilità
Dopo 10 mesi di terremoto le banche di San Marino...
Piazza Affari, ecco i compensi dei manager
Torna il cottimo, ora si chiama "on demand"
I giovani bocciano la formazione scolastica
Un benefit per ogni età, così Philip Morris rivoluziona il...
Norme anti scorrerie, così avrebbero frenato Lactalis...
La ripresa c'è ma non si vede: «Vanno sostenuti i sogni...
«Non abbiate paura di sbagliare il coraggio premia gli...
La riforma congelata delle banche popolari. Amber attacca...
I cigni neri che hanno cambiato il mondo della finanza
Prestito sociale, si stringe sulla riforma
In Italia il credito si incassa in 85 giorni
Crowdfunding per tutti i gusti, la nuova frontiera è l'equity
Pagamenti frazionati vietati se la fattura cumulativa...
Pagamento in contanti: quando si rischia
Le 5 grandi bugie delle banche: come riconoscerle ed...
«Azioni, Bot e fondi. Serve una patente per i risparmiatori»
Basilea 4, si cerca l'intesa entro l'anno
Innovazione aziendale, alla ricerca di nuove formule e di...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2018  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)