Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.114
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamento del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E' possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Fisco, i 15 trucchi per nascondere l'Iva: caccia a 36 miliardi
di Ivan Cimmarusti e Giovanni Parente
Il Sole 24 Ore
Venerdì 3 maggio 2019

Sono 15 i «profili di rischio» per individuare le frodi Iva. Un fenomeno che contribuisce in grandissima parte ai 147 miliardidi euro di imposta sul valore aggiunto evasi in tutta l'Unione europea, 36 dei quali solo in Italia. Numeri che obbliganola nostra amministrazione finanziaria ad alzare al massimo il livello di attenzione, tanto da ritenere le frodi Iva un pericolo «permanente». Dopo le analisi sul contrasto alle indebite compensazioni, Guardia di Finanza ed Entrate si concentrano sututte quelle partite Iva che potenzialmente possono essere coinvolte in questo tipo di frodi sia nazionali sia europee, finendo così in una sorta di lista nera.

La raccolta massiva di dati nell'Ue
La raccolta massiva di dati e l'accertamento «integrato» di Fiamme Gialle e Agenzia delle Entrate sono già iniziate. L'obiettivo di alimentare una lista nera - in cui finiscono tutti quei soggetti a rischio evasione - è già previsto da Eurofisc, il networkper lo scambio di informazioni tra le amministrazioni fiscali della Ue. E dove al primo posto spicca proprio il contrasto alle frodi carosello. D'altronde già l'atto di indirizzo sulla politica fiscale 2018-2020 assegna alla Gdf il compito di concentrare «le risorse nei confronti dei fenomeni evasivi più diffusi e pericolosi, fra cui (...) le frodi Iva». Lo scopo,dunque, è di intercettare e contrastare schemi giuridici per frodare l'Iva, così da aumentare la «compliance».

I 15 profili di rischio
Lo screening dei dati permetterà all'amministrazione finanziaria di valutare tutti i soggetti giuridici a cui è collegata una partita Iva, facendo finire in un elenco quelli che presentano indicatori di rischio di frode in operazioni commerciali relative agli anni dal 2015 al 2018. Dei veri e propri profili di rischio. In tutto ne sono stati tracciati 15 (alcuni dei quali superati dalle prassi frodatorie utilizzate e quindi non più "attivi"). Al primo posto c'è «il missing trader» (operatore mancante): il soggetto che effettua acquisti intracomunitari fittizi senza effettuare alcun adempimento Iva. C'è poi il «defaulter» (debitore inadempiente), ovvero il contribuente che dichiara l'Iva sugli acquisti intraUe ma non versa la relativa imposta. A far paura al Fisco c'è anche il «conduit company » (società condotto), che compie operazioni intracomunitarie sia in acquisto sia in vendita con clienti in altri paesi membri. L'elemento che associa tutte e tre queste figure di evasori è il passaggiodi società in società senza applicazione dell'Iva. Si tratta in sostanza di «sistemi» di evasione giuridicamente evoluti, che permettono all'imposta di volatilizzarsi.

Criteri di selezione
I criteri individuati per arricchire il data base delle 15 "patenti dell'evasore Iva" arrivano dall'archivio Vies, dall'assolvimento o meno degli obblighi dichiarativi e dall'eventuale presenza di precedenti segnalazioni di frode Iva. L'archivio è condiviso dal Nucleo speciale entrate delle Fiamme gialle e dalla Divisione contribuenti-Settore contrasto illeciti dell'Agenzia. Gli elenchi così definiti sono messi a disposizione di uffici e nuclei «territoriali». L'analisi del dato, infatti, dovrà consentire ispezioni sul campo sempre più mirate, individuando così anche altri soggetti legati alle frodi Iva.

Medie e rilevanti dimensioni
La GdF, in particolare, potrà poi accendere un faro sui contribuenti di medie e rilevanti dimensioni. I reparti territoriali delle Fiamme Gialle potranno valutare, nell'ottica di un arricchimento informativo, di interrogare il Sissec (Sistema supporto selezione contribuente) che censisce le società e gli enti non commerciali di medie e rilevanti dimensioni, operanti sul territorio nazionale. A questi saranno applicati eventuali indici di pericolosità di condotte evasive/elusive in relazione a fenomeni di fiscalità internazionale.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", sesto aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
La prova dello stato di insolvenza nel periodo emergenziale
Perché è importante il giudizio (anche negativo) delle...
La moratoria sui mutui non produce benefici sul Conto...
Revisori, il 70% rimane in panchina
Revisori, la parte del leone la fa il dottore commercialista
Revisione semplificata per i bilanci delle Pmi
Voto elettronico obbligatorio nelle quotate per tutelare i...
ReportCalcio 2020 della Figc
Il controllo di gestione come strumento per guidare gli...
Facebook in soccorso delle Pmi. Piano di sovvenzioni da...
Commercialista, una professione ad alto rischio
Crisi e adeguati assetti per la gestione dell'impresa
Impatto della perdita di fatturato da lockdown legato al...
Continuità aziendale e impairment test: due aspetti...
Aumenti di capitale a maggioranza semplice
Eurobond o Coronabond: cosa sono e differenze con il MES
Rischio bancarotta con il ricorso al credito dello stato
Responsabilità del revisore nel nuovo codice della crisi...
La revisione non è soltanto un costo
Una bomba a orologeria contro gli amministratori
Il monitoraggio parte dal bilancio e dalla tesoreria
Sindaco o revisore unico, questo è il problema. Perché non...
Guadagna di più l'imprenditore o il dipendente? Svelato il...
Alert, i debiti tributari ora fanno paura
Private equity e debt, contano Ebitda e posizione finanziaria
Perdita di continuità aziendale, crisi e insolvenza
Più costi che interessi: i conti correnti sono già in rosso...
Errori fiscali: conseguenze e rimedi
Amministratore di società: cosa c'è da sapere?
Gli adeguati assetti obbligatori della srl
Assetti organizzativi da adeguare alle caratteristiche della...
L'Inrl al tavolo con la nuova Ue
Il fallimento non c'è più le parole dell'economia cambiano...
Garavaglia: via l'obbligo dei revisori nelle srl più piccole
Fisco, i 15 trucchi per nascondere l'Iva: caccia a 36 miliardi
Riforma diritto fallimentare. Istituzione dell'organo di...
Crisi d'impresa, vi spiego perché la parola fallimento non...
Business plan: che cos'è e come redigerlo
Fallimento e crisi d'impresa: uno strumento per essere...
Autovalutazione per il collegio sindacale
Adeguati assetti della srl con obbligo del piano industriale...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2021  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)