Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Approfondimenti Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.090
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamento del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E' possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Approfondimenti - Documento

Elogio del fallimento
di Angelo Greco (avvocato a Cosenza)
Ottobre 2020

Pubblicato sul sito www.laleggepertutti.it in data 7 ottobre 2020.

* * *

Fallimento... Fallimento... Cos'è questa parola... Una facoltà, un errore, un bene?! Quanto questa parola conta in una società dove tutti parlano di successo e non si fa che parlare di questo?!

Tutti sono diventati dei guru:

«Ti vendo in 7 puntate il segreto del successo e trasformo la tua vita dallo sfigato che sei all'uomo che tutti vorrebbero essere».

«Se leggi questo libro, scoprirai i segreti di Steve Jobs. Se investi così il tuo denaro, diventerai il nuovo oracolo di Omaha. Se scarichi questo video darai una svolta alla tua vita»!

Coaching ad ogni ora, nato negli Stati Uniti ed ora largamente diffuso anche Italia, e che, spesso, con il buon fine di trarre il meglio dalle persone, renderle vincenti e sicure di sé... diventa quasi bullismo lessicale.

Ai miei tempi, i ragazzi si distinguevano in 'secchioni' e 'fighi'. Oggi, in 'vincenti' e 'perdenti'.

'Sei un perdente' è un'offesa ancora peggiore di: 'sei scemo' o 'sei brutto' che, ai miei tempi, erano il massimo.

'Loser' dicono gli americani!

Questa dicotomia tra 'winner e 'loser', ossia tra vincenti e perdenti, ce l'hanno anche i bambini. Giocano insieme per sentirsi giganti ma se uno sbaglia sei loser, non vali.

Quanto questa concezione è radicata? Chi fallisce è davvero un perdente? Il fallimento è la deriva o un'opportunità? E chi può davvero spostare questo confine: noi stessi, la legge?

La legge, a volte, è anche un volano per aspetti non esclusivamente legali.

Sapete che la legge fallimentare non usa più la parola 'fallimento'? Sì, oggi si dice 'liquidazione giudiziale'. Significa che la tua azienda – ossia i beni di cui è composta, compresi i crediti – viene venduta dal tribunale e il ricavato viene diviso tra i creditori.

È solo l'ultimo gradino di un'evoluzione che prima accordava al fallito una serie di incapacità e sanzioni. Oggi, chi fallisce è anche per la legge, una persona normale, che ha solo avuto la sfortuna di non riuscire a raggiungere il proprio sogno di gloria.

La scelta di sopprimere la parola fallimento è strategica. Non si può attribuire uno stigma sociale a chi, per ragioni che non sempre sono collegate a sue colpe, viene sopraffatto dai debiti ed è costretto a consegnare i libri in tribunale.

Il fallimento è dunque una condizione normale e, alquanto probabile, ad esempio dell'essere imprenditori.

Un ragionamento del genere è valido anche nella vita di tutti i giorni. Il fallimento è una condizione dell'esistere. Senza i ripetuti fallimenti non avremmo oggi il fuoco, non avremmo la ruota, non avremmo la luce elettrica nelle nostre case, non avremmo i vaccini, non avremmo i computer, non avremmo Internet.

Sapete quanti prodotti Google ha lanciato sul mercato ma poi ha ritirato perché si sono rivelati dei fallimenti? Ben 162. Il più noto forse è il social network Google plus. Questo mi ha sempre ricordato le macchinine giocattolo che vanno a molla. Quelle che, una volta ricaricate, iniziano a correre e, dinanzi ad un ostacolo, continuano a sbatterci all'infinito, ma ogni volta con un'inclinazione leggermente diversa. Ad ogni colpo, cambiano millimetricamente la propria direzione, finché, a furia di spostarsi, la macchina non va più addosso a quell'ostacolo e trova un'altra via dove camminare.

Cosa succederebbe, però, se la macchina perdesse la carica proprio durante questi continui colpi contro il muro? Esatto: non troverebbe mai la via d'uscita per continuare a camminare e si fermerebbe lì.

I fallimenti sono così: sono muri, ostacoli contro cui tutti andiamo prima o poi a sbattere e che ci fanno capire che, in quella direzione, non c'è possibilità di andare avanti, che bisogna spostarsi, anche al millesimo, per proseguire la nostra corsa. Ma è chiaro che se noi, sopraffatti dalla sfiducia in noi stessi, smettessimo di tentare, non troveremo mai la via d'uscita e la vita ci sembrerà impossibile.

Ecco perché non esiste il vincente. Il vincente è solo un 'fallito che si è rialzato' ed ha fatto come la macchinina ricaricabile: ha continuato a sbagliare e sbattere, per capire dove poter continuare a procedere.

Ora, se c'è una cosa che io riformerei sono i sistemi con cui vengono accordati i premi... Non li darei ai primi, a quelli che raggiungono un traguardo, ma a tutti gli altri che falliscono. Innanzitutto, perché è proprio grazie a loro, ai loro fallimenti, che qualcun altro può raggiungere un obiettivo (si pensi agli infiniti tentativi della medicina che si valgono di milioni di studi non andati in porto). In secondo luogo, perché è proprio premiando chi cade che gli si dà la motivazione per rialzarsi. E se le persone continuano a tentare, l'intera umanità progredisce.

Il fallimento è quindi un elemento essenziale del progresso. Il progresso vive di fallimenti.

Cercate di imparare da chi vi aiuta ad affrontare i fallimenti. Perché tutti ne hanno, anche se non vogliono farli vedere.

Quando mio figlio ha messo per la prima volta i rollerblade ed è entrato in una pista di pattinaggio, la prima cosa che ho fatto è stato dargli una forte pacca sulle spalle per farlo cadere. E quando si è rialzato, l'ho rifatto. L'ho fatto cadere una seconda volta. E poi una terza, una quarta, una quinta e così via finché non ha imparato a cadere. Quando aveva capito come poggiare le mani per non farsi male gli ho detto «Bravo. Ora che non hai più paura puoi raggiungere qualsiasi velocità».

Diffidate di chi vi vuol insegnare a vincere.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Analisi di bilancio società di calcio
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", quinto aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Esclusiva degli amministratori di srl solo sugli assetti
In arrivo le prime modifiche sostanziali al Codice della crisi
Prezzi e valori d'impresa in tempi di Covid
Cina, agenzie di rating sotto accusa. Spiragli per le società...
Rating di legalità, Antitrust: boom di richieste da parte...
ReportCalcio 2020 della Figc
E' emergenza per tutti i bilanci
Addio esami di Stato, basta la laurea per veterinari...
Il ruolo degli ordini professionali
L'anno d'oro delle startup: un grande affare o una bolla
Allerta «licenziamento» per 50mila revisori nelle Srl
La crisi d'impresa è in stallo
«L'area finanza come un hub che guiderà l'innovazione»
Rischio insolvenze per 45 miliardi
Il commercialista e la crisi: «Lavoro, ma nessuno paga...
Responsabilità amministratori e riforma della crisi d'impresa
AAA revisore cercasi. Inutilmente
Il monitoraggio parte dal bilancio e dalla tesoreria
Divieto di contanti e pagamenti elettronici: nuove regole
La fine di un mito: il lavoro sicuro in banca
Partite le segnalazioni alle società tenute alla nomina del...
Sedata la crisi d'impresa
Indici di crisi a misura d'impresa. Controlli ogni tre mesi
Revisori e sindaci da scegliere in 154mila aziende
Credito del socio compensabile con l'aumento di capitale...
Amministratore di società: cosa c'è da sapere?
Assetti organizzativi da adeguare alle caratteristiche della...
Revisori solo nelle grandi srl
Una società è responsabile?
Allerta, c'è la crisi: le aziende da salvare e i dubbi sul...
Addio profitto, scopo dell'impresa è la felicità di chi ne fa...
Da contabile a stratega: così cambia il ruolo del Cfo in...
Adeguati assetti della srl con obbligo del piano industriale...
ISA 2018, le modifiche
Pianificazione e controllo di gestione: ora giù la maschera!
Una spinta a Pir e venture capital
Il successo della riforma dipende dall'OCRI: un accorato...
Controllo di gestione: come si svolge la metamorfosi da...
Bilancio successivo a quello nullo, tribunali discordi sui...
Società in house un ibrido mal riuscito
Riforma Bcc e la paura del "too small to fail"
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2021  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)