Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.090
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamento del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E' possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Cina, agenzie di rating sotto accusa. Spiragli per le società internazionali
di Rita Fatiguso
Il Sole 24 Ore
Martedì 24 novembre 2020

Dopo le agenzie di audit è la volta di quelle di rating a finire sotto accusa. Le autorità di Pechino accusano il sistema del rating di aver sopravvalutato i bond di aziende fallite o sull'orlo del fallimento. Dando così un' impressione di falsa stabilità e contravvenendo alle regole di trasparenza e di rispetto della legge.

Un mercato chiuso
Il mercato del rating in Cina è chiuso alle società straniere. Anzi, nonostante l'apertura recente sul fronte delle attività finanziarie, il rating continua ad essere protetto dall'arrivo di società internazionali specializzate.Le agenzie cinesi, al contrario, possono operare all'estero tanto è vero che Dagong, tra le prime società di rating cinesi, già da tempo ha potuto creare una società in Europa e sempre da anni classifica il debito di Paesi o aziende straniere. Adesso, secondo le massime autorità di controllo cinesi, le agenzie di rating del Paese sono responsabili di aver classificato colossi delle miniere e produttori di macchine statali con il bollino tripla A. Certo il grosso dei default continua ad essere classificato BB+ o più basso, ma il livello di classificazioni AAA è considerato preoccupante oltre che fuorviante. Se alle agenzie straniere fosse concesso di entrare nel mercato del rating cinese forse le cose potrebbero migliorare.

Questa idea è stata ventilata durante l'ultima riunione del Comitato per la stabilità e lo sviluppo finanziario del Consiglio di Stato che ha fatto il punto sulle riforme, presieduto dal vice premier Liu He. La Cina, è stato affermato, dà grande importanza allo sviluppo sano e sostenibile del mercato dei capitali, promuove lo sviluppo sostenibile e sano del mercato obbligazionario. Considera il recente aumento dei casi di default "il risultato della sovrapposizione di fattori ciclici, istituzionali e comportamentali, ma – sostiene il Comitato in una nota - considera necessario gestire il rapporto tra promozione dello sviluppo e prevenzione dei rischi".

Da qui la necessità di punire severamente tutti i tipi di "evasione del debito", per proteggere i diritti e gli interessi legittimi degli investitori. Anche un rating non centrato è una forma di distorsione della realtà del mercato.

Il ruolo delle riforme
Secondo il Comitato le entità di mercato come le società emittenti di obbligazioni e i loro azionisti, istituzioni finanziarie e agenzie di intermediazione "devono attenersi rigorosamente a leggi, regolamenti e regole di mercato, sostenere l'etica professionale, essere diligenti, onesti e affidabili e prevenire efficacemente i rischi morali". Nell'opera di riforma del mercato obbligazionario il Comitato suggerisce di migliorare i sistemi di mercato e le strutture del mercato e di arricchire la qualità di prodotti e servizi, approfondendo la riforma delle imprese statali e migliorando la qualità e l'efficienza delle operazioni. In quest'ambito un passo ulteriore potrebbe essere quello di aprire il mercato del rating.

Una prova di trasparenza
I default imputabili a grandi aziende pubbliche complicano anche i rapporti già tesi con gli Usa. Il timore è che il Governo di Pechino consenta a queste aziende di eludere il rimborso dei debiti in nome del default deciso dal mercato. In ballo ci sono anche le aziende cinesi quotate anche a Wall Street sulle quali Cina e Usa sono ai ferri corti da tempo perché la Cina rifiuta l'accesso all'audit delle sue aziende da parte di società americane. Il deterioramento del debito cinese peggiora il quadro. Così Pechino rilancia proponendo ispezioni congiunte Usa-Cina, che dovrebbero essere effettuate attraverso un meccanismo di cooperazione di sorveglianza transfrontaliera. La proposta è stata avanzata dalla Commissione che vigila sulle borse. Pechino finora si è opposta a un regolamento che porterebbe al delisting delle società che non rispettano le regole di revisione degli Stati Uniti.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", quinto aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Esclusiva degli amministratori di srl solo sugli assetti
In arrivo le prime modifiche sostanziali al Codice della crisi
Prezzi e valori d'impresa in tempi di Covid
Cina, agenzie di rating sotto accusa. Spiragli per le società...
Rating di legalità, Antitrust: boom di richieste da parte...
ReportCalcio 2020 della Figc
E' emergenza per tutti i bilanci
Addio esami di Stato, basta la laurea per veterinari...
Il ruolo degli ordini professionali
L'anno d'oro delle startup: un grande affare o una bolla
Allerta «licenziamento» per 50mila revisori nelle Srl
La crisi d'impresa è in stallo
«L'area finanza come un hub che guiderà l'innovazione»
Rischio insolvenze per 45 miliardi
Il commercialista e la crisi: «Lavoro, ma nessuno paga...
Responsabilità amministratori e riforma della crisi d'impresa
AAA revisore cercasi. Inutilmente
Il monitoraggio parte dal bilancio e dalla tesoreria
Divieto di contanti e pagamenti elettronici: nuove regole
La fine di un mito: il lavoro sicuro in banca
Partite le segnalazioni alle società tenute alla nomina del...
Sedata la crisi d'impresa
Indici di crisi a misura d'impresa. Controlli ogni tre mesi
Revisori e sindaci da scegliere in 154mila aziende
Credito del socio compensabile con l'aumento di capitale...
Amministratore di società: cosa c'è da sapere?
Assetti organizzativi da adeguare alle caratteristiche della...
Revisori solo nelle grandi srl
Una società è responsabile?
Allerta, c'è la crisi: le aziende da salvare e i dubbi sul...
Addio profitto, scopo dell'impresa è la felicità di chi ne fa...
Da contabile a stratega: così cambia il ruolo del Cfo in...
Adeguati assetti della srl con obbligo del piano industriale...
ISA 2018, le modifiche
Pianificazione e controllo di gestione: ora giù la maschera!
Una spinta a Pir e venture capital
Il successo della riforma dipende dall'OCRI: un accorato...
Controllo di gestione: come si svolge la metamorfosi da...
Bilancio successivo a quello nullo, tribunali discordi sui...
Società in house un ibrido mal riuscito
Riforma Bcc e la paura del "too small to fail"
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2021  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)