Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.906
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Cda bancari, la stretta della Cassazione
di Alessandro De Nicola
Affari & Finanza - La Repubblica
Lunedì 10 settembre 2018

Sedere in un consiglio di amministrazione di una banca non è mai stata una sinecura. I crack si susseguono, le sanzioni di Consob e Banca d'Italia sono frequenti (più che nel resto d'Europa) e in alcuni casi ci sono state inchieste penali magari finite nel nulla (come quella che coinvolse anni fa gli amministratori di Banca Popolare di Milano) ma che per gli imputati hanno comportato stress e perdita di tempo. Tuttavia, dopo la riforma del diritto societario del 2004, si era pensato che la posizione degli amministratori non esecutivi fosse al sicuro. La riforma aveva abolito "l'obbligo generale di vigilanza" da parte del consiglio, formula vaga che si era trasformata in una specie di responsabilità oggettiva ("se si è verificato un illecito vuol dire che non si è vigilato abbastanza"). Inoltre, sebbene i consiglieri dovessero "agire informati" e non in modo passivo, le informazioni potevano, secondo la lettera del codice civile, essere raccolte solo chiedendole agli organi delegati. Tutto il cda continuava ad essere protetto dalla business judgment rule, secondo la quale le scelte gestionali degli amministratori, purchè non manifestamente irrazionali, non sono sindacabili dai giudici. La magistratura ha interpretato gli obblighi a carico degli amministratori in questione assai severamente, soprattutto per chi siede nel consiglio di una banca. L'ultimo esempio è la sentenza della Corte di Cassazione, pubblicata il 16 luglio scorso, a carico di un ex-amministratore di Mps che si era opposto alla sanzione inflittagli dalla Consob. L'authority aveva multato anche i consiglieri non esecutivi, rimproverando loro che il documento informativo circolarizzato dalla Banca per un'offerta di strumenti finanziari aveva gravi carenze fattuali e i titoli emessi erano stati contabilizzati scorrettamente. Dopo aver perso in Corte d'appello, il consigliere aveva fatto ricorso adducendo che all'epoca dei fatti il suo ruolo era non esecutivo e gli indizi di possibili illeciti erano emersi prima che lui entrasse in carica. La Suprema corte ci è andata giù dura: i consiglieri non esecutivi delle società bancarie, devono "possedere ed esprimere costante e adeguata conoscenza del business bancario", "attivarsi in modo da poter efficacemente esercitare una funzione di monitoraggio sulle scelte compiute dagli organi esecutivi" e, se opportuno, avocarle all'intero consiglio. Il dovere di intervenire è "particolarmente stringente" nel governo societario delle banche in quanto la Costituzione stessa tutela il risparmio e la diligenza richiesta agli amministratori risente della "natura dell'incarico" e delle loro "specifiche competenze". Per un'offerta "colossale" come quella in esame, sussisteva dunque per l'intero consiglio "il dovere di attivarsi" per rimediare all'errore del management. La motivazione della sentenza è un po' succinta, ma la questione rimane la stessa. Il pendolo è sempre oscillato tra chi pensa che la responsabilità debba andare in capo in modo rigoroso a chi più ha gli strumenti per impedire i fatti dannosi, e chi invece ritiene che se non si vuole soffocare l'imprenditorialità o peggio far sì che nessuna persona con capacità e reputazione rischi di fare l'amministratore, non si possa avere un atteggiamento draconiano, soprattutto con i consiglieri non esecutivi. Oggi prevale il rigore, giustificato dalla minuziosa normativa sui controlli relativa al settore bancario emanata dalle autorità regolamentari e ai numerosi organi di vigilanza interni previsti dalla legge: sindaci, organismo 231, internal audit, compliance, risk management, comitati endoconsiliari e così via. La conseguenza è che gli amministratori dovranno essere sempre più professionalizzati (e remunerati) e dedicare molto tempo allo svolgimento del loro incarico. Una meditata rivisitazione dei principi fondamentali contenuti nel codice civile, introducendo esplicite differenze tra società regolamentate o quotate e non, certamente non guasterebbe.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Strumento Analisi società di calcio, secondo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Fattura elettronica al test dei piccoli negozi e dei benzinai
Revisori in rete con il progetto Sol
Lo smart working in Italia non cresce perché manca la...
Controllo di gestione: come si svolge la metamorfosi da...
Bilancio successivo a quello nullo, tribunali discordi sui...
Società in house un ibrido mal riuscito
Riforma Bcc e la paura del "too small to fail"
Lo Stato controllore impunito per i danni agli enti controllati
Ecco le aziende che pagano meglio. Così la competenza...
Azienda Italia, il vertice non cambia al timone meno...
Lehman, il crac degli "altri" che piegò le banche italiane
Professionisti, nuove opportunità dalla riforma del terzo...
Consulenti e revisori insieme
L'impresa familiare brilla più dei rivali
Bancarotta fraudolenta distrattiva per il pagamento del...
A guardia ci sono i lupi: ecco perché l'Europa non batte...
«Lobby medioevali vogliono l'oligopolio, ma una soluzone...
L'impresa teme più la mancanza di talenti che di soldi
L'allerta salva azienda chiede competenze forti
Pagamenti, la rivoluzione nel portafoglio: Apple e Google...
La punta di diamante dell'inganno bancario
Un benefit per ogni età, così Philip Morris rivoluziona il...
Norme anti scorrerie, così avrebbero frenato Lactalis...
Accenture: «Il capitale umano è la vera risorsa dell'Italia»
Tutte le lauree che fanno trovare lavoro
L'ufficio è più bello se gli impiegati aiutano i designer
La riforma congelata delle banche popolari. Amber attacca...
Quei manager rivoluzionari che però ignorano le regole...
Quando in banca c'è conflitto di interesse
Credito tremano i confidi. A rischio uno su tre
Prestito sociale, si stringe sulla riforma
Oltre 15 anni dall'ultima «promozione». Perché le agenzie...
In Italia il credito si incassa in 85 giorni
Robo-advisory per small e mid cap
Giovani e occupazione i veri numeri dell'Italia: gli over 30...
Re Sole a Silicon Valley: la monarchia assoluta dei Big di...
Consulenti finanziari autonomi al via
Pagamento in contanti: quando si rischia
Con quale frequenza si può prelevare dal conto?
Le 5 grandi bugie delle banche: come riconoscerle ed...
Banche italiane più sicure: la classifica
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2019  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)