Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.894
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Basilea 3 come la diga di Assuan: «Le regole eviteranno inondazioni»
di Paola Jadeluca
Affari & Finanza - La Repubblica
Lunedì 17 marzo 2014

«Come la costruzione della diga di Assuan a suo tempo, l'implementazione di Basilea 3 sta portando a significativi e talvolta inaspettati cambiamenti nel panorama finanziario», Nicolas Gaussel, Chief Investment Officer di Lyxor Asset Management, pensa alla prosperità portata dalla diga, alla capacità di controllare inondazioni e siccità. Ma anche all'impatto generato dopo aver rotto grandi equilibri nella regione. «I mercati finanziari sono necessari per "l'irrigazione" dell'economia. Tuttavia, come per il Nilo, anche le crisi di questi ultimi possono essere distruttive. I mercati inoltre obbediscono alle stesse leggi statistiche, il cui parametro principale, l'esponente di Hurst, porta proprio il nome di un idrologo specializzato nelle inondazioni del Nilo. Anche il dilemma che riguarda la regolamentazione dei mercati finanziari può essere descritto in modo simile: come possiamo garantire la stabilità finanziaria e allo stesso tempo finanziare l'economia? E' questo il tema al centro del dibattito. In un contesto in cui le nuove regolamentazioni stanno ri-definendo gli scenari bancari e finanziari, è importante prestare attenzione agli inattesi effetti secondari dell'implementazione di questi nuovi progetti faraonici. Al momento due di questi effetti stanno profondamente influenzando la struttura dei mercati finanziari e gli investitori dovrebbero esserne messi a conoscenza».
Quali sono?
«Il debito pubblico è ora detenuto parimenti da banche e compagnie assicurative. In uno scenario profondamente mutato. Per la prima volta, il Comitato di Basilea ha introdotto il concetto di riserve di liquidità, e questo spinge verso una diminuzione del livello d'intermediazione bancaria. Rinforzando i requisiti di liquidità per le banche, gli organi regolamentari e i supervisori bancari stanno anche diminuendo il livello d'intermediazione bancaria. Questo vale in particolare per l'Europa. Mentre negli Stati Uniti l'80% dei finanziamenti a società non finanziarie ha subito un processo di disintermediazione, in Europa oggi l'80% del finanziamento a società non finanziarie avviene tramite prestiti finanziari (4.400 miliardi di euro). Un aumento del 10% della disintermediazione rappresenterebbe pertanto un mercato di circa 450 miliardi di euro. Un mercato che si apre proprio mentre le compagnie assicurative stanno entrando nell'area del corporate finance».
Cambiano anche le fonti di finanziamento di società non finanziarie.
«Da una parte, il cambio nella regolamentazione, che tramite il rafforzamento dei requisiti di capitale di fatto riduce le capacità di bilancio delle banche. Dall'altra, i bassi rendimenti offerti dai titoli di debito pubblico, stanno spingendo gli investitori a cercare rendimenti più elevati e di conseguenza asset più rischiosi. In Francia, la pubblicazione di un decreto sulla modifica del codice assicurativo nell'agosto 2013 ha permesso alle compagnie assicurative (sotto determinate condizioni) di fornire prestiti diretti alle società per un valore pari, al massimo, al 5% del loro bilancio totale. L'aspetto più rilevante è che le condizioni sono interessanti. I prestiti offrono rendimenti più elevati rispetto al debito sovrano e sono più sicuri delle obbligazioni high yield: prestiti senior, più elevati recovery rate, minori tassi di default e protezione contro il possibile aumento dei tassi di interesse grazie a una struttura a tasso variabile (Euribor + 450 punti base in alcuni casi). Inoltre, questa tendenza alla disintermediazione, garantisce alle compagnie assicurative la possibilità di investire in settori non finanziari come infrastrutture, energia, immobiliare ecc. Stiamo quindi assistendo a un trasferimento di asset, e anche di competenze, dalle banche alle assicurazioni».

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Analisi di bilancio società di calcio
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Strumento "Analisi società di calcio", primo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Troppo socialista per la City, ascesa e caduta di una ceo...
I revisori legali presentano proposta di legge sulla...
Lo Stato controllore impunito per i danni agli enti controllati
Cda bancari, la stretta della Cassazione
Lehman, il crac degli "altri" che piegò le banche italiane
Società quotate, i commercialisti spingono per...
Confidi al rilancio con la riforma del fondo
Professionisti, nuove opportunità dalla riforma del terzo...
Lezione giapponese: così gli Yes Men affossano le aziende
L'impresa familiare brilla più dei rivali
Fatturazione elettronica obbligatoria, l'allarme dei...
Perché i commercialisti non ci saranno più
Elenco dei cattivi pagatori: cos'è e conseguenze per gli...
Banche, multa da 11 milioni a Bnl, Intesa e Unicredit...
Novità per le srl nella Riforma del fallimento
Juve, Roma, Udinese, Sassuolo: la guerra all'ultimo stadio...
Negli Usa cresce il disagio dei 50enni, la "Generazione...
Borse, è la festa più lunga. Gli Usa macinano record e...
«Lobby medioevali vogliono l'oligopolio, ma una soluzone...
Se le riunioni sono lunghe o inutili: così le aziende tagliano...
Lo "yoga finanziario" entra in azienda e fa aumentare...
Tasso variabile, finita l'età dell'oro: dietro l'angolo la...
OK ai commercialisti specialisti
Commercialisti, la svolta
Regole e capitale, così il credito si allontana dalle Pmi...
Norme anti scorrerie, così avrebbero frenato Lactalis...
Imprese, manca lo spirito di squadra e così l'open...
I revisori chiedono un giusto compenso alla Pa
Caccia alle commissioni, così cambia il modello delle...
Franchising e nuovi negozi, il commercio tradizionale...
Avviare un business: srl o ditta individuale? Ecco le 3 cose...
Fari puntati sulla responsabilità
Oltre 15 anni dall'ultima «promozione». Perché le agenzie...
In Italia il credito si incassa in 85 giorni
Avvocati, medici e notai, cresce la competizione con...
Consulenti finanziari autonomi al via
Pagamento in contanti: quando si rischia
È pignorabile una polizza?
Quali rischi a lasciare troppi soldi sul conto corrente?
Affinché i loro debiti non si trasformino in Npl le Pmi...
Fabi: 22mila esuberi nelle banche, già chiusi 7mila sportelli
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2018  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)