Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.012
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Basilea 2 senza ulteriori rinvii
di Adriano Leorato
Il Sole 24 Ore
Lunedì 8 ottobre 2007

Si è parlato a lungo di Basilea 2 con toni, a seconda del momento e dell'interlocutore, entusiastici o catastrofici. Ma non molto è accaduto il 1° gennaio 2007, data della sua entrata in vigore e qualcuno ha dedotto che i cambiamenti annunciati erano stati troppo enfatizzati. In realtà la sostanza dell'accordo decorre dal 1° gennaio 2008 perché il Basilea 2 prevedeva una clausola - e le banche l'hanno utilizzata -, che consentiva di continuare per un anno a calcolare il livello del capitale di vigilanza secondo quanto previsto dalla precedente disciplina. Poiché gli effetti sul rapporto banca-impresa sono legati ai nuovi obblighi di capitale, questi effetti sono sostanzialmente slittati al prossimo anno.
Ora che l'anno di transizione è ormai trascorso le conseguenze stanno per farsi sentire in tutta la loro potenzialità. Dunque torna di attualità chiedersi che cosa cambia; in particolare per le Pmi che presentano gravi lacune nella gestione finanziaria.
Il cambiamento non sarà traumatico, ma sarebbe un grave errore farsi abbagliare da questa gradualità e adagiarsi nell'illusione che si potrà continuare come in passato.
Nell'immediato le aziende che non si sono adeguatamente attrezzate avranno la possibilità di ridurre l'impatto di un cattivo rating rivolgendosi alle piccole banche. Queste infatti utilizzeranno il sistema standard, largamente sovrapponibile al Basilea 1. Non si può però ignorare l'esigenza di programmare l'adeguamento degli standard gestionali al nuovo scenario.
Infatti le banche primarie, che utilizzeranno il sistema Irb, potranno gratificare la clientela migliore con tassi molto favorevoli. Rispetto a questa clientela le banche che usano il sistema standard finirebbero per risultare non competitive se non dovessero mettere in piedi qualche correttivo.
Perciò anche per chi adotta il sistema standard l'introduzione di un sistema di rating diventerà comunque fondamentale per controllare il rischio e applicare condizioni differenziate per essere competitivi nei confronti dei buoni clienti senza scardinare gli equilibri economici.
Gradualmente il mercato spingerà tutte le banche ad allinearsi alle "best practices". Alla fine i clienti con una cattiva valutazione troveranno, in tutto il sistema, difficoltà a ottenere finanziamenti o li troveranno a costi molto elevati. Ottenere un buon rating diventa perciò fattore critico di successo e il rating dipende da fattori noti: scoring comportamentale, indici di bilancio, valutazioni sulle prospettive di settore, eccetera.
Alla luce di queste riflessioni riconosciamo le strade obbligate per le Pmi per non trovarsi emarginate o penalizzate nel soddisfacimento delle loro esigenze finanziarie.
L'importanza del cosiddetto scoring andamentale impone di dotarsi di strumenti adeguati di gestione tesoreria che comprendono il Gat (ndr: Gestione anticipata di tesoreria) e la capacità di conoscere e gestire una gamma di strumenti finanziari più articolata e personalizzata. Il bilancio dovrà mostrare maggior equilibrio nella composizione delle fonti e nella correlazione temporale fonti-impieghi. Ciò riporta a quel tipo di cultura finanziaria che include la capacità di pianificare uno sviluppo armonico attraverso ricorso a più fonti di capitale incluso l'accesso agli strumenti pubblici di sostegno, al capitale di rischio di investitori terzi, a forme di credito partecipativo, eccetera tutte soluzioni dove la capacità di presentare un business plan realistico e credibile, risulta fondamentale.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Analisi di bilancio società di calcio
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
AAA revisore cercasi. Inutilmente
Sindaco o revisore unico, questo è il problema. Perché non...
La fine di un mito: il lavoro sicuro in banca
Partite le segnalazioni alle società tenute alla nomina del...
E se le costose procedure di allerta fossero un'occasione...
Revisori e sindaci per le Srl, la miniguida alla scadenza del...
Perdita di continuità aziendale, crisi e insolvenza
La determinazione dello "stato di avanzamento" delle...
Buttati! I 4 rimedi contro l'ossessione del perfezionismo
L'importanza di dotarsi di un sistema di controllo di gestione
Strumento "Analisi società di calcio", terzo aggiornamento
Scoperto di conto corrente: cosa succede
Fisco, i 15 trucchi per nascondere l'Iva: caccia a 36 miliardi
Crisi d'impresa, vi spiego perché la parola fallimento non...
Prelievo dal conto in banca: il creditore può revocarlo?
Quando serve la Scia?
Fallimento e crisi d'impresa: uno strumento per essere...
Crisi d'impresa: la riforma discrimina sull'obbligo assetto!
Gli indicatori gestionali critici della continuità aziendale
Revisione delle piccole e piccolissime imprese, l'attività da...
Se vuoi pensare come un leader, devi agire come un leader
Fattura elettronica al test dei piccoli negozi e dei benzinai
Le 5 regole indispensabili per dare un feedback davvero...
Revisori in rete con il progetto Sol
Il successo della riforma dipende dall'OCRI: un accorato...
Troppo socialista per la City, ascesa e caduta di una ceo...
Società in house un ibrido mal riuscito
Riforma legge fallimentare: quali soglie per il regime di...
Lehman, il crac degli "altri" che piegò le banche italiane
Società quotate, i commercialisti spingono per...
Confidi al rilancio con la riforma del fondo
Valutazione dell'azienda in crisi con analisi preliminare
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Perché gli avvocati sono pagati sempre meno? Una...
L'impresa familiare brilla più dei rivali
Novità per le srl nella Riforma del fallimento
Borsa e crowdfunding: così il credito è alternativo
L'Italia hi-tech: aziende troppo piccole crescono ma...
Negli Usa cresce il disagio dei 50enni, la "Generazione...
A guardia ci sono i lupi: ecco perché l'Europa non batte...
«Lobby medioevali vogliono l'oligopolio, ma una soluzone...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)