Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.090
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamento del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E' possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Aumenti di capitale a maggioranza semplice
di Luciano De Angelis
Italia Oggi
Venerdì 10 luglio 2020

Gli aumenti di capitale in natura nelle spa «aperte» potranno essere deliberati sulla base di maggioranze assembleari semplici. Con le stesse maggioranze si potrà deliberare, in queste società, l'attribuzione agli amministratori della facoltà di aumentare il capitale e nelle società quotate escludere, fino al 10% del capitale sociale dal diritto di opzione. Il tutto fino al 31/12/2020.

Il decreto semplificazioni, quindi, riprende quanto già previsto in un articolo della prima bozza del dl «Rilancio» (si veda Italia Oggi del 16 maggio; ndr: non disponibile), poi stralciato nella versione definitiva, per ciò che concerne le semplificazioni in tema di aumento di capitale, mentre, non appaiono confermate le norme (allora previste) sul voto plurimo.

Società per azioni aperte. Maggioranze assembleari

Nelle spa, aperte cioè emittenti strumenti finanziari diffusi tra il pubblico in misura rilevante, previste dall'art. 116 del Tuf (con più di 500 azionisti diversi dai soci di controllo che detengano complessivamente almeno il 5% del capitale e bilancio che superi almeno due dei tre parametri previsti dall'art. 2435-bis c.c., così come da delibere Consob n. 18214/2012 e n. 20621 del 10/10/2018) quando in assemblea sia rappresentata almeno la metà del capitale sociale gli aumenti di capitale con nuovi conferimenti in natura o crediti potranno essere deliberati, sulla base di maggioranze semplici. Tale regola varrà anche per le assemblee in seconda convocazione (sempre che si raggiunga il quorum costitutivo del 50% del capitale sociale). Le stesse maggioranze semplici potranno essere utilizzate per attribuire agli amministratori la facoltà di aumentare il capitale sociale (in questo caso parrebbe anche in denaro in una o più fasi). Altresì ammissibile sarà con tali maggioranze, nell'ambito delle società quotate, introdurre negli statuti clausole che escludano il diritto di opzione dei soci nei limiti del 10% del capitale preesistente. Ciò varrà fino al 31/12/2020 a prescindere sia dalle previsioni del codice civile che da eventuali clausole statutarie finalizzate a subordinare le questioni in oggetto a maggioranze più qualificate. Nelle società che fanno ricorso al mercato del capitale di rischio, quindi, non varrà, in questi casi, la maggioranza qualificata dei 2/3 dei presenti prevista dal comma secondo dell'art. 2368 c.c., né le eventuali maggioranze stabilite statutariamente dall'art. 2369, comma 7 c.c.

L'esclusione del diritto di opzione nelle quotate

Sempre entro il termine del 31/12/2020, per le società quotate in mercati regolamentati o in sistemi multilaterali di negoziazione (es. fra quelli autorizzati dalla Consob, Aim Italia, ExtraMOT, Euro Tlx ecc.) viene prevista una deroga alla procedura ordinaria di deliberare aumenti di capitale, escludendo il diritto di opzione anche oltre i limiti statutari (di norma il 10% o meno ai sensi dell'art. 2441, comma 4 c.c.) ma fino al 20% del capitale preesistente oppure in caso di mancata indicazione del valore nominale, nei limiti del 20% del numero delle azioni preesistenti, alle condizioni previste dalla norma stessa. Anche tale possibilità viene concessa in deroga alle previsioni statutarie ed agevola la sottoscrizione del capitale da parte di soggetti diversi dai soci originari. Risultano altresì dimezzati i termini temporali di convocazione dell'assemblea.

Le modifiche a regime

Alcune modifiche riguardano anche il diritto di opzione a regime. Per tutte le società per azioni, in primo luogo viene ridotto da 15 a 14 giorni il termine minimo per l'esercizio del diritto di opzione.

Inoltre, come si spiega nella relazione di accompagnamento, per le quotate viene previsto, attraverso una modifica del comma 3° dell'art. 2441 c.c., l'obbligo di offrire sul mercato i diritti di opzione non esercitati, dopo il decorso del relativo termine, consentendo alle società di imporre l'esercizio del diritto di prelazione sull'inoptato direttamente in sede di esercizio del diritto di opzione (c.d. oversubscription). Ciò si spiega al fine di velocizzare ulteriormente l'esecuzione di un'operazione di aumento di capitale con offerta in opzione agli azionisti.

Viene, infine, estesa la particolare ipotesi di aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione nei limiti del 10% del capitale sociale preesistente (art. 2441, comma 4° c.c.) per le società quotate anche alle società con azioni negoziate in un sistema multilaterale di negoziazione. È comunque richiesto che il prezzo di emissione corrisponda al valore di mercato delle azioni e ciò sia confermato in apposita relazione da un revisore legale o società di revisione. Le ragioni dell'esclusione o della limitazione dovranno inoltre risultare da apposita relazione degli amministratori.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", quinto aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Esclusiva degli amministratori di srl solo sugli assetti
In arrivo le prime modifiche sostanziali al Codice della crisi
Prezzi e valori d'impresa in tempi di Covid
Cina, agenzie di rating sotto accusa. Spiragli per le società...
Rating di legalità, Antitrust: boom di richieste da parte...
ReportCalcio 2020 della Figc
E' emergenza per tutti i bilanci
Addio esami di Stato, basta la laurea per veterinari...
Il ruolo degli ordini professionali
L'anno d'oro delle startup: un grande affare o una bolla
Allerta «licenziamento» per 50mila revisori nelle Srl
La crisi d'impresa è in stallo
«L'area finanza come un hub che guiderà l'innovazione»
Rischio insolvenze per 45 miliardi
Il commercialista e la crisi: «Lavoro, ma nessuno paga...
Responsabilità amministratori e riforma della crisi d'impresa
AAA revisore cercasi. Inutilmente
Il monitoraggio parte dal bilancio e dalla tesoreria
Divieto di contanti e pagamenti elettronici: nuove regole
La fine di un mito: il lavoro sicuro in banca
Partite le segnalazioni alle società tenute alla nomina del...
Sedata la crisi d'impresa
Indici di crisi a misura d'impresa. Controlli ogni tre mesi
Revisori e sindaci da scegliere in 154mila aziende
Credito del socio compensabile con l'aumento di capitale...
Amministratore di società: cosa c'è da sapere?
Assetti organizzativi da adeguare alle caratteristiche della...
Revisori solo nelle grandi srl
Una società è responsabile?
Allerta, c'è la crisi: le aziende da salvare e i dubbi sul...
Addio profitto, scopo dell'impresa è la felicità di chi ne fa...
Da contabile a stratega: così cambia il ruolo del Cfo in...
Adeguati assetti della srl con obbligo del piano industriale...
ISA 2018, le modifiche
Pianificazione e controllo di gestione: ora giù la maschera!
Una spinta a Pir e venture capital
Il successo della riforma dipende dall'OCRI: un accorato...
Controllo di gestione: come si svolge la metamorfosi da...
Bilancio successivo a quello nullo, tribunali discordi sui...
Società in house un ibrido mal riuscito
Riforma Bcc e la paura del "too small to fail"
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2021  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)