Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.124
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamento del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E' possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

L'appassionante sfida tra una Jeep e una carriola
di Andrea Resti
Affari & Finanza - La Repubblica
Luendì 22 febbraio 2021

Circa sette milioni di italiani investono denaro nei fondi comuni, che gestiscono per loro più di mille miliardi di euro. Un successo non ingiustificato: si tratta di prodotti sostanzialmente liquidi (i fondi "aperti" restituiscono il denaro al cliente in pochi giorni se necessario), trasparenti (il valore è aggiornato con cadenza quotidiana) e concettualmente semplici (tanti piccoli investitori affidano i propri risparmi a un gestore professionale dicendogli in quale tipo di titoli investire, quindi beneficiano pro quota di profitti e perdite futuri). Questo non significa che siano privi di tranelli.

Un aspetto spinoso sono le commissioni di performance. L'idea è che il gestore incassa un compenso fisso (per esempio, il 2% all'anno) che può aumentare se il risultato dell'ultimo periodo è particolarmente brillante.

Sembra un meccanismo sano e meritocratico: se sei più bravo, ti pago di più. Il sistema è viziato, tuttavia, da una macroscopica asimmetria: un gestore che ottenga risultati platealmente scadenti ha comunque diritto al compenso-base. Il diavolo, poi, si nasconde nei dettagli: come si definisce una performance brillante?

Secondo me, sei bravo se ottieni proventi superiori a quelli che anche un robot può produrre investendo in un paniere di titoli rappresentativo del tipo di investimento prescelto (per esempio, i titoli dell'indice Ftse del mercato azionario se il fondo opera in azioni). Per questo motivo il rendimento del fondo viene spesso confrontato con quello di un indice coerente con la sua politica d'investimento.

Qui cominciano le complicazioni. Gli indici come il Ftse sintetizzano i prezzi dei singoli titoli, ma tali quotazioni si riducono quando la società emittente liquida ai soci il dividendo. Se questi indici "di prezzo" (che perdono per strada il dividendo) vengono spesso confrontati con il fondo (che il dividendo invece lo incassa e lo reinveste) il gestore gareggia contro un avversario zoppo: ti piace vincere facile?

C'è di più. In alternativa all'indice di Borsa, il gestore può scegliere come termine di confronto un obiettivo assoluto, sempre coerente con il tipo di investimenti: per esempio il 5% se si tratta di azioni e 3% se si tratta di obbligazioni. Buona idea se i mercati fossero regolari come la metropolitana di Tokyo.

Peccato che il 5% sia una media tra anni felici (+20%) e orribili (-15%): per effetto di questa volatilità il gestore viene premiato, largo circa, un anno su due, anche se il fondo ha sempre guadagnato molto meno del mercato.

Le regole diventano ancora più lasche in alcuni Paesi europei i cui prodotti possono essere venduti in Italia perché dotati di "passaporto" comunitario. Nell'ameno Granducato di Lussemburgo esiste ad esempio un fondo che dichiara di investire nei mercati azionari, ma premia la performance del gestore confrontandola con i tassi interbancari a breve (negativi da quattro anni!), in un'appassionante sfida tra una jeep e una carriola in retromarcia. Lo stesso fondo, che per anni ha ottenuto risultati inferiori al mercato, dal 2014 ha cancellato dai documenti per gli investitori il raffronto con l'indice di Borsa (della serie: nessuno mi può giudicare).

La legge consente a questi intermediari di operare: può fermarli solo la consapevolezza dei clienti. Come per i prodotti biologici, ci vorrebbe un'etichetta di qualità che consenta di identificare chi rispetta certi standard e premiarlo. Potremmo scegliere fondi italiani come facciamo per il grano della pasta o l'olio d'oliva, e vien da chiedersi perché i gestori del nostro Paese non ci abbiano pensato. La risposta è che molti fondi esteri fanno capo a società nazionali desiderose di sbarazzarsi dei vincoli imposti dalle autorità domestiche (costrette peraltro ad atteggiamenti non sempre granitici, per evitare che altri intermediari si trasferiscano oltre frontiera). Così il salumiere sotto casa (lo sportello di qualche grande banca con i gestori oltralpe) può rifilarci alimenti indigesti prodotti chissà dove. Non senza una caramella e una carezza al cliente-bambino, che trotterella a casa soddisfatto.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
L'importanza del forward looking e del monitoraggio...
Strumento "Analisi società di calcio", sesto aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Il patto di non concorrenza
L'appassionante sfida tra una Jeep e una carriola
Consulenze: dopo le toppate delle big four, meglio gli...
La prova dello stato di insolvenza nel periodo emergenziale
Il ruolo degli indicatori qualitativi nella rilevazione di una...
L'assalto dei fondi potrebbe cambiare per sempre il calcio...
Fallimento, la riforma è un'arma a doppio taglio
Cashback 2020/2021: facciamo chiarezza
La moratoria sui mutui non produce benefici sul Conto...
Revisori, il 70% rimane in panchina
Lavoro, un italiano su due ha competenze obsolete, solo il...
Incremento dell'indebitamento causa Covid-19 con...
Esclusiva degli amministratori di srl solo sugli assetti
Crisi d'impresa: indicatori e indici dell'allerta alla base...
In arrivo le prime modifiche sostanziali al Codice della crisi
Cina, agenzie di rating sotto accusa. Spiragli per le società...
Il rating ESG, un investimento mirato per un futuro...
I 7 consigli di Elon Musk ai dipendenti di Tesla per essere...
Continuità aziendale e impairment test: due aspetti...
Bilanci 2020 senza l'effetto Covid-19
Revisione legale nelle nano imprese. Chiarita la...
Codice della crisi d'impresa: le modifiche al codice civile...
Sindaco o revisore unico, questo è il problema. Perché non...
Partite le segnalazioni alle società tenute alla nomina del...
Procedure di allerta, sei mesi in più per le nano imprese
La determinazione dello "stato di avanzamento" delle...
Quando l'evasione fiscale diventa reato
Assetti organizzativi da adeguare alle caratteristiche della...
Necessarie competenze a tutto campo per far fronte alle...
L'Inrl al tavolo con la nuova Ue
Il fallimento non c'è più le parole dell'economia cambiano...
Scoperto di conto corrente: cosa succede
Modifiche alla norma sugli organi di controllo nelle srl non...
Srl, si può attendere fine anno per nominare sindaci e...
Come creare una start up
Allerta, c'è la crisi: le aziende da salvare e i dubbi sul...
Aprire partita Iva, quali sono i costi?
Indici della crisi derogabili con attestazione
Srl, in ordine sparso sui collegi
Da contabile a stratega: così cambia il ruolo del Cfo in...
Lo stage è sempre retribuito?
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2021  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)