Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.114
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamento del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E' possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Allerta «licenziamento» per 50mila revisori nelle Srl
di Antonello Cherchi e Bianca Lucia Mazzei
Il Sole 24 Ore
Venerdì 21 agosto 2020

Cinquantamila revisori a rischio revoca. Tanti sono quelli nominati dalle Srl per ottemperare agli obblighi del Codice della crisi. Ora che l'operatività di quest'ultimo è slittata a settembre 2021, ma soprattutto dopo che l'obbligo di nomina dell'organo di controllo o del revisore è stato spostato al 2022, si fa sempre più concreta la possibilità che le società pensino a revocare l'incarico.

Anche perché la proroga ha cambiato di nuovo i bilanci di riferimento per il superamento delle soglie che fanno scattare l'obbligo (4 milioni di attivo, 4 di ricavi e 20 dipendenti): non più gli esercizi 2018 e 2019 ma quelli del 2020 e del 2021 su cui peserà la crisi economica innescata dalla pandemia. Il campo di applicazione dei nuovi parametri sarà quindi più ristretto e molte delle Srl oggi obbligate potrebbero quindi non esserlo più.

Il problema riguarda, paradossalmente, proprio le Srl che si sono messe al passo con gli adempimenti del Codice della crisi. Secondo l'ultimo monitoraggio Cerved, l'obbligo di nomina del revisore riguarda un bacino di 68mila enti, 50mila dei quali si sono messi in regola. I più virtuosi hanno provveduto entro il 16 dicembre scorso - la scadenza originaria indicata dal Codice della crisi - gli altri entro giugno scorso, grazie alla proroga concessa, a termini già scaduti, dall'ultimo decreto legge Milleproroghe che ha posticipato l'obbligo all'approvazione dei bilanci 2019.

Con un ulteriore e più ampio rinvio (effettuato sempre quando la scadenza era stata superata) la legge di conversione del Dl Rilancio (Dl 34/2020) ha ulteriormente rimandato la nomina dei revisori al momento dell'approvazione dei bilanci 2021 e cioè alla primavera-estate 2022.

Lo scenario attuale è quindi diverso, sia per la durata del rinvio (due anni) che per i numeri che coinvolge: la scadenza di dicembre era stata rispettata solo dal 27% delle Srl mentre ora ad essersi messo in regola è stato il 74% delle società.

Ma l'azienda può procedere alla revoca unilaterale del rapporto? La soluzione non è univoca (si veda anche l'articolo in basso; ndr: non disponibile).

Il tema era già stato affrontato da Assirevi, l'Associazione delle società di revisione legale, in occasione della prima proroga, con il documento di aprile n. 234 (ora in fase di aggiornamento). Secondo Assirevi, il cambiamento normativo era un valido motivo per l'interruzione del rapporto. Tre le strade possibili: dimissioni del revisore, revoca per "giusta causa" e risoluzione consensuale (via consigliata se si voleva riconferire l'incarico allo stesso soggetto entro un anno).

Per Andrea Foschi, del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti, la revoca «nel caso di sindaco unico e di revisore unico non è ammissibile». Ma al di là dell'interpretazione delle norme, «c'è una questione culturale: c'è chi è ancorato alla vecchia lettura del sindaco e del revisore come poliziotto. Non vede l'importanza di tali figure nell'aiutare le imprese a prevenire le crisi. Questa proroga di due anni è il primo passo per smantellare il Codice». I dottori commercialisti sono particolarmente interessati al problema: su 118mila iscritti all'Ordine, circa 80mila sono anche revisori.

Sul fatto che la revisione deve essere vista dalle società più come un vantaggio che come un costo insiste il presidente dell'Istituto nazionale revisori legali, Ciriaco Monetta che considera comunque legittima la revoca unilaterale: «L'intervenuta carenza dei requisiti di legge è una delle giuste cause previste dal Dm 261 ma le società, soprattutto quelle di minori dimensioni, devono capire che la revisione è un vantaggio poiché quel che spendono per il revisore poi lo recuperano grazie al controllo di gestione. Ma se optano per la revoca consigliamo la risoluzione consensuale».

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", sesto aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
La prova dello stato di insolvenza nel periodo emergenziale
Perché è importante il giudizio (anche negativo) delle...
La moratoria sui mutui non produce benefici sul Conto...
Revisori, il 70% rimane in panchina
Revisori, la parte del leone la fa il dottore commercialista
Revisione semplificata per i bilanci delle Pmi
Voto elettronico obbligatorio nelle quotate per tutelare i...
ReportCalcio 2020 della Figc
Il controllo di gestione come strumento per guidare gli...
Facebook in soccorso delle Pmi. Piano di sovvenzioni da...
Commercialista, una professione ad alto rischio
Crisi e adeguati assetti per la gestione dell'impresa
Impatto della perdita di fatturato da lockdown legato al...
Continuità aziendale e impairment test: due aspetti...
Aumenti di capitale a maggioranza semplice
Eurobond o Coronabond: cosa sono e differenze con il MES
Rischio bancarotta con il ricorso al credito dello stato
Responsabilità del revisore nel nuovo codice della crisi...
La revisione non è soltanto un costo
Una bomba a orologeria contro gli amministratori
Il monitoraggio parte dal bilancio e dalla tesoreria
Sindaco o revisore unico, questo è il problema. Perché non...
Guadagna di più l'imprenditore o il dipendente? Svelato il...
Alert, i debiti tributari ora fanno paura
Private equity e debt, contano Ebitda e posizione finanziaria
Perdita di continuità aziendale, crisi e insolvenza
Più costi che interessi: i conti correnti sono già in rosso...
Errori fiscali: conseguenze e rimedi
Amministratore di società: cosa c'è da sapere?
Gli adeguati assetti obbligatori della srl
Assetti organizzativi da adeguare alle caratteristiche della...
L'Inrl al tavolo con la nuova Ue
Il fallimento non c'è più le parole dell'economia cambiano...
Garavaglia: via l'obbligo dei revisori nelle srl più piccole
Fisco, i 15 trucchi per nascondere l'Iva: caccia a 36 miliardi
Riforma diritto fallimentare. Istituzione dell'organo di...
Crisi d'impresa, vi spiego perché la parola fallimento non...
Business plan: che cos'è e come redigerlo
Fallimento e crisi d'impresa: uno strumento per essere...
Autovalutazione per il collegio sindacale
Adeguati assetti della srl con obbligo del piano industriale...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2021  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)