Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 4.052
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamento del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E' possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Addio profitto, scopo dell'impresa è la felicità di chi ne fa parte
di Vittorio Pelligra
Il Sole 24 Ore
Domenica 31 marzo 2019

«L'economia dovrebbe interessarsi non solo dell'allocazione efficiente dei beni materiali - scriveva qualche anno fa, sull'American Economic Review, Matthew Rabin, giovane stella dell'Università di Harvard - ma anche della progettazione di istituzioni nelle quali i soggetti sono felici di interagire tra di loro». Senza saperlo, una piccola impresa di Ancona - che produce detergenti biologici da olii esausti - lo ha preso sul serio, così sul serio da inserire nel proprio statuto che lo scopo ultimo non è la massimizzazione del profitto o del valore delle sue azioni, ma "il benessere e la felicità di tutti coloro che ne fanno parte".
L'ho conosciuta questa impresa, assieme a molte altre, durante il Festival Nazionale dell'Economia Civile, in corso in questi giorni a Firenze. Hanno raccontato nel salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, le loro storie di successi e fallimenti, di innovazione e visionarietà, di impegno e di sostenibilità, in una espressione. C'è l'impresa che attraverso la moda e la creatività, riciclando materiali di scarto, porta dignità e una professione alle donne in carcere. E poi quella che produce generatori solari che, al contempo, depurano l'acqua e forniscono accesso ad Internet per le città del futuro.
C'è anche la multinazionale che, oltre ai punti vendita, fonda empori dove chi ha bisogno può prendere in prestito attrezzi e materiali per i lavori casalinghi. Sono imprese civili, plurali, bio-diverse, ibride; imprese che, nella loro varietà, nondimeno, hanno dei tratti comuni. Sono innanzitutto imprese "virtuose". Non nel senso di buone, brave o "santerelle". No. Sono virtuose nel senso originario del termine. L'aretè, la virtù, per i greci era, infatti, la qualità dell'eccellenza. La capacità di portare a compimento e far fiorire le proprie potenzialità. Definiamo, per questo, un pianista, virtuoso, o di un poeta diciamo che è un virtuoso della parola.
Queste imprese eccellono, nel senso che fanno fiorire persone e luoghi, idee e territori, non accontentandosi dell'ordinario, ma andando alla ricerca dello straordinario, del compiuto. Sono, poi, imprese che producono "valore". Ecco la seconda parola-chiave. Non solo ricchezza, ma valore. Sappiamo bene, infatti, che possono esserci imprese che mentre producono ricchezza, distruggono valore. Imprese "estrattive", che sottraggono risorse alle persone con le quali interagiscono e ai territori nei quali operano: l'industria dell'azzardo, chi produce armi, le imprese fortemente inquinanti, ma anche le imprese che offrono lavori inutili. Non dimentichiamoci che il venticinque percento dei lavoratori nei paesi avanzati, soprattutto giovani, percepisce il proprio lavoro come inutile. Le imprese civili invece creano e distribuiscono valore condiviso, che tracima oltre i confini dell'organizzazione per inondare l'ambienta nel quale operano. Sono imprese fatte principalmente di "relazioni", terza parola-chiave. La loro tecnologia produttiva è intrisa di relazioni.
Il loro vantaggio competitivo si fonda sulla qualità delle relazioni, determinante principale, non solo di coesione sociale, fiducia e produttività, ma anche di benessere individuale e sociale. La cura della comunità di persone che fonda l'impresa è al tempo stesso fine e mezzo per la produzione di quel valore condiviso di cui parlavamo più sopra. E poi "innovazione". Di questi tempi chi parla di innovazione e soprattutto di innovazione sociale rischia di finire per fare discorsi vaghi e vuoti. Come il "tofu", infatti, l'espressione "innovazione sociale", sta bene con tutto, ma troppo spesso non sa di niente. Un concetto catch-all, che proprio per la sua vaghezza, rischia di diventare inutile. Queste imprese, però, fanno innovazione in un senso molto specifico. Non solo cercano di dare risposte nuove a domande vecchie, di trovare nuovi modi per rispondere a bisogni consolidati.
Di più; vanno alla ricerca di nuove domande, fanno emergere nuovi bisogni, scrutano i luoghi e le persone per coglierne le domande inespresse. E queste innovazioni spesso trovano gambe in piccole scelte quotidiane. Non sempre, anzi quasi mai, l'innovazione è un processo improvviso, disruptive. Un cambio di paradigma, una mutazione culturale, avvengono perché preceduti da un processo cumulativo di "piccole scelte quotidiane" che, una volta prodotta una certa massa critica, avviano il processo di cambiamento, questa volta, rivoluzionario. Ma senza le piccole scelte quotidiane, accessibili a tutti e poco costose, le rivoluzioni non troverebbero terreno fertile per attecchire. Le imprese civili operano così: suscitando cambiamenti piccoli, quotidiani, accessibili, ma cumulativi. Modelli di consumo differenti, processi più sostenibili, prodotti meno impattanti e più utili. Scelte che cumulandosi producono nuova "cultura". Questa è l'ultima parola chiave che descrive la natura e l'operato di queste imprese. Promuovono e inducono scelte che si fanno cultura.
Le piccole scelte quotidiane diventano pensieri condivisi, schemi concettuali, norme, convenzioni e codici valoriali comuni. Una cultura della sostenibilità sociale e ambientale, ma anche della fiducia e della reciprocità. Queste "imprese civili" esistono e sono tante; piccole, forse, ma molto concrete. Sono figlie del nostro genius loci, della nostra creatività e della nostra storia di inclusione e partecipazione. Una tradizione che non dobbiamo dimenticare, ma valorizzare, dicendo "grazie" a queste imprese e a questi imprenditori, cercandoli, scoprendoli, sostenendoli e aiutandoli a fiorire e a maturare attraverso le nostre scelte di consumo e di investimento, il nostro "voto col portafoglio". Perché lo sviluppo della nostra economia sarà civile o non sarà.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Pianificare, programmare e controllare. Il sistema di...
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
Strumento "Analisi società di calcio", quarto aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Aumenti di capitale a maggioranza semplice
Post lockdown: esigenze di cassa, revisione del budget...
Falso in bilancio senza sconti per i sindaci
Assemblea di bilancio da convocare entro il 28 giugno 2020
Pmi, come evitare il rischio di contenziosi da coronavirus
Se la Borsa scende del 20% si perde il 20%?
Adeguatezza patrimoniale, adeguatezza della liquidità e...
Responsabilità del revisore nel nuovo codice della crisi...
Lavorare meno e lavorare meglio è possibile?
Sindaco o revisore unico, questo è il problema. Perché non...
Guadagna di più l'imprenditore o il dipendente? Svelato il...
La fine di un mito: il lavoro sicuro in banca
Partite le segnalazioni alle società tenute alla nomina del...
Indici di crisi a misura d'impresa. Controlli ogni tre mesi
Cassa mutua per i professionisti
Quando l'evasione fiscale diventa reato
Buttati! I 4 rimedi contro l'ossessione del perfezionismo
Il professionista come coach rimotiva l'azienda in bilico
Crisi d'impresa al primo test per sindaci e revisori
Quattro errori dei manager che fanno fallire le aziende
Modifiche alla norma sugli organi di controllo nelle srl non...
Fallimento e crisi d'impresa: uno strumento per essere...
Autovalutazione per il collegio sindacale
Crisi d'impresa: la riforma discrimina sull'obbligo assetto!
Codice della crisi d'impresa: ok dall'esecutivo
Come investire i risparmi senza rischi
Fattura elettronica al test dei piccoli negozi e dei benzinai
Lavoro e disabilità: guida pratica per l'azienda
Troppo socialista per la City, ascesa e caduta di una ceo...
Bilancio successivo a quello nullo, tribunali discordi sui...
Società in house un ibrido mal riuscito
Revisione contabile: quasi l'intero mercato è nelle mani...
Anatocismo, agire con i conti correnti aperti
I revisori legali presentano proposta di legge sulla...
Cda bancari, la stretta della Cassazione
Direct lending, così fondi ed enti previdenziali saltano le...
Confidi al rilancio con la riforma del fondo
L'intelligenza artificiale rivoluzionerà la banca
Professionisti, nuove opportunità dalla riforma del terzo...
I controlli sul no profit setacciano utili e attività
Società in crisi, scissione e bad company
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2020  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)