Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
 
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.628
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Regno Unito, futuro da paradiso fiscale
di Stefano Loconte e Luca Giancola
Italia Oggi
Lunedì 25 giugno 2016

Per il Regno Unito un futuro da paradiso fiscale. All'indomani del voto che sancisce la definitiva uscita dalla scena europea del popolo d'oltremanica, si susseguono gli interrogativi circa la nuova identità del Regno Unito, anche sul fronte della fiscalità internazionale. Se si considera che molti governi europei (fra gli altri Olanda, Finlandia, Lussemburgo e Malta) competono per attrarre investimenti offrendo generosi sconti fiscali nonostante aderiscano all'Ue, è verosimile pensare che il Regno Unito, a seguito della uscita dall'Unione, possa diventare un «nuovo paradiso fiscale». E' infatti evidente che in assenza dei pregressi vincoli posti dalla Ue, la Gran Bretagna sarà certamente più libera di introdurre politiche fiscali più favorevoli rispetto ai precedenti partner europei.
Ciò premesso, non è detto che la fuoriuscita dall'Ue della Gran Bretagna debba necessariamente vanificare gli sforzi profusi dalla comunità internazionale per contrastare il diffuso fenomeno elusivo della cosiddetta «pianificazione fiscale aggressiva», da parte di aziende che abusano del diritto per conseguire un mero risparmio d'imposta. Il progetto di contrasto all'evasione fiscale internazionale meglio noto come Beps, rappresenta un piano d'azione di origine politica, autonomamente condiviso dai più importanti paesi a livello mondiale (è il caso di Regno Unito, Stati Uniti, Germania, Francia e Italia), reso necessario dalla consapevolezza che l'erosione della base fiscale e lo spostamento dei profitti, trovano la loro linfa vitale nelle asimmetrie impositive dei vari sistemi tributari, generando quei fenomeni di doppia non imposizione in relazione ai quali l'architettura della fiscalità internazionale non sembra, allo stato attuale, in grado di contrastare.
In quest'ottica, come anticipato, l'uscita dell'Inghilterra dall'Ue non comporterà necessariamente l'abbandono degli sforzi profusi anche da tale paese nel contrasto alle pratiche fiscali evasive ed elusive nell'ambito dell'Ocse.
Occorre tuttavia precisare, che mentre la Brexit non avrà rilevanti effetti su buona parte delle azioni promosse dal progetto Beps (i.e. maggior «trasparenza» delle attività delle multinazionali attraverso l'introduzione di una documentazione dettagliata paese per paese in modo da limitare il rischio di pratiche aggressive di transfer pricing, scambio di informazioni tra le amministrazioni finanziarie dei paesi interessati ecc.) potrebbe comportare un maggiore impatto sotto il profilo del cosiddetto «treaty shopping», ossia il tentativo dei contribuenti di sfruttare i vantaggi tributari consentiti dalle convenzioni contro le doppie imposizioni o dai trattati internazionali in un paese in cui non sono fiscalmente residenti.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso
Alcuni servizi sono gratuiti!

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Generi cassa oppure bruci cassa?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
An analysis of the annual accounts of highway firms in...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Pir, ci vogliono più Pmi di qualità
Crowdfunding aperto anche alle Srl e sulle piattaforme...
Popolari e casse non quotate arriva il nuovo borsino per...
Banche in pericolo, così i piccoli e medi istituti rischiano...
La Penisola tra i Paesi meno virtuosi, ma affiorano segnali...
Npl, ora la battaglia si sposta sulle sofferenze con ipoteca
Dove volano le medie imprese. Le "tedesche" d'Italia sono...
Commercialisti «Per salvarsi devono accettare di associarsi»
L'export frenato da formato bonsai delle ditte
Specialisti nelle misure antiriciclaggio la figura più...
Professionisti, in calo le iscrizioni dei giovani
La lezione di Bob Kennedy. Al di là del Pil c'è la realtà
Busta paga più ricca, il "mito" della laurea supera la prova...
Dalle grida alla giungla elettronica il business corre al...
Capitali, strategie e liti in famiglia: l'anno zero della...
Unicorni, le start-up che valgono 647 miliardi
Garonna: «Con il mercato unico dei capitali grandi...
Egon Zehnder: «Ai manager italiani manca la capacità di...
Stipendi in crescita, il 2016 premia tutti. Chi vende vince...
«Gli apocalittici hanno torto. Ecco perché»
Industria, il mondo in mano ai robot. Ma il lavoro resisterà...
Aiuto, si è ristretta Piazza Affari. La fuga dei big affossa...
La governance passa anche dagli stipendi. Stipendi dei...
Basilea 4, slittano le nuove regole sul capitale
Poste, il risparmio tradito da quattro fondi immobiliari
La banca non risponde
Il circolo vizioso dei pagamenti: così i ritardi soffocano le...
Droni, trattori senza pilota e software: l'agricoltura 4.0...
L'Uomo dei numeri anche nelle Pmi
La globalizzazione ha fatto dietrofront
Factoring al galoppo, il business si avvicina a quota 100...
Addio ai vecchi studi di settore. Arrivano i voti ai...
Il sistema banche regge il colpo ma il piano di unione è...
Quante sofferenze si nascondono negli «incagli»?
Revisori formati. E di qualità
Revisioni contabili, battaglia campale per le Big Four della...
I costi della pubblicità possono essere iscritti nel bilancio
Certificazione di qualità così cambiano i manager delle...
Credito parallelo, una chimera: mercato specializzato cercasi
Titoli di Stato e banche, duello nella Ue
Falso in bilancio anche per le stime
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2017  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)