Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
 
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.752
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Pir, ci vogliono più Pmi di qualità
di Oscar Bodini
Milano Finanza
Martedì 23 maggio 2017

Riuscire a conciliare la doverosa selettività delle imprese che si affacciano in Borsa con la necessità impellente di allargare il panel delle aziende in cui i Pir (ndr: Piani individuali di risparmio) possono investire è uno dei temi affrontati nel corso di un convegno che si è svolto ieri pomeriggio nella sede milanese di Arca Fondi sgr. «Occorre che un numero ben maggiore di imprese si rivolga ai mercati dei capitali, perché quelle già quotate non sono sufficienti» per assorbire le crescenti masse di denaro che si stanno accumulando nei Pir, ha detto il vice dg della società di gestione, Simone Bini Smaghi. Nei primi mesi dell'anno, la raccolta complessiva dei Piani ha già superato i 3 miliardi: poiché il regolamento di questi strumenti prevede che il 21% di quanto raccolto debba essere investito in azioni di società che non fanno parte del Ftse Mib, significa che oltre 600 milioni si sono già riversati sulle medium e small cap. Entro giugno, per esempio, la stessa Arca Fondi sgr disporrà di quattro fondi Pir (due comparti azionari e due bilanciati) attraverso cui al giro di boa di metà anno dovrebbe «raggiungere una quota ben superiore a un miliardo di euro e molto vicina a 70 mila clienti», ha spiegato Bini Smaghi. Il manager ritiene che «se tra due o tre anni il numero di aziende quotate non sarà di gran lunga maggiore rispetto a quello attuale», significherá che il provvedimento con cui i Pir sono stati introdotti «non avrà dato i frutti sperati».
Non tutti, però, auspicano una crescita così sostenuta per le aziende di piccola taglia. Una voce fuori dal coro è ad esempio quella del presidente di Assosim, Michele Calzolari, che predica cautela. Il boom di raccolta e la conseguente corsa innescata da gran parte dei titoli dei listini sottili rischia infatti di generare pericolose bolle speculative e attirare verso Palazzo Mezzanotte anche aziende dai fondamentali non sufficientemente solidi, interessate a sfruttare il momentum favorevole. «Si rischia il Far West, il che rappresenta innegabilmente un pericolo», ha spiegato Calzolari nel corso del convegno. «La grande sfida è portare sul mercato società piccole ma buone». In altre parole, «la scommessa non è portare sul mercato aziende, bensì aziende di qualità». Secondo Francesco Previtera, head of research di Banca Akros (Banco Bpm), la maggiore insidia a cui il settore va incontro è quella della speculazione borsistica, fenomeno da cui è tutt'altro che immune considerata l'ingente massa di denaro che si sta riversando a Piazza Affari a fronte di un'offerta ancora piuttosto limitata sulle Pmi in cui i Pir possono investire. «Mi chiedo cosa potrebbe succedere se vedessimo performance del 40%», si è domandato l'esperto. «A quel punto, chi penserebbe più agli incentivi fiscali previsti dalla normativa? In molti si precipiterebbero a realizzare vendendo le quote e così facendo creerebbero molta volatilità». Per evitare che ciò avvenga, secondo Previtera occorre «riuscire a far passare il concetto che gli incentivi non sono destinati a scomparire, bensì a diventare stabili nel lungo periodo». In questo modo si darebbe vita a «una nuova asset class stabile per valutazione del rischio e del ritorno».

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso
Alcuni servizi sono gratuiti!

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Personalizzazione del logo
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
An analysis of the annual accounts of highway firms in...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Piccole imprese: come tirarsi fuori dai debiti con 6 consigli...
Fari puntati sulla responsabilità
Quando in banca c'è conflitto di interesse
Oltre 15 anni dall'ultima «promozione». Perché le agenzie...
Anche Unionfidi Piemonte in liquidazione, ecco perché...
L'Ue affida più poteri all'Esma sui mercati finanziari
Fusioni, nuove tecnologie, app: 100 mila bancari in pericolo
Pagamento in contanti: quando si rischia
Bonifici sospetti verso familiari: scatta il blocco del conto
Quanto contante si può prelevare in banca dopo il 2016?
È pignorabile una polizza?
Via l'Ape, la carica degli 80 mila
Popolare di Bari: 70.000 azionisti truffati, l'inchiesta fa...
Dagli avvocati ai farmacisti: così la nuova legge sulla...
Professionisti, è più vicino il ritorno alle tariffe minime
Le incognite che vede la Bce
Confidi, si rischiano altre sofferenze. Le mosse di governo...
La valenza politica della risorsa risparmio, in cerca di...
Intelligenza artificiale e Big Data. Così i robot cambiano...
«Noi, commercialisti specializzati come i medici»
Il bazooka e l'illusione dell'effetto-leva
La fattura si sconta sul web. Al galoppo le aziende fintech
Come riconoscere la solidità di una banca
Banche venete, scontro sugli indennizzi
Manager, l'elogio della lentezza: «Così possono diventare...
Nuove regole europee sulla privacy: servono 45mila esperti
«Con noi le imprese hanno credito. Abbiamo un ruolo...
Attenti a quei cinque Unicorni, startup che voleranno a...
Banche, la via crucis del credito: la rete di errori da Mps...
Vacchi: «Il distretto alla bolognese un modello di filiera...
Cuneo fiscale, chi guadagna con il taglio
Credito, 225 milioni per i confidi
Banche e imprese, un rapporto in salita
Digitale: ecco perché l'impresa non è ancora 2.0
Soltanto il 24% delle aziende consente la flessibilità negli...
Ogni giorno nascono 4 start up tech
Tagliare con intelligenza. I nuovi manager che fanno...
La volatilità delle Borse e i dubbi delle matricole
Per i revisori legali l'obbligo della informativa non...
Così Mani pulite ha trasformato il diritto penale...
I dirigenti senza lavoro sono 10 mila e le Pmi continuano...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2017  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)