Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
 
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.740
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Ogni giorno nascono 4 start up tech
di Christian Benna
Affari & Finanza - La Repubblica
Lunedì 20 ottobre 2014

La voglia "tech" d'impresa corre a tre cifre. In dodici mesi il numero di start-up innovative in Italia è aumentato di oltre il 200%: ad oggi, infatti, sono 2685 le aziende iscritte nel registro delle neo — società ad alto tasso tecnologico. Nel 2013 erano 1127. In pratica, quest'anno sono nate più di quattro attività imprenditoriali tech al giorno. Almeno questi sono i dati della mappatura dell'Osservatorio "The Italian Startup Ecosystem: Who is Who" a cura degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano e di Italia Startup. Il compito di scattare una fotografia esaustiva del panorama startup non è semplice. «Perché — come afferma Andrea Rangone, coordinatore dell'indagine e responsabile Osservatorio Digital Innovation — non tutte le nuove società, che fanno della tecnologia il proprio driver d'impresa, sono iscritte al registro speciale delle camere di commercio, perciò molte sfuggono alla statistica. In tutto però dovrebbero essere più del doppio di quelle censite». La spinta allo sviluppo arriva dal decreto "Crescita", ovvero la legge 221 del 18 ottobre 2012, con cui il governo Monti, per la prima volta, ha regolamentato la forma societaria di StartUp Innovativa, una tipologia di impresa, che è costituita da non più di 48 mesi da persone fisiche, investe in ricerca e sviluppo il 30% fra spese totali e valore della produzione, e per queste ragioni gode di agevolazioni fiscali, contratti di lavoro e sgravi. Dalla cartina tornasole dell'Osservatorio emerge chiaro che, dopo un periodo di letargo, anche in Italia sta nascendo un ecosistema attorno al mondo delle start-up. Sono 36 gli investitori istituzionali specializzati nel settore, 197 le imprese finanziate (contro le 113 del 2013), 62 gli spazi di coworking, 100 gli incubatori e acceleratori d'impresa, 38 i parchi tecnologici, 27 le associazioni e le comunità online, 46 i fablab, 52 le competizioni fra startup. E inoltre, a seguito della legge che definisce il crowdfunding, è aumentata esponenzialmente la possibilità per le startup innovative di utilizzare portali online per la raccolta di capitale di rischio attraverso gestori specializzati; infatti sono spuntate in meno di un anno 48 piattaforme che aiutano il finanziamento di queste imprese. «Registriamo un dinamismo attorno al pianeta start-up che coinvolge un numero sempre maggiore di soggetti. Anche se la normativa varata dal decreto Monti ha dato una mano allo sviluppo del settore, molte startup, per diverse ragioni, non sentono il bisogno o non riescono ad entrare nel registro speciale. Sullo sfondo resta la difficoltà di fare impresa in Italia, con i tempi lunghi della giustizia, la burocrazia ancora troppo macchinosa e un contesto economico non brillante». La culla dell'innovazione è la Lombardia che vanta 592 imprese di questo tipo, pari al 22% del totale, territorio dove si registrano i maggior movimenti per numero di società finanziate (67) grazie alle presenza di 19 investitori istituzionali, 17 piattaforme di crowdfunding, 21 incubatori, 19 spazi di coworking. Al secondo posto c'è l'Emilia Romagna con 291 startup, al terzo posto il Lazio (253) e poi il Veneto (209) e il Piemonte (190). Il tasso di mortalità delle "baby imprese" tecnologiche resta elevato. E corrisponde ad almeno «tre quarti delle nuove aziende, che non riesce a trasformarsi in una realtà imprenditoriale di successo. Ma si tratta di un dato fisiologico che vale in tutto il mondo», ricorda Rangone. Non mancano quelle che cominciano ad avere risultati anche in termini di fatturato. Startup Italia ha raccolto l'elenco delle 21 imprese nascenti con almeno 1 milione di fatturato. Ora il governo Renzi sta valutando altre formule per sostenere il decollo delle nuove imprese. Allo studio c'è un credito d'imposta del 10% per le società di nuova costituzione. E non solo. Il ministero dello sviluppo ha in mente un decreto specifico collegato alla legge di stabilità. I punti cardine del pacchetto di misure a favore delle start-up sono: una normativa maggiormente "europea", il potenziamento del crowdfunding come strumento di finanziamento dei progetti, l'estensione del periodo necessario per godere degli incentivi, da 3 a 5 anni dalla fondazione; un nuovo ruolo per Istituto di tecnologia che possa fungere da braccio operativo dell'ecosistema delle start-up.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso
Alcuni servizi sono gratuiti!

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Stampa il piano di ammortamento mutuo
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
An analysis of the annual accounts of highway firms in...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Giovani e occupazione i veri numeri dell'Italia: gli over 30...
Re Sole a Silicon Valley: la monarchia assoluta dei Big di...
Più credito alle Pmi per accelerare la crescita
Bonifici sospetti verso familiari: scatta il blocco del conto
Possibile il pignoramento del conto Paypal?
Con quale frequenza si può prelevare dal conto?
Popolare di Bari: 70.000 azionisti truffati, l'inchiesta fa...
Report di sostenibilità alla prova dei numeri
Startup: gli incubatori non sono investitori, ma formatori...
Esdebitazione esclusa se l'indebitamento è colposo
Innovazione aziendale, alla ricerca di nuove formule e di...
Professioni, l'equo compenso agli avvocati scatena...
Quando, e perché, gli esseri umani iniziarono a usare il...
Equo compenso per gli avvocati
Professionisti, è più vicino il ritorno alle tariffe minime
Stare insieme non è un tabù, avvocati e commercialisti...
Microcredito più prestito d'onore: volano le startup
Pratico, semplice, veloce: il prestito tra privati si fa largo...
Banche, ora fare chiarezza sulle modalità dei salvataggi
Case, niente affari in tribunale: 250mila aste senza...
Banche in ritirata, più mediatori un ponte per accedere al...
Startup: 4 storie di clamorosi fallimenti e cosa ci insegnano
Robo-advisor, concorrenza e riforme si apre la guerra sulle...
Reddito e ruolo sociale la crisi degli avvocati
Carige, la crisi sotto la Lanterna. Npl e vecchio sistema di...
La rivoluzione della privacy, in azienda caccia ai dpm
I titoli atipici di Bagnasco, Cultrera e Sgarlata. L'Italia...
Manager, l'elogio della lentezza: «Così possono diventare...
Popolari e casse non quotate arriva il nuovo borsino per...
Commercialisti, medici, ingegneri ora c'è chi controlla il...
Sempre meno, sempre più in rosso: per i confidi va...
Vacchi: «Il distretto alla bolognese un modello di filiera...
Cuneo fiscale, chi guadagna con il taglio
La crisi delle banche italiane spiegata (con parole semplici)...
Credito, 225 milioni per i confidi
L'export frenato da formato bonsai delle ditte
Garonna: «Con il mercato unico dei capitali grandi...
Banche, un consigliere su quattro non è in regola
Per i revisori legali l'obbligo della informativa non...
Bail-in banche, fondi e Sicav si salvano ma ora spunta un...
McKinsey: «Le imprese a caccia di manager specializzati in...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2017  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)