Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
 
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.752
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Npl, ora la battaglia si sposta sulle sofferenze con ipoteca
di Marco Frojo
Affari & Finanza - La Repubblica
Lunedì 10 aprile 2017

Quello che per il sistema bancario e imprenditoriale italiano è un enorme problema, per gli investitori può invece rivelarsi un interessante business. Stiamo parlando dei Non performing loans (Npl), i crediti in sofferenza di cui il Belpaese detiene il triste primato a livello europeo: a fine 2016 hanno toccato i 341 miliardi di euro, una cifra pari al 18% dei crediti totali, secondo «Il mercato dei NPLs tra domanda e offerta» edito da Egea e presentato all'Università Bocconi nei giorni scorsi. Sotto la spinta della Bce gli istituti di credito italiani stanno però iniziando a smaltire con decisione le sofferenze che pesano come macigni sui loro bilanci e, in molti casi, impediscono l'erogazione di nuovo credito alle imprese. «L'anno scorso il nostro studio aveva due o tre avvocati impegnati a fare due diligence su Npl, adesso non ne bastano 25 spiega Marco Pesenti senior partner e responsabile dell'area Banche e finanza di La Scala Studio Legale -. Il settore è in grande fermento, sia sul fronte del recupero sia su quello della cessione di interi pacchetti di sofferenze. La Bce sta imponendo delle direttive in materia molto precise». Alcune importanti cessioni di Npl si sono già chiuse negli ultimi anni ma il trend è in netta accelerazione. Unicredit, per esempio, si appresta a vendere un portafoglio di crediti in sofferenza da 17,7 miliardi di euro al fondo di private equity Fortress e alla casa di investimento Pimco. I deal annunciati ma non ancora conclusi, inoltre, ammontano a circa 50 miliardi di euro. «Ci sono importanti cambiamenti anche sul fronte dei recuperi - prosegue Pesenti - perché le banche si stanno organizzando diversamente; se prima affidavano la singola pratica a un avvocato, adesso la tendenza è quella di ricorrere all'outsourcing rivolgendosi a società di servizio specializzate o a studi di avvocati, affidando loro pacchetti interi di crediti inesigibili». E proprio per far fronte a questo mutato scenario di mercato, lo studio legale La Scala ha chiesto a Kpmg Advisory di predisporre un piano strategico per il prossimo triennio: «Ci troviamo di fronte ad un momento di cambiamento sostanziale del mercato e vogliamo essere pronti a cogliere questa opportunità dotati di una struttura e di un modello organizzativo e strategico adeguati», afferma Pesenti. Anche perché le competenze giuridiche nella lavorazione delle sofferenze potrebbero presto assumere un'importanza maggiore rispetto a quanto avvenuto fino ad oggi: le banche hanno iniziato a disfarsi dei crediti chirografari e stanno passando ora a quelli ipotecari, che non solo hanno importi molto più grandi ma presentano difficoltà contrattuali ben maggiori. «Mi attendo che nei prossimi anni il recupero dei crediti necessiterà di molta più attività giudiziale non standardizzabile e, per soddisfare le richieste delle banche, le competenze legali dovranno essere affiancate da una capacità imprenditoriale», conclude l'avvocato dello studio La Scala. S&P prevede che a fine 2018 le sofferenze saranno ancora il 16% dei crediti totali.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso
Alcuni servizi sono gratuiti!

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Devi chiedere credito alla banca?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
An analysis of the annual accounts of highway firms in...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Piccole imprese: come tirarsi fuori dai debiti con 6 consigli...
Fari puntati sulla responsabilità
Quando in banca c'è conflitto di interesse
Oltre 15 anni dall'ultima «promozione». Perché le agenzie...
Anche Unionfidi Piemonte in liquidazione, ecco perché...
L'Ue affida più poteri all'Esma sui mercati finanziari
Fusioni, nuove tecnologie, app: 100 mila bancari in pericolo
Pagamento in contanti: quando si rischia
Bonifici sospetti verso familiari: scatta il blocco del conto
Quanto contante si può prelevare in banca dopo il 2016?
È pignorabile una polizza?
Via l'Ape, la carica degli 80 mila
Popolare di Bari: 70.000 azionisti truffati, l'inchiesta fa...
Dagli avvocati ai farmacisti: così la nuova legge sulla...
Professionisti, è più vicino il ritorno alle tariffe minime
Le incognite che vede la Bce
Confidi, si rischiano altre sofferenze. Le mosse di governo...
La valenza politica della risorsa risparmio, in cerca di...
Intelligenza artificiale e Big Data. Così i robot cambiano...
«Noi, commercialisti specializzati come i medici»
Il bazooka e l'illusione dell'effetto-leva
La fattura si sconta sul web. Al galoppo le aziende fintech
Come riconoscere la solidità di una banca
Banche venete, scontro sugli indennizzi
Manager, l'elogio della lentezza: «Così possono diventare...
Nuove regole europee sulla privacy: servono 45mila esperti
«Con noi le imprese hanno credito. Abbiamo un ruolo...
Attenti a quei cinque Unicorni, startup che voleranno a...
Banche, la via crucis del credito: la rete di errori da Mps...
Vacchi: «Il distretto alla bolognese un modello di filiera...
Cuneo fiscale, chi guadagna con il taglio
Credito, 225 milioni per i confidi
Banche e imprese, un rapporto in salita
Digitale: ecco perché l'impresa non è ancora 2.0
Soltanto il 24% delle aziende consente la flessibilità negli...
Ogni giorno nascono 4 start up tech
Tagliare con intelligenza. I nuovi manager che fanno...
La volatilità delle Borse e i dubbi delle matricole
Per i revisori legali l'obbligo della informativa non...
Così Mani pulite ha trasformato il diritto penale...
I dirigenti senza lavoro sono 10 mila e le Pmi continuano...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2017  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)