Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.872
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

La bancassurance alla prova di Basilea 3
di Walter Galbiati
Affari & Finanza - La Repubblica
Lunedì 8 novembre 2010

Un canale di crescita. Ma anche un impegno dal punto di vista patrimoniale.
E' tra queste due alternative che si muove il futuro della bancassurance, quella sorta di fusione tra banca e assicurazione che negli ultimi anni ha dato vita a società partecipate da compagnie assicurative e da gruppi bancari con lo scopo di vendere allo sportello tutto quello che in genere si può trovare in una agenzia assicurativa.
I numeri dicono che lo spazio di crescita è ampio, soprattutto in quei settori, come il Danni, che vede l'Italia molto lontano dalla penetrazione di mercato raggiunto in altre parti d'Europa. Del resto le banche nostrane riescono a vendere solo una piccolissima percentuale di polizze Auto, di polizze per infortuni, malattie e per la casa sul totale venduto in Italia, mentre hanno raggiunto risultati più che soddisfacenti nel Vita. La quota di mercato della Bancassurance nel Danni è pari a circa il 2,5%, mentre in Europa la media è intorno al 3,5%, con Paesi come la Francia e l'Olanda in cui si sfiora il 9% o come la Spagna e il Portogallo in cui si arriva rispettivamente al 6 e la 7,5%. Le stime dicono che la Bancassicurazione Danni in Italia potrebbe raggiungere una quota di mercato pari a circa il 9% entro i prossimi 35 anni, superando i 4 miliardi di euro di raccolta.
Il controcanto però è rappresentato dagli impegni che le banche saranno chiamate a prendere dal punto di vista patrimoniale. Uno scoglio che sarà affrontato dai Governatori delle Banche centrali, impegnati nel definire le direttive di Basilea 3, l'accordo internazionale che mira a fissare i requisiti di stabilità del sistema bancario europeo. Dopo il crac di Lehman Brothers e le recenti turbolenze, l'obiettivo comune è di rendere il sistema più sicuro possibile e di ridurre i rischi sistemici, aumentando il patrimonio degli istituti di credito e diminuendo il ricorso al debito. Al centro del dibattito ci saranno anche le nuove norme che regolano la bancassurance e le partecipazioni delle banche nelle compagnie assicurative, un tema di grande rilievo perché le stime parlano di un buco da 30 miliardi nel capitale delle banche per adeguare a Basilea 3 i veicoli bancassicurativi. Il Paese più a rischio è ovviamente la Francia, vista l'estensione del settore e l'interessata attenzione che il governatore francese Christian Noyer sta dedicando alla questione. La scossa tuttavia non mancherà di far sentire i suoi effetti anche in Italia.
La partecipazione di Mediobanca in Generali per esempio vale più o meno il 40 per cento del suo Core Tier 1, ma valgono molto anche la partecipazione di Intesa San Paolo in Intesa Vita, di Bpm in Bpm Vita o del Banco Popolare in Ducato. E' legittimo aspettarsi su questo fronte una serie di dismissioni delle partecipazioni di minoranza nelle società finanziarie e di vendite totali o parziali delle partecipazioni nelle società di bancassurance.
Oppure al contrario, nei gruppi che credono nella possibile crescita del comparto, un forte investimento.
E' stato lo stesso amministratore delegato di Banca Intesa, Corrado Passera, a spiegare agli investitori le prospettive delle società-prodotto del gruppo, per le quali è previsto un progetto di fusione delle quattro società di bancassurance: «Crediamo di essere presto in grado di razionalizzare il nostro comparto assicurativo con un ammontare significativo di risparmi e utili per la banca - ha spiegato il banchiere - è presto per dare cifre esatte sulla fusione. Potrebbero esserci sinergie per qualche decina di milioni». I tempi dipenderanno dal via libera dell'Antitrust.
A scommettere sulla bancassurance sono soprattutto il Monte dei Paschi di Siena e il colosso assicurativo francese Axa che quest'anno hanno ampliato l'accordo siglato due anni fa, estendendo la vendita delle polizze agli sportelli della rete Antonveneta, entrata nel perimetro della banca senese.
L'ampliamento era già previsto negli accordi originari che avevano dato vita alla joint venture AxaMps, ma restava da definire il prezzo della transazione, fissato in 240 milioni di euro. Nel 2007 Axa pagò 1,15 miliardi per il suo accordo decennale di collaborazione con Mps, relativo a 2000 sportelli. Oggi i mille in più portati in dote da Antonveneta, pur costando molto meno anche per via della minore durata residua dell'intesa che scadrà comunque nel 2017, fanno tuttavia capire come il canale distributivo bancario resta centrale per le compagnie assicurative.
E lo dimostra anche la gara apertasi per diventare il partner assicurativo della Banca popolare di Milano. Sono ben nove i gruppi che hanno presentato le offerte non vincolanti per acquistare l'81% di Bpm Vita e l'81% di Bpm assicurazioni. Fra i pretendenti italiani, oltre alla Reale Mutua, si è fatta avanti la bolognese Unipol, mentre fra gli stranieri spiccano il colosso elvetico Zurich, la mutua francese Covea, Allianz, Alico, Legal & General, Fortis e Aviva. Per Bpm che ha ricomprato nei mesi scorsi da FondiariaSai il 51% di Bpm vita, per 113 milioni di euro, sarà l'occasione di rafforzare i ratio patrimoniali, in vista di Basilea 3, e la liquidità del gruppo.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Analisi di bilancio società di calcio
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
Autodiagnosi aziendale: le tecniche di scoring vengono...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Strumento "Analisi società di calcio", primo aggiornamento
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Bonus piccoli stadi con sconti limitati alle ristrutturazioni
La valutazione civilistica delle commesse pluriennali
Legge 155/2017 applicazioni pratiche
La correzione degli errori di bilancio
Privacy, rischi da valutare subito
Lezione giapponese: così gli Yes Men affossano le aziende
L'impresa familiare brilla più dei rivali
Elenco dei cattivi pagatori: cos'è e conseguenze per gli...
Novità per le srl nella Riforma del fallimento
Il 2018 porta in dote retribuzioni in salita per dirigenti e...
Crisi aziendali, da gennaio si cambia: ecco le nuove...
A guardia ci sono i lupi: ecco perché l'Europa non batte...
L'allerta salva azienda chiede competenze forti
Lo "yoga finanziario" entra in azienda e fa aumentare...
OK ai commercialisti specialisti
Commercialisti, la svolta
Dopo 10 mesi di terremoto le banche di San Marino...
La punta di diamante dell'inganno bancario
Vigilanza, non scordiamoci della Consob
7 cose da fare per rilanciare la tua carriera
Norme anti scorrerie, così avrebbero frenato Lactalis...
Revisori legali, più tempo per ottenere i crediti formativi
Il futuro è l'economia circolare e l'Europa premia chi investe
Moneta digitale, meno evasori e costi ma in Italia gira...
Così cambia il lavoro: in banca pronti allo smartworking...
Bollette più leggere, arriva l'energy manager
Ecco i "Principi di redazione dei piani di risanamento"
Prestito sociale, si stringe sulla riforma
L'Ue affida più poteri all'Esma sui mercati finanziari
Fusioni, nuove tecnologie, app: 100 mila bancari in pericolo
Giovani e occupazione i veri numeri dell'Italia: gli over 30...
Re Sole a Silicon Valley: la monarchia assoluta dei Big di...
Le tre doti necessarie per guidare Bankitalia
Cet1 ratio: cos'è, cosa indica e perché è essenziale per...
Basilea 4, si cerca l'intesa entro l'anno
Swap: Intesa faccia sempre l'interesse del cliente
Crediti deteriorati: cosa sono i Non Performing Loans (Npl)?
Professioni, l'equo compenso agli avvocati scatena...
Riforma dei confidi in salita
2021, la carica dei "mini ingegneri". Così i periti industriali...
Atlante, la fase 3 parte con Cerved. Sfiderà la Sga...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2018  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)