Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Approfondimenti Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
 
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.752
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Approfondimenti - Documento

L'investimento non è il gioco di chi vince ma il gioco di chi non perde
a cura di Prodesfin
Settembre 2016

Pubblicato sul sito "FinanciaLongue" in data mercoledì 28 settembre 2016; una parte di contenuti e dati sono stati gentilmente concessi da GAM Italia società di gestione del risparmio spa.

* * *

«Decenni di esperienza sui mercati possono essere raccolti in un principio semplice eppure tenacemente osservato da grandi investitori come Benjamin Graham, Peter Lynch, Charlie Ellis: l'attività d'investimento non è il gioco di chi vince ma il gioco di chi non perde. In altre parole, saper evitare gli errori significa aver messo a segno un buon vantaggio» sottolinea Carlo Benetti, Head of Market Research and Business Innovation di GAM (Italia) SGR nell'Alpha e il Beta del 26 settembre.
D'altra parte, se si osserva la complessità dei mercati e si studiano le tante incertezze (politiche, economiche, sociali), gli investitori farebbero bene ad assumere un atteggiamento incline al controllo dell'andamento della gestione senza assumere rischi eccessivi e limitare di contabilizzare perdite.
Il responsabile di un grande fondo pensione americano dichiarava che le performance annuali del fondo non si erano mai piazzate sotto il 47esimo e mai sopra la 27esimo percentile. Un risultato che, a prima vista, sembrerebbe tutt'altro che eccezionale: eppure nell'intero arco dei quindici anni della sua direzione il fondo era nel quarto percentile della classifica. Un manager che evidentemente sapeva controllare il gioco, performance non eccelse ma vincitore della partita nel lungo termine.
Pertanto, evitare gli eccessi delle sopravalutazioni paga soprattutto alla luce di un altro fenomeno: l'indebolimento degli anticorpi della diversificazione per effetto dell'incremento della correlazione tra azioni e obbligazioni.
Gli antibiotici sono costituiti dagli strumenti "Liquid Alternative", il loro principio attivo (la gestione attiva e la decorrelazione), funzionali a controllare il gioco, ad attutire i rischi della direzionalità. Ma cosa sono i Liquid Alternative?
«Il termine "liquid" si riferisce al veicolo e non ad una particolare strategia: un veicolo liquido perché dotato di valorizzazione giornaliera, mettendo in condizione gli investitori di negoziare in qualsiasi momento l'ingresso o il disinvestimento esattamente come un tradizionale fondo comune» spiega Carlo Benetti, che poi specifica cosa ci sia invece sotto la definizione di "alternativo": «Vi rientrano le numerose strategie mutuate dal mondo degli hedge fund, tra loro molto diverse ma con almeno due fattori in comune: un certo grado di decorrelazione con le classi di attivo tradizionali (azioni e obbligazioni) e lo stile di gestione attivo».
Il problema è che l'alpha, cioè il valore svincolato dai condizionamenti del mercato, non è replicabile in modelli. Al contrario, però, si possono ridurre in un modello le fonti di beta.
Lars Jaeger, oggi a capo del team "Alternative Risk Premia" di GAM , ispirato da un articolo pubblicato nel 2005 sul Journal of Alternative Investments, ha posto le basi della gestione sistematica dei beta alternativi con strumenti utili alla diversificazione e alla decorrelazione, e, di conseguenza, efficaci a ridurre il rischio nei portafogli. Si tratta di prodotti recenti, complessi, che richiedono da parte di risparmiatori e consulenti la voglia di saperne di più e una certa disposizione alla novità.
Resta il fatto che, gli investitori che reputano eccessive le valutazioni di azioni e obbligazioni, le prime sostenute più dalla liquidità che dagli utili, le seconde al termine di un ciclo eccezionalmente favorevole durato più di trent'anni, sono già corsi ai ripari adottando strumenti alternativi.
Altri, risparmiatori, invece, restano convinti che i rendimenti modesti o azzerati siano un fenomeno temporaneo. «Non è così, non stiamo vivendo fenomeni transitori bensì un tempo di accelerazioni e trasformazioni senza precedenti. Prima ci rendiamo conto che le contraddizioni sono già entrate anche nei portafogli d'investimento, prima si adotterà il giusto atteggiamento mentale che conduca a comportamenti di allocazione corretti» conclude Carlo Benetti.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso
Alcuni servizi sono gratuiti!

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Stampa il piano di ammortamento mutuo
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
An analysis of the annual accounts of highway firms in...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Come si è evoluto il dizionario del controllo di gestione?
Fari puntati sulla responsabilità
Fusioni, nuove tecnologie, app: 100 mila bancari in pericolo
Con quale frequenza si può prelevare dal conto?
Quanto contante si può prelevare in banca dopo il 2016?
Le 5 grandi bugie delle banche: come riconoscerle ed...
Quali rischi a lasciare troppi soldi sul conto corrente?
Cet1 ratio: cos'è, cosa indica e perché è essenziale per...
Via l'Ape, la carica degli 80 mila
Report di sostenibilità alla prova dei numeri
In quattro nel «consorzio» per lo sconto sui rating interni
Basilea 4, si cerca l'intesa entro l'anno
Swap: Intesa faccia sempre l'interesse del cliente
Terzo settore, riforma in 42 passi
Una valanga di ricorsi sull'arbitro finanziario
Npl, la riscossa di Unicredit: ora ha il portafoglio crediti più...
Pratico, semplice, veloce: il prestito tra privati si fa largo...
L'Internet delle cose è un vero boom, nel 2017 varrà 800...
Banche, ora fare chiarezza sulle modalità dei salvataggi
Attuari, pochi e ricercatissimi: «Calcoliamo i rischi aziendali»
Banche venete, troppi errori e gli aiuti di Stato finiscono...
Compri un'azienda e poi vai sul listino, le Spac accelerano...
Notai, avvocati, commercialisti: «Riciclaggio, troppe...
Fondi pensione, patrimonio triplicato in 10 anni di riforma
La fattura si sconta sul web. Al galoppo le aziende fintech
Come riconoscere la solidità di una banca
Belpaese, solo il 37% "comprende" la finanza
«Troppo poche le cartolarizzazioni così le banche bruciano...
Pir, ci vogliono più Pmi di qualità
Nuove regole europee sulla privacy: servono 45mila esperti
Assicurazioni, il direttore finanziario diventa strategico
«Basta pagamenti in ritardo», Bruxelles richiama l'Italia
Attenti a quei cinque Unicorni, startup che voleranno a...
Reati penali societari in forte aumento e lo studio legale...
Export e innovazione, la ricetta vincente delle magnifiche...
Soltanto il 24% delle aziende consente la flessibilità negli...
Tagliare con intelligenza. I nuovi manager che fanno...
Credit crunch, sale la richiesta di finanziamenti ma il...
La volatilità delle Borse e i dubbi delle matricole
Cuonzo: «Perché non funziona il Tribunale delle imprese»
I manager che piacciono al private equity
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2017  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)