Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
 
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.606
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

I costi della pubblicità possono essere iscritti nel bilancio
di Franco Roscini Vitali
Il Sole 24 Ore
Mercoledì 4 maggio 2016

I costi di pubblicità in corso di ammortamento, a determinate condizioni, possono restare iscritti nel bilancio e riclassificati tra quelli di impianto e di ampliamento. È questa una delle precisazioni contenute nella bozza del principio contabile Oic 24 «Immobilizzazioni immateriali» posta in consultazione dall'Organismo italiano di contabilità sino al 4 giugno prossimo.
Il decreto legislativo 139/15 ha eliminato la possibilità di capitalizzare e, pertanto, di ammortizzare in più esercizi, le spese di pubblicità, comprese quelle in corso di ammortamento. Tuttavia, l'Oic 24 nella versione revisionata nel 2014, prevedeva la possibilità di capitalizzare tali costi se relativi ad operazioni non ricorrenti, in riferimento ad azioni dalle quali la società ha la ragionevole aspettativa di importanti e duraturi ritorni economici risultanti da piani di vendita approvati formalmente dalle competenti funzioni aziendali: per esempio, lancio di una nuova attività produttiva o avvio di un nuovo processo produttivo diverso da quelli avviati attualmente.
Inoltre, il decreto legislativo 139/15 vieta la capitalizzazione dei costi di pubblicità, ma consente quella dei costi di impianto e ampliamento entro un periodo non superiore a cinque anni. Pertanto, in conseguenza di quanto illustrato, i costi di pubblicità in precedenza capitalizzati in base a quanto prevedeva l'Oic 24, se soddisfano i requisiti ora stabiliti per la capitalizzazione dei costi di impianto e ampliamento, possono essere riclassificati nella voce relativa agli stessi. In caso contrario, devono essere eliminati con imputazione negli utili (perdite) portati a nuovo o in altra voce del patrimonio netto come prevede il principio contabile Oic 29.
Nel primo caso (riclassifica) gli effetti sono rilevati retroattivamente ai soli fini della riclassificazione nel bilancio precedente, mentre nel secondo caso (eliminazione) gli effetti sono rilevati retroattivamente con riflesso sul patrimonio netto. Alle medesime condizioni sono capitalizzabili i costi di pubblicità, sostenuti dal 2016, da società di nuova costituzione o da società preesistenti prima dell'inizio di una nuova attività, per esempio, un nuovo ramo d'azienda, un nuovo centro commerciale, un nuovo processo produttivo (sono costi compresi in quelli di "start-up").
Il decreto 139/15 ha eliminato, nelle immobilizzazioni immateriali, il riferimento ai costi di ricerca che, pertanto, non sono più capitalizzabili, anche con riferimento a quelli in corso di ammortamento. L'Oic 24, già nella versione revisionata nel 2014, non consentiva la capitalizzazione dei costi relativi alla ricerca "di base", limitandola ai soli costi di ricerca "applicata" e di sviluppo.
Pertanto, la nuova versione del principio contabile aggiorna le definizioni, precisando che la ricerca di base, non capitalizzabile, è quella sostenuta in un periodo antecedente a quello in cui è chiaramente definito e identificato il prodotto o processo che s'intende sviluppare. Invece, lo sviluppo, i cui costi sono capitalizzabili, è l'applicazione dei risultati della ricerca di base: in tale ambito possono rientrare i costi di ricerca applicata in corso di ammortamento, se soddisfano le condizioni richieste per la capitalizzazione dei costi di sviluppo (in caso contrario sono eliminati, come la ricerca di base, con applicazione retroattiva degli effetti). I costi capitalizzabili devono essere relativi a un prodotto o processo chiaramente definito ed essere identificabili e misurabili: la società deve dimostrare tale inerenza.
Se è dubbia la riferibilità al progetto specifico oppure alla gestione quotidiana e ricorrente, il costo deve essere imputato nel conto economico. I costi di sviluppo sono ammortizzati in base alla vita utile e, nei casi eccezionali in cui questa non è stimabile in modo attendibile, in un periodo non superiore a cinque anni.
La determinazione della plusvalenza/minusvalenza in sede di cessione delle immobilizzazioni immateriali deve tenere conto degli ammortamenti accumulati fino alla data di alienazione, comprendendo anche la quota di ammortamento relativa alla frazione dell'ultimo esercizio in cui sono state utilizzate. La contabilizzazione avviene nelle voci A.5 (plusvalenza) e B.14 (minusvalenza) del conto economico, in conseguenza dell'eliminazione della parte straordinaria dello stesso.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso
Alcuni servizi sono gratuiti!

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Devi presentare la tua business idea?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
An analysis of the annual accounts of highway firms in...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Npl, ora la battaglia si sposta sulle sofferenze con ipoteca
Vacchi: «Il distretto alla bolognese un modello di filiera...
La crisi delle banche italiane spiegata (con parole semplici)...
Specialisti nelle misure antiriciclaggio la figura più...
Soltanto il 24% delle aziende consente la flessibilità negli...
La crisi e i bancari ecco le competenze che hanno un futuro
Il ragno della finanza
Revisori legali, continua il braccio di ferro
Garonna: «Con il mercato unico dei capitali grandi...
Stipendi, ecco chi paga di più
Cfo, la sfida tecnologica sui big data
Un universo di Pmi vive di private label. «Così miglioriamo...
La governance passa anche dagli stipendi. Stipendi dei...
Il riciclaggio adesso diversifica
Risk management, le aziende si attrezzano
Le disuguaglianze frenano la crescita, ridurle rilancia il Pil
«Sui derivati nuovi rischi per gli istituti di credito»
Mps, il soccorso della finanza globale. Vince JP Morgan, la...
Il commercialista non basta più, Pmi alla ricerca di...
«Quel club esclusivo ma spietato degli startupper di Silicon...
Pmi in salute minacciate dalle crisi internazionali
Manager, un altro calo: meno 4.400 nel 2015
Arriva il rating per le Pmi, il governo studia un nuovo...
«La priorità delle banche? Tutelare il risparmio degli italiani»
Se l'azienda non paga il Tfr è possibile chiederlo all'Inps?
Banche, tutti i numeri di un problema europeo
Popolare di Vicenza, nulli tutti i finanziamenti «baciati»
Maxibonus ai manager: il tetto francese e i numeri italiani
Certificazione di qualità così cambiano i manager delle...
Perché ai manager italiani non piace il lavoro a distanza
Sindaci revisori al test di qualità
Falso in bilancio anche per le stime
Deposito dei bilanci in formato elettronico, online il...
Le tangenti fanno vincere le gare, cresce il fatturato ma...
Consiglio di Stato: per il procedimento sanzionatorio...
Ora gli avvocati vanno a cercare nuovi business per le...
Via alle bad bank private, per smaltire le sofferenze...
Al robot sopravviveranno artigiani e geni informatici
Così il promotore diventa consulente finanziario: «Più...
Azioni, obbligazioni e quotazioni grandi portafogli a rischio...
Scambi fra colleghi e idee per i capi: il boom delle...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2017  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)