Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Approfondimenti Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
 
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.740
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Approfondimenti - Documento

Esdebitazione esclusa se l'indebitamento è colposo
di Michele Bana
Settembre 2017

Pubblicato sul sito www.eutekne.info in data 2 settembre 2017.

* * *

L'esdebitazione civile, a seguito della conclusione del procedimento di liquidazione del patrimonio del debitore (artt. 14-ter e ss. della L. 3/2012), non è concessa dal Tribunale quando il sovraindebitamento è imputabile ad un ricorso al credito colposo del debitore, e sproporzionato rispetto alle proprie capacità patrimoniali (art. 14-terdecies, comma 2, lett. a) della L. 3/2012).
A questo proposito, potrebbero risultare utili le verifiche che competono al giudice e che sono propedeutiche all'omologazione del piano del consumatore (art. 12-bis, comma 3 della L. 3/2012).
Quest'ultima richiede, infatti, un preliminare accertamento in ordine alla "meritevolezza" del debitore, avuto riguardo ad alcune specifiche circostanze:
- omessa assunzione delle obbligazioni senza la ragionevole prospettiva di poterle adempiere;
- assenza di condotte colpose che abbiano determinato il sovraindebitamento, anche per mezzo di un ricorso al credito non proporzionato alle proprie capacità patrimoniali.
Sul punto, le "Linee guida sulla crisi da sovraindebitamento" del CNDCEC, hanno ravvisato l'opportunità che già il piano contenga tutti i dati utili per consentire la valutazione da parte del giudice sulla "meritevolezza e l'assenza di colpa del debitore consumatore". Determinanti saranno, in questo caso, tutte le informazioni raccolte e relative alle scelte fatte dal consumatore (ad esempio, l'oggetto dei suoi acquisti, l'entità dei propri guadagni al momento di effettuazione degli acquisti, se il debitore poteva "permettersi" tale spesa o l'ha effettuata in modo del tutto irresponsabile).
Secondo il Tribunale di Udine 4 gennaio 2017, il consumatore "meritevole" di accedere alla procedura riservatagli è il soggetto che:
- confidando sull'entità disponibile di patrimonio, ha ritenuto – in modo ragionevole e al momento in cui ha assunto l'obbligazione – di poter sempre pagare ogni debito alla scadenza;
- mostra sì una sproporzione tra patrimonio ed esposizione debitoria, ma non causata da una condotta colposa, come sarebbe, ad esempio, se avesse fatto ricorso al credito di terzi in modo non proporzionato alle proprie capacità reddituali e patrimoniali.
Nel caso esaminato in sentenza, il piano acquisito dal Tribunale ha formato oggetto di valutazione sulla base di un criterio utilizzato dall'Organismo di composizione della crisi da sovraindebitamento esclusivamente di tipo matematico: criterio che non ha consentito di considerare "meritevole" il consumatore che, in maniera progressiva, ha aumentato il proprio indebitamento in misura superiore alla soglia del terzo del reddito.
Il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere 14 febbraio 2017 ha, inoltre, osservato che, nel valutare la sussistenza dei presupposti di ammissibilità del piano del consumatore (ivi incluso quello relativo alla meritevolezza), il giudice deve verificare se il debitore ha contratto obbligazioni astrattamente compatibili con le capacità reddituali della sua famiglia, al fine di escludere che la situazione di sovraindebitamento sia addebitabile a sua colpa.
In particolare, è stato stabilito che difetta il requisito della meritevolezza quando il debitore al momento dell'assunzione delle obbligazioni – nello specifico, conseguenti al ricorso al credito nei confronti di alcune società finanziarie – avrebbe potuto ragionevolmente valutare l'impossibilità di poterle adempiere.
Nel caso di specie, è stata esclusa la sussistenza della meritevolezza e ritenuto colposo l'indebitamento causato dall'assunzione di un mutuo la cui rata assorbiva oltre l'85% dell'unica fonte di reddito del debitore.
Il Tribunale di Treviso 25 gennaio 2017 ha ritenuto non meritevole il debitore la cui decisione di assumere o meno l'obbligazione che ha originato l'indebitamento era stata presa senza la dovuta prudenza e cautela, ossia senza confrontare il sacrificio economico che si accollava – contraendo una specifica passività – con la propria situazione reddituale e patrimoniale e con le aspettative ragionevolmente e prudentemente presumibili in futuro.
A parere del giudice, l'autonomia negoziale del soggetto deve essere esercitata in modo prudente ed accorto, affinché non sia giuridicamente riprovevole e, pertanto, risulti esente da colpa.
La colpa del debitore, da cui era conseguito il rigetto della sua istanza di omologazione del piano proposto, era consistita nell'aver optato per la conservazione per sé sola, pur in presenza di altri eredi, della disponibilità di un immobile pervenutole per quota in successione, accumulando così, come successivamente accertato in sede di divisione, un ingente debito da conguaglio nei confronti dei coeredi e ciò pur nella consapevolezza che l'adempimento di tale debito sarebbe risultato probabilmente per lei impossibile alla luce delle risorse disponibili e delle ragionevoli sue aspettative.
Si segnala, infine, che il Tribunale di Torre Annunziata 12 dicembre 2016 ha deciso che difetta la meritevolezza quando la crisi da sovraindebitamento della moglie sia stata originata dalla scelta di prestare fideiussione a un mutuo contratto dal marito per importi sproporzionati alle proprie sostanze.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso
Alcuni servizi sono gratuiti!

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Stampa il piano di ammortamento mutuo
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
An analysis of the annual accounts of highway firms in...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Giovani e occupazione i veri numeri dell'Italia: gli over 30...
Re Sole a Silicon Valley: la monarchia assoluta dei Big di...
Più credito alle Pmi per accelerare la crescita
Bonifici sospetti verso familiari: scatta il blocco del conto
Possibile il pignoramento del conto Paypal?
Con quale frequenza si può prelevare dal conto?
Popolare di Bari: 70.000 azionisti truffati, l'inchiesta fa...
Report di sostenibilità alla prova dei numeri
Startup: gli incubatori non sono investitori, ma formatori...
Esdebitazione esclusa se l'indebitamento è colposo
Innovazione aziendale, alla ricerca di nuove formule e di...
Professioni, l'equo compenso agli avvocati scatena...
Quando, e perché, gli esseri umani iniziarono a usare il...
Equo compenso per gli avvocati
Professionisti, è più vicino il ritorno alle tariffe minime
Stare insieme non è un tabù, avvocati e commercialisti...
Microcredito più prestito d'onore: volano le startup
Pratico, semplice, veloce: il prestito tra privati si fa largo...
Banche, ora fare chiarezza sulle modalità dei salvataggi
Case, niente affari in tribunale: 250mila aste senza...
Banche in ritirata, più mediatori un ponte per accedere al...
Startup: 4 storie di clamorosi fallimenti e cosa ci insegnano
Robo-advisor, concorrenza e riforme si apre la guerra sulle...
Reddito e ruolo sociale la crisi degli avvocati
Carige, la crisi sotto la Lanterna. Npl e vecchio sistema di...
La rivoluzione della privacy, in azienda caccia ai dpm
I titoli atipici di Bagnasco, Cultrera e Sgarlata. L'Italia...
Manager, l'elogio della lentezza: «Così possono diventare...
Popolari e casse non quotate arriva il nuovo borsino per...
Commercialisti, medici, ingegneri ora c'è chi controlla il...
Sempre meno, sempre più in rosso: per i confidi va...
Vacchi: «Il distretto alla bolognese un modello di filiera...
Cuneo fiscale, chi guadagna con il taglio
La crisi delle banche italiane spiegata (con parole semplici)...
Credito, 225 milioni per i confidi
L'export frenato da formato bonsai delle ditte
Garonna: «Con il mercato unico dei capitali grandi...
Banche, un consigliere su quattro non è in regola
Per i revisori legali l'obbligo della informativa non...
Bail-in banche, fondi e Sicav si salvano ma ora spunta un...
McKinsey: «Le imprese a caccia di manager specializzati in...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2017  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)