Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Approfondimenti Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
 
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.840
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Approfondimenti - Documento

Elenco dei cattivi pagatori: cos'è e conseguenze per gli iscritti
di Simone Micocci
Dicembre 2017

Pubblicato sul sito www.money.it in data 22 dicembre 2017.

* * *

L'elenco dei cattivi pagatori è quella lista dove banche e finanziarie inseriscono coloro che non hanno restituito un prestito entro le tempistiche predeterminate oppure non hanno pagato una rata del mutuo.
Il problema è che una volta inseriti nell'elenco dei cattivi pagatori tutti gli altri intermediari finanziari vengono a conoscenza della vostra insolvenza nei pagamenti e di conseguenza sarà molto difficile chiedere nuovamente un prestito, un mutuo, o una finanziaria per l'acquisto di un elettrodomestico o dell'automobile.
Per cancellarsi dall'elenco dei cattivi pagatori inoltre bisogna attendere diversi mesi a seconda del ritardo con il quale si è ottemperato al proprio debito.
Quando si parla di elenco dei cattivi pagatori si pensa subito ai SIC - i Sistemi di informazioni creditizie - ossia quei registri in cui vengono raccolte tutte le informazioni relative alle richieste di credito e ai rimborsi dei finanziamenti concessi dagli istituti di credito e dalle finanziarie.
Tuttavia c'è una differenza molto importante tra questi strumenti: essere iscritto nel SIC, infatti, non è di per sé una cosa negativa poiché non significa automaticamente che siete stati definiti come dei cattivi pagatori.
Per fare chiarezza su questo e altri aspetti dell'elenco dei cattivi pagatori, come ad esempio delle conseguenze per chi viene iscritto, continuate a leggere perché di seguito trovate tutte le informazioni di cui avete bisogno. Partiamo con chiarire il significato e la funzione dei sistemi di informazioni creditizie.

Cosa sono i SIC?
Come anticipato, i SIC sono i sistemi di informazioni creditizie dove vengono inseriti tutti i dati riguardanti i finanziamenti concessi e i relativi rimborsi, sia quelli positivi che quelli negativi. Basti pensare che ad oggi il 95% delle informazioni in possesso dei SIC riguardano persone che pagano con regolarità i propri finanziamenti.
Tuttavia, quando una banca o una finanziaria non riesce ad ottenere il rimborso del proprio credito entro le tempistiche prestabilite può chiedere al SIC di inserire il debitore nella lista dei cattivi pagatori, con tutte le conseguenze che ne derivano (che vedremo di seguito).
In Italia sono tre i maggiori SIC che si occupano della gestione dei registri dei pagatori. Si tratta di:
- CRIF: centrale rischi finanziari;
ECIS: Experian Cerved Information Service; Nello svolgimento delle loro attività questi tre enti devono rifarsi al "Codice di deontologia e di buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti" emanato dal Garante della Privacy nel 2004.
Un aspetto che merita di essere chiarito è quello che riguarda l'inserimento dei dati e delle informazioni personali nei registri. Molti credono che sono i SIC a rivolgersi ai singoli intermediari finanziari, ma non è così. Sono infatti le banche e le finanziarie ad inviare le comunicazioni ai SIC, così da contribuire a creare un network di informazione capillare sul territorio nazionale.
In questo modo quando devono decidere se concedere o meno un finanziamento, un prestito, o un mutuo, gli istituti creditizi possono consultare questi elenchi e conoscere i precedenti del richiedente.

Quando scatta l'iscrizione?
Quando non si paga la rata di un mutuo, o anche se si dimentica di versare una rata di un finanziamento, c'è il timore di essere segnalati ai SIC come cattivi pagatori. È bene specificare però che la segnalazione non avviene immediatamente visto che gli intermediari finanziari rispettano una sorta di "periodo di tolleranza".
Solitamente la registrazione all'elenco dei cattivi pagatori avviene quando la rata del prestito non viene pagata per più di 2 mesi. In tal caso, prima di inviare la segnalazione al SIC, l'intermediario ha il dovere di comunicare al debitore interessato un ultimatum per la regolarizzazione della propria posizione debitoria.
Se il debitore non provvede a pagare tutti gli arretrati entro 15 giorni, allora la segnalazione diventa effettiva.

Conseguenze dell'iscrizione
Prima di rispondere a questa domanda bisogna specificare che non sempre chi viene iscritto nell'elenco dei cattivi pagatori ne viene a conoscenza immediatamente. Infatti i SIC non sono obbligati ad inviare una comunicazione all'interessato, il quale spesso lo viene a sapere quando chiede un nuovo prestito e - per evidenti motivi - la sua richiesta viene rifiutata.
La conseguenza più importante quindi per coloro che finiscono in questi registri (come cattivi pagatori) è che difficilmente riusciranno ad ottenere un nuovo prestito, poiché gli intermediari finanziari non hanno alcuna convenienza a concedere un credito che non hanno la sicurezza di poter recuperare.
Ecco perché spesso questi elenchi vengono definiti delle vere e proprie black list.

Come cancellarsi dal registro dei cattivi pagatori
Tuttavia una volta iscritti negli elenchi dei pagatori non ci si resta per sempre, dal momento che il regolamento stabilisce dei tempi ben precisi riguardo al tempo in cui queste informazioni sono visibili agli intermediari finanziari.
Nel dettaglio, il regolamento prevede che - qualora non ci siano notizie in merito ad un nuovo ritardo o inadempimento del debitore - le informazioni detenute dall'elenco vengono cancellate trascorsi:
- 12 mesi per ritardi superiori a 2 mesi o nel pagamento di 1 o 2 rate;
24 mesi per ritardi nel pagamento di 3 o più rate o mesi;
36 mesi in caso di prestiti non rimborsati o con morosità gravi.
Per questo motivo vi suggeriamo di non rivolgervi assolutamente a coloro che vi promettono - previo il pagamento di una certa somma - la vostra cancellazione dal registro dei cattivi pagatori. Ciò infatti non può dipendere dalla decisione del SIC di riferimento, ma solo in maniera automatica trascorsi i suddetti periodi.
Le informazioni positive - ossia quelle che non fanno riferimento a mancati pagamenti o ritardi - vengono cancellate invece entro i 24 mesi dalla scadenza del contratto.
A tal proposito gli intermediari finanziari hanno il dovere di aggiornare per tempo i dati riguardanti la regolarizzazione degli adempimenti comunicati ai SIC, così che quest'ultimi vengano a conoscenza dell'ottemperanza del debito.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso
Alcuni servizi sono gratuiti!

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Devi chiedere garanzie ai confidi?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
An analysis of the annual accounts of highway firms in...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Procedure d'allerta con incognita i «parametri finanziari»
10 motivi per assumere un manager cinquantenne
Juve, Roma, Udinese, Sassuolo: la guerra all'ultimo stadio...
Crisi aziendali, da gennaio si cambia: ecco le nuove...
«Lobby medioevali vogliono l'oligopolio, ma una soluzone...
L'impresa teme più la mancanza di talenti che di soldi
Se le riunioni sono lunghe o inutili: così le aziende tagliano...
Lo "yoga finanziario" entra in azienda e fa aumentare...
Massiah: «Sbagliato svendere le sofferenze»
Bancarotta, estesa la non punibilità
Commercialisti, la svolta
Pagamenti, la rivoluzione nel portafoglio: Apple e Google...
La punta di diamante dell'inganno bancario
Ma il gig worker guadagna spiccioli
Revisori legali, più tempo per ottenere i crediti formativi
«Rotto l'equilibrio sociale, la finanza non basta più...
Il futuro è l'economia circolare e l'Europa premia chi investe
Tra brevetti e diritti d'autore Italia bocciata sulla tutela...
Sogei e il flop dello spesometro: ecco tutti i buchi nella...
Legge fallimentare, arrivano gli allerta pre-crisi. Ecco le...
Capitali, più garanzie sulla sorveglianza. La rivoluzione Ue...
La quarta rivoluzione va al galoppo, fattore tempo decisivo...
I cigni neri che hanno cambiato il mondo della finanza
Quando in banca c'è conflitto di interesse
Oltre 15 anni dall'ultima «promozione». Perché le agenzie...
Re Sole a Silicon Valley: la monarchia assoluta dei Big di...
Le tre doti necessarie per guidare Bankitalia
Le 5 grandi bugie delle banche: come riconoscerle ed...
Banche italiane più sicure: la classifica
Esdebitazione esclusa se l'indebitamento è colposo
Come nascondere i soldi in banca
Terzo settore, riforma in 42 passi
Le incognite che vede la Bce
Una valanga di ricorsi sull'arbitro finanziario
Atlante, la fase 3 parte con Cerved. Sfiderà la Sga...
L'Internet delle cose è un vero boom, nel 2017 varrà 800...
Ombra, balconi e bandiere: l'Italia nella rete del Fisco inutile
Banche in ritirata, più mediatori un ponte per accedere al...
Come avere successo nella vita: cinque strategie mentali...
La santa alleanza per industria 4.0, più competitività meno...
La rivoluzione della privacy, in azienda caccia ai dpm
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2018  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)