Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
 
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.840
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Crowdfunding per tutti i gusti, la nuova frontiera è l'equity
L.D.O.
Affari & Finanza - La Repubblica
Lunedì 18 settembre 2017

C'è chi chiede donazioni a sostegno di cause benefiche, filantropiche o progetti di valore culturale, senza offrire nulla in cambio. Chi promette una ricompensa di natura non monetaria e chi, infine, raccoglie capitale offrendo in cambio quote di partecipazione azionaria. La diffusione del crowdfunding nelle sue varie forme - gli esempi citati corrispondono rispettivamente alle categorie donation-based, reward-based ed equity - procede in parallelo con la diffusione di Internet come fenomeno di massa. Ci sono ormai decine di piattaforme attraverso le quali si può presentare il proprio progetto, indicando il denaro necessario per realizzarlo e le tempistiche previste, con la speranza di fare breccia tra anonimi finanziatori (il termine nasce dalla crasi tra le parole inglesi "crowd", cioè "folla", e "funding", cioè "finanziamento"). Il filone di maggior peso economico — soprattutto in prospettiva — è l'equity crowdfunding, che per altro risponde a un'esigenza congiunturale come la necessità di trovare un'alternativa al credito bancario. Il Web può fornire un sostegno alla ricerca di nuovi azionisti, con le piattaforme che mettono in contatto imprenditori e potenziali investitori. Secondo il censimento di CrowdfundingBuzz, nei primi otto mesi di quest'anno in Italia sono state completate con successo 36 campagne, che hanno garantito una raccolta di 8,1 milioni, quasi il doppio di 4,3 milioni (distribuiti su 19 iniziative) dell'intero 2016. E il merito è soprattutto dell'accelerazione avvenuta negli ultimi mesi. L'Italia è stata il primo Paese al mondo a dotarsi di una normativa sull'equity crowdfunding, con l'obiettivo di contrastare eventuali abusi, facilitando così lo sviluppo del settore. La disciplina, introdotta con il Decreto Crescita Bis del 2012 e affinata nel tempo alla luce dei feedback ricevuti dagli operatori, prevede la vigilanza della Consob sugli operatori e la possibilità di aderita a questo canale per tutte le piccole e medie imprese (e non più solo le startup innovative, come avveniva inizialmente). La School of Management del Politecnico di Milano si è dotata di un osservatorio per seguire l'evoluzione del cosiddetto crowdinvesting, vale a dire la raccolta di capitale che ha come contropartita una remunerazione in denaro dello stesso. In questo ambito, accanto all'equity crowdfunding, vengono presi in considerazione il social lending e l'invoice trading. Sul primo versante vi sono piattaforme che consentono a persone fisiche e imprese (alcuni player aprono le porte a entrambi, altri a una sola categoria) di rivolgersi a potenziali investitori per ottenere prestiti, dietro il pagamento di un tasso d'interesse. Il prenditore compila una propria scheda con la richiesta e invia i suoi estremi al gestore della piattaforma, che gli assegna una pagella di affidabilità. A questo punto parte la campagna, con il tasso d'interesse che viene formato dall'incontro tra la domanda e l'offerta. Con il risultato che i soggetti più affidabili in genere spuntano condizioni migliori della media. Mentre l'invoice trading consiste nella cessione di una fattura commerciale attraverso un portale Internet che seleziona le opportunità e sostituisce il tradizionale sconto della fattura attuato dalle banche per supportare il capitale circolante. Gli investitori anticipano l'importo della fattura, al netto della remunerazione richiesta. L'osservatorio del Politecnico vede grandi potenzialità per il crowdinvesting in Italia, a patto che le startup che hanno fin qui ricevuto i capitali onorino le promesse indicate nei rispettivi business plan (discorso che vale per l'equity crowdfunding) e, più in generale, che si sdoganino le nuove asset class, consentendo agli investitori di non sottostare più all'imposta calcolata sul reddito, bensì a un'aliquota fissa agevolata, come il prelievo del 26% previsto per i guadagni conseguiti in ambito finanziario.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso
Alcuni servizi sono gratuiti!

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
An analysis of the annual accounts of highway firms in...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Banche, multa da 11 milioni a Bnl, Intesa e Unicredit...
Dirigenti d'azienda: dove e come si guadagna di più
Più tempo per la formazione
L'Italia hi-tech: aziende troppo piccole crescono ma...
Tamburi: banche troppo generose, gli Npl una lezione
La voglia di digitale fa ripartire investimenti e credito...
Piazza Affari, ecco i compensi dei manager
Ma il gig worker guadagna spiccioli
Energia verde e niente armi: i fondi etici muovono 23mila...
«Rotto l'equilibrio sociale, la finanza non basta più...
Sogei e il flop dello spesometro: ecco tutti i buchi nella...
La persona torna al centro, la tecnologia fa da supporto...
Caccia alle commissioni, così cambia il modello delle...
Consob: «Chi si quota ha ricavi più alti del 50%»
Banche, l'anno zero dopo la tempesta: la crisi del credito...
I cigni neri che hanno cambiato il mondo della finanza
Quando in banca c'è conflitto di interesse
Credito tremano i confidi. A rischio uno su tre
Oltre 15 anni dall'ultima «promozione». Perché le agenzie...
Un codice, fondi e più trasparenza: parte la rivoluzione del...
Robo-advisory per small e mid cap
Giovani e occupazione i veri numeri dell'Italia: gli over 30...
Sinai: «Attenti agli eccessi del liberismo»
Avvocati, medici e notai, cresce la competizione con...
Le tre doti necessarie per guidare Bankitalia
Consulenti finanziari autonomi al via
È pignorabile una polizza?
Collegio sindacale: procedure di controllo della liquidità...
Banche italiane più sicure: la classifica
Via l'Ape, la carica degli 80 mila
Report di sostenibilità alla prova dei numeri
In quattro nel «consorzio» per lo sconto sui rating interni
Affinché i loro debiti non si trasformino in Npl le Pmi...
Riforma dei confidi in salita
Le incognite che vede la Bce
Atlante, la fase 3 parte con Cerved. Sfiderà la Sga...
Formazione soltanto per i vertici aziendali, le imprese...
Robo-advisor, concorrenza e riforme si apre la guerra sulle...
Carige, la crisi sotto la Lanterna. Npl e vecchio sistema di...
Italia, ottime idee ma poche risorse. Così i brevetti non...
Cereda: «Innovare è un obbligo ma prima c'è il fattore...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2018  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)