Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.840
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Consob: «Chi si quota ha ricavi più alti del 50%»
di Eugenio Occorsio
Affari & Finanza - La Repubblica
Lunedì 2 ottobre 2017

La quotazione in Borsa fa bene ad una società. Addirittura, la Consob - che all'argomento ha dedicato un ponderoso discussion paper di 77 pagine presentato la settimana scorsa - ha analizzato i dati di bilancio di un «campione rappresentativo» di medie società quotate e non quotate nell'arco di dieci anni (2002-2011) e ha scoperto che il fatturato di chi ha fatto il passo verso Piazza Affari è aumentato in media del 50% in più rispetto a chi si è chiuso in una dimensione familiar-privata. E gli utili netti sono migliori per il 20-30%. Insomma, scegliere di quotarsi è stato un affare. «I risultati confermano che le società quotate - si legge nel rapporto - hanno maggior qualità dei dati contabili, quell'insieme di pratiche dell'earnings management, che si traducono in maggior affidabilità, accesso al credito, riconoscibilità internazionale con tutti i benefici del caso. Non a caso, hanno retto meglio alla crisi del 2008». Viceversa, le società non quotate «presentano più pesanti vincoli finanziari in termini di capacità di raccolta di capitale di rischio e vi sono chiare evidenze di una maggiore difficoltà di accesso al credito bancario». Per di più nel mercato italiano, aggiunge la Consob, non vale molto l'opportunità di accesso al venture capital o al private equity, che è più scarso e meno potente di quanto si crede. Né esistono soverchi vantaggi fiscali nel non quotarsi, anzi a volte, dice la Consob, il carico tributario può essere superiore.
«Tutto questo probabilmente è vero - obietta Carlo Maccallini, avvocato d'affari con un'importante clientela internazionale - però non bisogna dimenticare che la quotazione comporta oggettivamente una serie di oneri finanziari che possono essere pesanti, dalla necessità di munirsi di un collegio sindacale di tre membri che naturalmente devono esser retribuiti alla rendicontazione trimestrale che deve essere molto più stringente, ricca e completa». Né vanno dimenticate, ammette Maccallini, le differenze culturali tuttora esistenti fra l'Italia, «Paese che deve il suo miracolo economico a una moltitudine di artigiani e micro-imprenditori, e gli Stati Uniti o anche le democrazie europee più consolidate e meglio strutturate finanziariamente». Sta di fatto che la capitalizzazione di Piazza Affari vale il 25% del Pil contro il 106,5% in Gran Bretagna e il 73,7 in Francia. È proprio questa persistente resistenza che la Consob vuole scardinare. Le imprese quotate, si legge nel rapporto, «fronteggiano una più pressante domanda di affidabilità e trasparenza delle informazioni contabili, che però si traducono in miglior qualità degli utili e quindi in un più rapido e sicuro accesso ai mercati internazionali». La quotazione, anche in coincidenza con il passaggio generazionale, «è ormai un salto di qualità pressoché obbligato per le aziende italiane che vogliono esportare, partecipare a gare internazionali, entrare negli albi fornitori, costituire partnership con altre realtà con tutti gli enormi vantaggi che ciò comporta», afferma Gianluca Santilli, un altro avvocato con una lunga esperienza di quotazioni ed M&A. «Migliora la valutazione stessa dell'azienda e permette di operare sulla piazza globale. Insomma, ha benefici di gran lunga superiori agli oneri che pure esistono e possono apparire fastidiosi. Anche l'innovazione dei Pir si muove in tal senso, riservando questo veicolo d'investimento a società certificate, trasparenti e spesso quotate». L'analisi della Consob si riferisce a 102 società, 51 quotate e 51 non quotate, selezionate da un universo di 629 società di medie dimensioni (133 quotate e 629 non quotate) per le quali era disponibile una serie continua di dati di bilancio. Tutte le società analizzate hanno un totale dell'attivo superiore ai 10 milioni, un fatturato di almeno 10 milioni e non meno di 50 dipendenti. Quanto alla metodologia, a ogni società quotata ne è stata affiancata una non quotata simile per settore industriale e dimensione nell'anno di partenza. Il risultato è inequivoco. «C'è un altro fattore da tener presente, e cioè che la società quotata è in grado di fare la sua moneta», riflette Francesco Caputo Nassetti, ceo della Swiss Merchant Corporation, boutique finanziaria con sedi a Milano e Lugano. «Quanti importanti merger avvengono non in cash ma "carta contro carta"? Per crescere mediante acquisizioni non sempre servono i soldi, basta avere azioni quotate ovviamente affidabili e con una buona prospettiva di incremento futuro. Per "crearle" si può attingere alla riserva di azioni proprie oppure lanciare un aumento di capitale dedicato. E spesso da quest'acquisizione dipende la sopravvivenza, e sicuramente lo sviluppo, dell'azienda stessa».

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Analisi di bilancio società di calcio
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
An analysis of the annual accounts of highway firms in...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Elenco dei cattivi pagatori: cos'è e conseguenze per gli...
Dirigenti d'azienda: dove e come si guadagna di più
Professionisti, le spine dell'equo compenso: sono più i casi...
Imprese alla sfida del passaggio generazionale
Una chance per risollevarsi dalle crisi, le aziende chiedono...
Borsa e crowdfunding: così il credito è alternativo
Crisi aziendali, da gennaio si cambia: ecco le nuove...
L'Italia hi-tech: aziende troppo piccole crescono ma...
A guardia ci sono i lupi: ecco perché l'Europa non batte...
Troppi lacci frenano il credito in Europa
Lo "yoga finanziario" entra in azienda e fa aumentare...
Piccolo è ancora bello purché però sia 4.0
Pagamenti, la rivoluzione nel portafoglio: Apple e Google...
Il factoring corre più veloce della ripresa
La punta di diamante dell'inganno bancario
Banche, l'anno zero dopo la tempesta: la crisi del credito...
Mettersi in proprio: idee e segreti. Lavoro autonomo o...
Avviare un business: srl o ditta individuale? Ecco le 3 cose...
Ecco i "Principi di redazione dei piani di risanamento"
Credito tremano i confidi. A rischio uno su tre
Un codice, fondi e più trasparenza: parte la rivoluzione del...
Anche Unionfidi Piemonte in liquidazione, ecco perché...
Robo-advisory per small e mid cap
Fusioni, nuove tecnologie, app: 100 mila bancari in pericolo
Re Sole a Silicon Valley: la monarchia assoluta dei Big di...
Il prelievo dal conto senza indicazione del beneficiario è...
Quanto contante si può prelevare in banca dopo il 2016?
È pignorabile una polizza?
Cet1 delle banche italiane: la classifica 2017
«Azioni, Bot e fondi. Serve una patente per i risparmiatori»
E se i lavoratori avessero il cartellino come i calciatori?
Fabi: 22mila esuberi nelle banche, già chiusi 7mila sportelli
Quando, e perché, gli esseri umani iniziarono a usare il...
Terzo settore, riforma in 42 passi
Professionisti, è più vicino il ritorno alle tariffe minime
Atlante, la fase 3 parte con Cerved. Sfiderà la Sga...
Banche in ritirata, più mediatori un ponte per accedere al...
Robo-advisor, concorrenza e riforme si apre la guerra sulle...
Banche venete, troppi errori e gli aiuti di Stato finiscono...
Da Torino a Pescara, i confidi al capolinea si moltiplicano
La valenza politica della risorsa risparmio, in cerca di...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2018  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)