Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
 
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.606
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Certificazione di qualità così cambiano i manager delle risorse umane
di Stefania Pescarmona
Affari & Finanza - La Repubblica
Lunedì 30 maggio 2016

Dopo l'audit e la logistica, anche per i professionisti delle Risorse umane (Hr) arriva la certificazione della qualificazione professionale. Promotore dell'iniziativa è l'Aidp, l'associazione italiana per la direzione del personale che, per promuovere la professionalità e garantire il possesso di competenze in linea con standard riconosciuti, si è affidata a Rina Service, soggetto terzo con più di 150 anni di esperienza nel campo delle certificazioni professionali. «È molto importante che la professionalità venga asseverata da un ente terzo, che garantisce oggettività, autonomia e indipendenza nell'iter di valutazione che porta all'emissione del certificato», dichiara Enrico Cazzulani, segretario nazionale Aidp, che spiega che l'Associazione ha deciso di avviare questo percorso sostanzialmente per rispondere a una serie di sfide poste alla professione dal mercato e dal contesto in cui si opera. In primo luogo, per conformarsi con quanto avviene, già da diversi anni, fuori Italia. «Credo nel processo di certificazione perché guardo all'estero e vedo quanto negli altri Paesi sia importante per la ricerca, il mantenimento del lavoro e la crescita di carriera – dichiara Isabella Covili Faggioli, partner di IC Consulting –. Da head hunter, sapere che il candidato è certificato in modo serio, da un ente terzo, con verifica delle competenze, è un supporto prezioso che fornisce tranquillità sul valore aggiunto che può portare in un'azienda». Secondo Cazzulani, «Il percorso di certificazione è oggi fondamentale non solo per consolidare il credito e l'immagine della nostra professione, ma è richiesto, in modo ineludibile, dal contesto di riferimento e dalle normative italiana (legge 4/2013) ed europea (Eqf)». Questo processo è lo sbocco di un percorso iniziato da Aidp tre anni fa, che si è concretizzato l'11 maggio con la prima sessione che ha portato all'ottenimento della certificazione da parte di quattro professionisti Hr, che hanno superato una prova articolata in quattro fasi: due di ammissione (basate sull'invio di documenti e di un progetto scritto effettivamente sviluppato dal candidato) e due in aula (una prova scritta su tema assegnato dalla Commissione e un colloquio orale). Le attese per il futuro fanno ben sperare. «Ricevo tante richieste di approfondimento sul tema e sono sicuro che a breve potremo fare almeno una sessione di certificazione al mese con sette o otto colleghi che proveranno a intraprendere questo percorso che dura tre anni e che oltre alla sessione certificativa prevede dei momenti di aggiornamento e mantenimento», commenta David Trotti, commissario certificazione Aidp-Rina, che poi aggiunge che «la certificazione si rivolge a tutti i manager delle risorse umane siano essi generalisti o specialisti, dall'esperto di relazioni sindacali, al responsabile formazione, al top manager che è nel board aziendale». Un mondo molto ampio, visto che solo tra i direttori del personale, secondo i dati Aidp-Linkedin, ci sarebbero circa 2000 potenziali Hr manager, di cui più della metà al nord. A fronte di un basso costo (230 euro la certificazione per i soci), ne discendono innegabili vantaggi per il professionista. «Per i candidati potrà significare avere più chances, perchè considerati più qualificati non solo in Italia, ma anche in paesi dove la certificazione è richiesta da anni e dove altrimenti sarebbero considerati non competitivi e mancanti di un titolo importante», illustra Covili Faggioli. «Avevo preso in considerazione il tema certificazione già quattro anni fa negli Stati Uniti, così quando mi si è presentata l'occasione in Italia, da parte di Aidp-Rina, ho pensato subito di coglierla», dichiara Alessandro Olivero, human resources manager di Caffarel, che ritiene che in questo modo venga «certificato un ruolo spesso non valorizzato a dovere (in e fuori azienda), né tantomeno appartenente ad albi professionali», mettendosi in discussione ed evitando auto-referenzialità che possono nuocere a una funzione estremamente critica. Di opinione simile sia Pasquale Cenerazzo, responsabile risorse umane di Trilud, che crede che «la certificazione della qualificazione professionale Hr sgombri il campo da qualsiasi possibile interpretazione circa le qualità, identità e competenze del manager certificato», sia Marco Bianchi, direttore risorse umane Emea di Culligan, che ritiene che «l'obiettivo che ci si è posti non sia tanto quello di ottenere un titolo o un patentino che regoli l'accesso alla professione Hr, quanto un riconoscimento del suo ruolo all'interno delle aziende, che vedono sempre di più la gestione delle dinamiche umane come uno dei fattori chiave del loro successo». Il ruolo del professionista Hr è un "continuum" di competenze e capacità, che vanno «dal diritto del lavoro, alle conoscenze fiscali e contributive, dalla comunicazione alla gestione delle relazioni, dall'organizzazione alla gestione economica e finanziaria dell'impresa, dalla selezione alla motivazione e sviluppo dei collaboratori», ricorda poi Bianchi. Mentre «il mantenimento della certificazione e il rinnovo successivo giocano un ruolo cruciale nella misura in cui ci impediscono "di sederci", una volta certificati», conclude Cenerazzo.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso
Alcuni servizi sono gratuiti!

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Devi presentare la tua business idea?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
An analysis of the annual accounts of highway firms in...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Npl, ora la battaglia si sposta sulle sofferenze con ipoteca
Vacchi: «Il distretto alla bolognese un modello di filiera...
La crisi delle banche italiane spiegata (con parole semplici)...
Specialisti nelle misure antiriciclaggio la figura più...
Soltanto il 24% delle aziende consente la flessibilità negli...
La crisi e i bancari ecco le competenze che hanno un futuro
Il ragno della finanza
Revisori legali, continua il braccio di ferro
Garonna: «Con il mercato unico dei capitali grandi...
Stipendi, ecco chi paga di più
Cfo, la sfida tecnologica sui big data
Un universo di Pmi vive di private label. «Così miglioriamo...
La governance passa anche dagli stipendi. Stipendi dei...
Il riciclaggio adesso diversifica
Risk management, le aziende si attrezzano
Le disuguaglianze frenano la crescita, ridurle rilancia il Pil
«Sui derivati nuovi rischi per gli istituti di credito»
Mps, il soccorso della finanza globale. Vince JP Morgan, la...
Il commercialista non basta più, Pmi alla ricerca di...
«Quel club esclusivo ma spietato degli startupper di Silicon...
Pmi in salute minacciate dalle crisi internazionali
Manager, un altro calo: meno 4.400 nel 2015
Arriva il rating per le Pmi, il governo studia un nuovo...
«La priorità delle banche? Tutelare il risparmio degli italiani»
Se l'azienda non paga il Tfr è possibile chiederlo all'Inps?
Banche, tutti i numeri di un problema europeo
Popolare di Vicenza, nulli tutti i finanziamenti «baciati»
Maxibonus ai manager: il tetto francese e i numeri italiani
Certificazione di qualità così cambiano i manager delle...
Perché ai manager italiani non piace il lavoro a distanza
Sindaci revisori al test di qualità
Falso in bilancio anche per le stime
Deposito dei bilanci in formato elettronico, online il...
Le tangenti fanno vincere le gare, cresce il fatturato ma...
Consiglio di Stato: per il procedimento sanzionatorio...
Ora gli avvocati vanno a cercare nuovi business per le...
Via alle bad bank private, per smaltire le sofferenze...
Al robot sopravviveranno artigiani e geni informatici
Così il promotore diventa consulente finanziario: «Più...
Azioni, obbligazioni e quotazioni grandi portafogli a rischio...
Scambi fra colleghi e idee per i capi: il boom delle...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2017  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)