Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.840
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Bancarotta, estesa la non punibilità
di Giovanni Negri
Il Sole 24 Ore
Lunedì 6 novembre 2017

C'è un rischio penale nella riforma fallimentare. Ed è quello dell'impatto sui processi in corso. Che potrebbero essere investiti dall'estinzione per effetto dell'applicazione della nuova causa di non punibilità. E questo sul piano diretto. Su quello indiretto, invece, all'estinzione del giudizio si potrebbe arrivare per l'effetto prescrizione. L'allarme arriva dal seminario dei pubblici ministeri, dei giudici delegati e dell'esecuzione, organizzato da Cespec, che vede 250 magistrati di tutta Italia a confrontarsi a Venezia sui temi della crisi d'impresa.
Tema delicato e di estrema attualità, visto che la fase della redazione del decreto legislativo è in un momento chiave: la commissione Rordorf/2 è in piena attività con l'obiettivo di chiudere i lavori entro il 10 gennaio, ma è diffusa la consapevolezza di dovere accelerare il più possibile i tempi con la fine della legislatura ormai alle porte. E un gruppo di lavoro della commissione è proprio dedicato al tema del rapporto con il penale fallimentare.
Centrale nel progetto di riforma, e aspetto che forse più di altri lo caratterizza, è l'introduzione delle misure di allerta, con l'obiettivo, ormai condiviso, di permettere l'emersione tempestiva delle crisi d'impresa prima della deriva nell'insolvenza, ma anche con qualche effetto collaterale forse non previsto e di sicuro ora sgradito. Perché per favorire un imprenditore magari comprensibilmente ritroso a uscire allo scoperto rendendo manifesta la situazione di difficoltà la delega mette in campo anche una serie di incentivi di natura penale.
Si prevede cioè, a favore dell'imprenditore che ha tempestivamente proposto domanda di composizione assistita della crisi o chiesto l'omologazione di un accordo di ristrutturazione del debito o, ancora, un piano di concordato preventivo o, infine, ricorso per l'apertura della procedura giudiziale, una causa di non punibilità per il reato di bancarotta semplice e per tutti gli altri reati previsti dalla legge fallimentare quando hanno provocato un danno di lieve entità. Ad arricchire il ventaglio di convenienza penale c'è la previsione di un'attenuante a effetto speciale per tutti gli altri delitti.
Una previsione tutto sommato abbastanza chiara per un obiettivo altrettanto evidente. A complicare le cose, però, c'è l'efficacia retroattiva della disposizione che difficilmente potrà essere sterilizzata dal decreto legislativo. Dello "scudo" penale potrà essere chiesta l'applicazione anche nei giudizi in corso. In primo grado, in appello e, con problematiche tutte particolari, anche in Cassazione.
Gli imputati potranno cioè chiedere gli venga applicato quanto previsto dalla delega, sostenendo di essersi comunque mossi per evitare il degenerare della crisi nelle modalità previste. A quel punto l'autorità giudiziaria dovrà fermare il procedimento per accertare la fondatezza della richiesta. Con la conseguenza di allungare i tempi per la sentenza e rischio prescrizione, tenuto per esempio conto dei termini non lunghissimi in caso di bancarotta semplice, e di dichiarare magari l'estinzione del reato per effetto dell'applicazione della causa di non punibilità.
A venire inoltre probabilmente travolta sarebbe poi anche l'azione civile proposta in sede penale. Ci sono infatti pronunce, in sede di applicazione della nuova causa di non punibilità per tenuità del fatto, che ritengono impossibile decidere sulla domanda civile in assenza di una condanna.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso
Alcuni servizi sono gratuiti!

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
An analysis of the annual accounts of highway firms in...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Imprese alla sfida del passaggio generazionale
Crisi aziendali, da gennaio si cambia: ecco le nuove...
L'Italia hi-tech: aziende troppo piccole crescono ma...
Bancarotta, estesa la non punibilità
Pagamenti, la rivoluzione nel portafoglio: Apple e Google...
La voglia di digitale fa ripartire investimenti e credito...
Torna il cottimo, ora si chiama "on demand"
Revisori legali, più tempo per ottenere i crediti formativi
Riforma del non profit sotto esame: aspettando i decreti...
Legge fallimentare, arrivano gli allerta pre-crisi. Ecco le...
Il saliscendi del Bitcoin spaventa i mercati, ma alle banche...
Banche, l'anno zero dopo la tempesta: la crisi del credito...
I cigni neri che hanno cambiato il mondo della finanza
Come si è evoluto il dizionario del controllo di gestione?
Fari puntati sulla responsabilità
Quando in banca c'è conflitto di interesse
Prestito sociale, si stringe sulla riforma
In Italia il credito si incassa in 85 giorni
Avvocati, medici e notai, cresce la competizione con...
Consulenti finanziari autonomi al via
Più credito alle Pmi per accelerare la crescita
Pagamento in contanti: quando si rischia
Bonifici sospetti verso familiari: scatta il blocco del conto
Possibile il pignoramento del conto Paypal?
Le 5 grandi bugie delle banche: come riconoscerle ed...
Via l'Ape, la carica degli 80 mila
Popolare di Bari: 70.000 azionisti truffati, l'inchiesta fa...
«Azioni, Bot e fondi. Serve una patente per i risparmiatori»
Fabi: 22mila esuberi nelle banche, già chiusi 7mila sportelli
Esdebitazione esclusa se l'indebitamento è colposo
Quanto contante si può versare in banca dopo il 2016?
Giovani precari, in pensione 6 anni dopo i padri
Le incognite che vede la Bce
Stare insieme non è un tabù, avvocati e commercialisti...
Microcredito più prestito d'onore: volano le startup
Formazione soltanto per i vertici aziendali, le imprese...
L'Internet delle cose è un vero boom, nel 2017 varrà 800...
Startup: 4 storie di clamorosi fallimenti e cosa ci insegnano
Robo-advisor, concorrenza e riforme si apre la guerra sulle...
Banche venete, troppi errori e gli aiuti di Stato finiscono...
La rivoluzione della privacy, in azienda caccia ai dpm
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2018  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)