Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
 New
  Analisi società di calcio
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
  free
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.840
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

Bail-in banche, fondi e Sicav si salvano ma ora spunta un buco nella normativa
di Mariano Mangia
Affari & Finanza - La Repubblica
Lunedì 13 febbraio 2017

La discussa normativa sul "bail-in", il salvataggio "interno" di un istituto di credito posto a carico di azionisti, obbligazionisti e correntisti ha sicuramente cambiato il nostro modo di rapportarci con una banca. Ora due pareri, forniti dalla Banca d'Italia e da Covip in risposta a quesiti posti da Assogestioni, l'associazione delle società di gestione del risparmio, e da Assofondipensione, ci fanno scoprire che anche fondi comuni, fondi pensione e gestioni di portafoglio possono essere coinvolti nelle procedure di risoluzione di una banca e non tutti alla stessa maniera. Un punto va chiarito subito, per tranquillizzare i risparmiatori: a rischio bail-in non sono i fondi comuni, le sicav o i fondi pensione acquistati dai clienti di una banca in crisi. Tutti gli strumenti finanziari detenuti dalla clientela presso una banca, dai Btp ai fondi comuni, dal fondo pensione al certificate, sono infatti esclusi dalle procedure di salvataggio interno, perché sono solo "custoditi" dalla banca, al pari del contenuto delle cassette di sicurezza. Le somme che versiamo sul conto corrente o su un conto di deposito, invece, sono "acquisite" dalla banca che le utilizza per concedere mutui e finanziamenti, il che ci rende suoi creditori e, in quanto tali, soggetti agli effetti di un eventuale bail-in, quantomeno per la parte non coperta dal sistema di garanzia dei depositi. In che modo allora fondi comuni e fondi pensione sono coinvolti in un possibile processo di risoluzione di una banca?
Questi strumenti finanziari raccolgono il denaro dei sottoscrittori e lo investono, direttamente o attraverso gestori esterni, nei mercati finanziari; i titoli in cui investono e la liquidità che mantengono per far fronte a richieste di rimborso oppure in attesa di opportunità di investimento devono essere obbligatoriamente depositati presso una banca che viene indicata come "depositario". Per quanto spiegato in precedenza, i titoli non possono essere coinvolti in un eventuale azione di risoluzione della banca depositaria, mentre può esserlo la liquidità. Ma, per effetto di un "buco" normativo, non è così per tutti gli strumenti: si salva la liquidità dei fondi comuni di investimento e quella dei fondi alternativi, ovvero fondi immobiliari, fondi di private equity e di venture capital e fondi speculativi, gli hedge fund. I fondi comuni funzionano come una sorta di cassa comune e il denaro raccolto da una molteplicità di risparmiatori costituisce un patrimonio autonomo, cioè distinto, a tutti gli effetti, dal patrimonio della Sgr, la società di gestione del risparmio che lo amministra, o dal patrimonio del singolo partecipante. L'articolo 36 del Tuf – il Testo unico della finanza – stabilisce che il patrimonio di un fondo comune, in quanto autonomo, non può essere "aggredito" da creditori della Sgr o della banca presso la quale è depositato. Il decreto legislativo che ha recepito nel nostro ordinamento la normativa europea sul bail-in prevede poi, esplicitamente, all'articolo 49, che tra le passività escluse dalle procedure di salvataggio interno sono comprese le "disponibilità detenute da o per conto di organismi d'investimento collettivo o fondi di investimento alternativi". Per i fondi costituiti in forma di Sicav il problema è che non esiste la nozione di patrimonio autonomo, poiché si tratta di società di investimento per azioni a capitale variabile, il capitale varia in funzione delle nuove sottoscrizioni e delle domande di rimborso, chi sottoscrive il fondo diventa di fatto azionista della società. I fondi pensione, la cui liquidità serve a far fronte a riscatti, ma anche a richieste di anticipazioni e al pagamento delle pensioni, non sono menzionati né nel Tuf, né nella normativa relativa alla risoluzione delle banche. Anche la liquidità delle gestioni patrimoniali è trattata in modo diverso, questa volta in funzione di chi presta il servizio di gestione di portafoglio. Un altro articolo del Tuf, il numero 22, stabilisce che il denaro che la banca riceve in qualità di depositaria per conto di Sim e Sgr costituisce un patrimonio distinto a tutti gli effetti da quello della banca e, in quanto tale, non sono ammesse azioni dei creditori dell'intermediario (le Sim o le Sgr), né quelle dei creditori del depositario; per esclusione si evince che se il servizio di gestione è svolto direttamente dalla banca, la liquidità della gestione patrimoniale è da considerare alla stregua di ogni altro deposito e quindi soggetta alle regole del bail-in. C'è, dunque, un vuoto normativo, una dimenticanza che va colmata quanto prima, non ha alcun senso che la liquidità depositata in banca di strumenti di investimento collettivo o di servizi di gestione individuale di portafoglio sia tutelata in maniera diversa in funzione della natura giuridica dello strumento o dell'intermediario che presta il servizio. L'incongruenza normativa è ancor più grave per le diverse forme di previdenza complementare, i fondi pensione negoziali, i fondi pensione aperti e i Pip, le forme pensionistiche individuali realizzate attraverso contratti di assicurazione sulla vita. E' veramente paradossale che sia tutelata la liquidità dei fondi alternativi destinati alla clientela bancaria più facoltosa e non le disponibilità liquide degli strumenti che raccolgono il risparmio dei lavoratori destinato alla costituzione di una pensione integrativa.

Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso

Alcuni servizi sono gratuiti come ad esempio lo strumento Analisi società di calcio per l'analisi di bilancio gratuita delle società di calcio.

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Qual è il WACC della tua azienda?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
An analysis of the annual accounts of highway firms in...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Procedure d'allerta con incognita i «parametri finanziari»
Dirigenti d'azienda: dove e come si guadagna di più
Imprese alla sfida del passaggio generazionale
Borsa e crowdfunding: così il credito è alternativo
Tamburi: banche troppo generose, gli Npl una lezione
Troppi lacci frenano il credito in Europa
Se le riunioni sono lunghe o inutili: così le aziende tagliano...
La lenta marcia dei minibond ma con i Pir potrebbero...
Lo "yoga finanziario" entra in azienda e fa aumentare...
Il factoring corre più veloce della ripresa
Regole e capitale, così il credito si allontana dalle Pmi...
I giovani bocciano la formazione scolastica
Norme anti scorrerie, così avrebbero frenato Lactalis...
Energia verde e niente armi: i fondi etici muovono 23mila...
«Rotto l'equilibrio sociale, la finanza non basta più...
Sogei e il flop dello spesometro: ecco tutti i buchi nella...
Banche, l'anno zero dopo la tempesta: la crisi del credito...
«Non abbiate paura di sbagliare il coraggio premia gli...
L'ufficio è più bello se gli impiegati aiutano i designer
Mettersi in proprio: idee e segreti. Lavoro autonomo o...
Fari puntati sulla responsabilità
Ecco i "Principi di redazione dei piani di risanamento"
Oltre 15 anni dall'ultima «promozione». Perché le agenzie...
In Italia il credito si incassa in 85 giorni
Un codice, fondi e più trasparenza: parte la rivoluzione del...
L'Ue affida più poteri all'Esma sui mercati finanziari
Fusioni, nuove tecnologie, app: 100 mila bancari in pericolo
Consulenti finanziari autonomi al via
Pagamento in contanti: quando si rischia
È pignorabile una polizza?
Quali rischi a lasciare troppi soldi sul conto corrente?
«Azioni, Bot e fondi. Serve una patente per i risparmiatori»
Fabi: 22mila esuberi nelle banche, già chiusi 7mila sportelli
Swap: Intesa faccia sempre l'interesse del cliente
Quanto contante si può versare in banca dopo il 2016?
Stare insieme non è un tabù, avvocati e commercialisti...
L'Internet delle cose è un vero boom, nel 2017 varrà 800...
Banche, ora fare chiarezza sulle modalità dei salvataggi
Carige, la crisi sotto la Lanterna. Npl e vecchio sistema di...
Notai, avvocati, commercialisti: «Riciclaggio, troppe...
La valenza politica della risorsa risparmio, in cerca di...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2018  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)