Cerca nei documenti
Strumenti|Demo|Nuovi utenti|Costi|Business plan|Partners|Faq|Mappa
E-learning|Approfondimenti|Rassegna stampa|Scoring|Servizi onsite
 
Home page Rassegna stampa Documento
Glossario Scale di rating Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Vai alla pagina di LinkedIn dedicata ad analisiaziendale.it Formulario Contatti
Accesso Utenti registrati
UserID
Password
Password persa?
Non hai UserID e Password?
Alcuni servizi sono gratuiti!
Strumenti online riservati agli Utenti registrati:
Analisi di bilancio
Business plan online
Piano di ammortamento del mutuo
Calcolo costo medio ponderato del capitale
Test Basilea 2
Test sulla propensione all'internazionalizzazione
 
 
  Area web personalizzata
  Fondo centrale di garanzia
  Feed back e compatibilità
  Speciale Basilea 2
  Cerca con Sgela
  Scriveteci una e-mail
 
 
 
  Piano di ammortamento
  Test Basilea 2
  Test internazionalizzazione
 
 
Sono complessivamente disponibili in questo sito in modo gratuito
n. 3.628
documenti per gli Utenti registrati e per i Visitatori
 
 
Elenco principi contabili
Elenco Ias/Ifrs
Elenco Sic/Ifric
Elenco principi revisione
 
 
Le nostre demo
Demo: Accesso all'area riservata e personale
   
Demo: Gestione aziende
   
Demo: Gestione bilanci
   
Demo: Strumento Analisi di bilancio
   
Demo: Strumento Piano di ammortamentoto del mutuo
   
Demo: Strumento Calcolo del costo medio ponderato del capitale (WACC: Weighted Average Cost of Capital)
   
Demo: Test Basilea 2
   
Demo: Test propensione all'internazionalizzazione
   
Demo: Autovalutazione Basilea 2 - Edizioni FAG
   
 
Alcune Faq
E' possibile registrarsi per un periodo di prova?
   
E'possibile vedere il funzionamento di uno strumento senza essere registrati?
   
Quanto costa la registrazione?
   
Mi sono registrato e sto utilizzando gli strumenti online a titolo gratuito. Come fare per abbonarmi ed utilizzare gli strumenti a titolo oneroso?
   
Gli strumenti offerti sul sito possono essere d'aiuto a seguito dell'applicazione di
Basilea 3?
   
Ma i software di autovalutazione che calcolano i rating sono utili e possono fornire un risultato spendibile all'esterno?
   
Lo strumento Analisi di bilancio può essere utilizzato per l'analisi del bilancio d'esercizio di un confidi?
   
  All'interno del Pannello di controllo sono disponibili, per gli Abbonati, informazioni relative allo stato patrimoniale riclassificato, al conto economico riclassificato, all'analisi per indici di bilancio, alla posizione finanziaria netta, al rendiconto finanziario, al check-up veloce, al costo medio ponderato del capitale (WACC - Weighted Average Cost of Capital) e a tutti gli altri strumenti.
Clicca qui per ulteriori informazioni.
  :: Rassegna stampa - Documento

«Abbiamo georeferenziato le nostre colture»
di E.L.
Affari & Finanza - La Repubblica
Lunedì 28 novembre 2016

L'agricoltura del futuro, in Italia, esiste già. E sta muovendo i primi passi nel "laboratorio verde" più grande del Belpaese: quello messo in piedi dalle Bonifiche Ferraresi il gigante dei campi tricolori con i suoi 5.500 ettari di campi tra Jolanda di Savoia, nel Delta del Po, e Santa Caterina di Cortona nell'aretino – che dopo aver cambiato proprietà (nel capitale oltre a Fondazione Cariplo, Sergio Dompè e famiglia Gavio c'è pure Carlo De Benedetti, editore de La Repubblica) hanno lanciato un piano di investimenti da 32 milioni per cambiare pelle al business grazie all'arma segreta della coltivazione digitale. O, come la chiama l'amministratore delegato Federico Vecchioni, l'anima del progetto, «agricoltura 4.0». La penisola, in teoria, non è proprio un territorio adatto a esperimenti di questo tipo: la dimensione media delle aziende è di 7,4 ettari, troppo poco per i soldi necessari a fare il salto nel futuro. Quando Bankitalia ha deciso però di cedere la più grande tenuta agricola italiana, i nuovi soci hanno deciso di voltare pagina e accettare la sfida tecnologica e biologica al 100%. E dopo poco più di un anno di lavori, i risultati si vedono già. «Abbiamo stanziato 4 milioni per rinnovare il parco macchine grazie a un accordo con la Deere», spiega Vecchioni.
E oggi tra il granturco e le verdure della pianura emiliana si muovono avveniristici trattori-fantasma guidati dal satellite per ottimizzare semine e trattamenti. Compreso una gigantesca mietitrebbia in grado di lavorare 30 tonnellate di riso all'ora. Un upgrade «che ci consente di risparmiare qualcosa come 320 euro all'ettaro, calcolano in Bonifiche. I trattori hi-tech sono solo la punta dell'iceberg. L'intera filiera è stata rivoltata come un calzino e digitalizzata. Tutto il sistema idrico dei terreni in Toscana ed Emilia è stato risistemato per ridurre al minimo gli sprechi. «Poi abbiamo fatto una ciclopica opera di georeferenziazione del terreno», spiega il direttore generale Ado Guerrini. Tradotto in soldoni, dei carrelli hanno misurato centimetro per centimetro grazie ad avveniristici modelli di conducibilità elettrica la composizione del suolo del Delta del Po, mappato ora fino a 180 centimetri di profondità grazie anche a 550 analisi con carotaggio che hanno consentito di dare una sorta di carta d'identità a ogni metro quadro di campo, completa di umidità, Ph, contenuto di azoto, fosforo e potassio. I parametri necessari per stabilire quanto seminare e come e con che prodotti concimare. Tutti questi dati vengono poi incrociati con i rilevamenti e le foto satellitari e rimasticati dai software delle bonifiche che distribuiscono poi le "consegne" ai trattori per eseguire l'ordine. Risultato: l'operazione agricoltura 4.0 è solo agli inizi «ma la resa in campo è cresciuta del 20% e l'uso di concimi è calato del 15%» spiega Guerrini. La sfida però non si ferma al campo. Bonifiche sta costruendo a Jolanda con Cremonini un ecodistretto zootecnico completamente autosufficiente dal punto di vista energetico (come tutta l'attività dell'azienda) da 5mila capi. Anche loro seguiti e monitorati digitalmente e grazie ai chip di internet delle cose. E nella tenuta sono in costruzione gli impianti per la lavorazione dei prodotti agricoli in sito con l'obiettivo di creare un marchio proprio. «L'idea è verticalizzare la filiera per avere la possibilità di negoziare con pari dignità con la grande distribuzione mettendo sul piatto un prodotto di qualità, biologico e 100% italiano», spiega Vecchioni. Grazie anche a un accordo con Legambiente a certificare la produzione. Qui sulle terre strappate dai "carriolanti" all'acqua del Po a fine '800 le Bonifiche Ferarresi vogliono provare però a fare un salto in più: diventare non solo il laboratorio tricolore del digital farming, ma pure il trampolino "educativo" per cambiare la mentalità e le attitudini del vecchio settore primario italiano, formando i suoi protagonisti per il futuro. «I tempi cambiano. L'agricoltore non deve più solo sporcarsi le mani, serve una crescita professionale per tutto il settore», sostiene Vecchioni. A pilotarla, nei suoi sogni, sarà il Campus che sta sorgendo a fianco del quartier generale del gruppo con alloggio, aule e laboratori dove si lavorerà in modo interdisciplinare in collaborazione con molte università e soprattutto a fianco dei campi dove la teoria di scuola si trasforma subito in pratica sulla terra. «Questo sarà un mondo dove la finanza per la prima volta in Italia si incontrerà con l'agricoltura e la formazione», conclude l'ad della società. L'obiettivo? «Massimizzare i rendimenti fondiari, valorizzando le produzioni, efficientando la gestione, introducendo il massimo della tecnologia disponibile». Il tempo dirà se nell'Italia delle mini-aziende agricole si riuscirà a realizzare questo sogno.

* * *

Le aziende agricole in Italia
Ripartizione per ettari

Da 0 a 5 ettari n. 1.310.632
Da 5 a 15 ettari n. 262.173
Da 15 a 25 ettari n. 71.674
Da 25 a 50 ettari n. 62.335
Da 50 a 100 ettari n. 31.697
Da 100 a 500 ettari n. 15.899
Da 500 a 2.000 ettari n. 667
Da 2.000 a 5.000 ettari n. 16
Più di 5.000 ettari n. 1
Totale n. 1.755.094


Vai ad inizio pagina

Nota: il contenuto del documento deve essere interpretato in relazione al periodo in cui è stato redatto.


Non hai UserID e Password?
Registrati adesso
Alcuni servizi sono gratuiti!

In primo piano... 
[  per le aziende e i privati  ]
Devi chiedere garanzie ai confidi?
Sempre attuali... 
[  a p p r o f o n d i m e n t i  ]
Basilea 2
Il costo medio ponderato del capitale (WACC = ...
Tassi equivalenti in regime di capitalizzazione composta
An analysis of the annual accounts of highway firms in...
La quotazione all'AIM Italia (Alternative Investment Market)
Focus on... 
[  i n   a r c h i v i o  ]
Banche venete, scontro sugli indennizzi
Belpaese, solo il 37% "comprende" la finanza
L'Italia del credito si ritira da Sud e Isole, dopo la crisi...
Manager, l'elogio della lentezza: «Così possono diventare...
«Basta pagamenti in ritardo», Bruxelles richiama l'Italia
Le matricole di Piazza Affari crescono e battono gli indici
Npl, ora la battaglia si sposta sulle sofferenze con ipoteca
Banche, la via crucis del credito: la rete di errori da Mps...
La crisi delle banche italiane spiegata (con parole semplici)...
Credito, 225 milioni per i confidi
I revisori legali lanciano il micro credito per start up e...
Deflazione non è il contrario di inflazione
I capitali all'estero verso il rientro. Sanzioni ridotte, ma le...
La Borsa "alternativa" snobbata in autunno ma ora l'Aim...
Credit crunch, sale la richiesta di finanziamenti ma il...
Commercialisti, un "service" per liberarsi dal fisco
Per i revisori legali l'obbligo della informativa non...
Whistleblowing, il valore di una "soffiata" purché non...
Conti banche, il peso degli Npl immobiliari: «Il 90% delle...
«Che stamo a fa'...» e fu storia
Filosofi, filologi e antropologi le aziende ora cercano umanisti
Banche: nel 2016 bruciati risparmi per 15,6 miliardi di...
Il riciclaggio adesso diversifica
Risk management, le aziende si attrezzano
I professional italiani più deboli di quelli europei
Banche, da Antonveneta a Etruria: una valanga costata...
Stipendi dei manager: quelli degli executive crescono più...
Le disuguaglianze frenano la crescita, ridurle rilancia il Pil
«Quando i cittadini sanno gestire i soldi ne trae beneficio...
Finanza, ancora questa sconosciuta. Gli italiani i meno...
Formazione, via al rush finale
I manager impuniti nelle grandi frodi delle corporation
Pmi in salute minacciate dalle crisi internazionali
Manager, un altro calo: meno 4.400 nel 2015
«La priorità delle banche? Tutelare il risparmio degli italiani»
I destini delle aziende nelle mani del manager It e il Cio si...
Quante sofferenze si nascondono negli «incagli»?
Sanzioni più severe per i revisori contabili
Revisione legale, la chance del controllo di qualità
Minibond e quotazione in Borsa, società a caccia di capitali...
Revisori legali: l'esame integrativo è norma europea e va...
Inizio pagina PEC: analisiaziendale@legalmail.it Disclaimer - Condizioni generali di contratto - Cookies - Credits
analisiaziendale.it srl 2001-2017  Analisi e valutazioni online&onsite   Via Dell'Indipendenza n. 54 - CAP 40121 - Bologna
REA CCIAA di Bologna: 461331  Partita IVA: 02712471206   Capitale sociale di euro 10.000 (interamente versati)